mercoledì 18 novembre 2009

Il misterioso caso della sala riunioni

Oggi e' stata una giornata divertente in ufficio, divertente ovviamente si fa per dire quando ci sono nel mezzo gli utOnti.
Verso metà mattina ricevo una chiamata di assistenza:

Io: Buongiorno, sono [io] di [nome ditta].
utOnto: Salve, chiamo da [cliente] e volevo farvi sapere che qua Internet oggi non va.
Io: Cosa succede?
utOnto: Ogni sito va lentissimo e la posta ci mette una vita ad arrivare.
Io: E' possibile che...
utOnto: Pero' ogni giorno gli stessi problemi, sempre casini, mai una soluzione (aggiungere qua, se avete voglia, qualche minuto di lamentele varie sul fatto che loro, gli utOnti, hanno sempre problemi nel navigare in Rete e MAI, sottolineo MAI e' colpa loro).
Io: D'accordo, verifico e le faccio sapere.

In effetti l'utOnto in questione, per una volta, non ha detto bugie (almeno non del tutto): i monitor di rete danno un intasamento totale della banda in upload.
O qualcuno sta scaricando illegalmente o c'e' qualcosa che non va. Dopo un rapido controllo scopro che il "colpevole" e' il pc della sala riunioni. Mi collego da remoto e do un'occhiata ai processi trovando cose interessanti tipo "eexplorer.exe" o "afdq26134634.exe" e simili.
Ok, direi che l'ipotesi "virus" e' la piu' accreditata.
Killo i processi in questione e magicamente la banda ritorna normale.

Ok, e' ora di trovare il folletto cattivo ed eliminarlo.

Start -> Programmi -> [antivirus]

Macheccazz...


L'icona dell'antivirus e' sparita cosi' come l'eseguibile nella directory del programma e, ovviamente, il processo in esecuzione.
Scarico un altro antivirus, lo installo e lo lancio e mentre lui si macina un'enorme quantita' di dati io ne approfitto per un caffe' e due chiacchiere nell'ufficio. Una decina di minuti dopo ho i risultati: sul pc sono stati trovati 11 virus. Badate bene, non ho detto undici files infetti da virus, ho detto 11 virus diversi. Praticamente un parco giochi per gli ignobili gremlins.
Pulisco i maledetti, riavvio la macchina e verifico che tutto vada bene. A questo punto non mi resta, per concludere il lavoro, che capire da dove provenissero questi virus. Do un'occhiata alla cronologia delle navigazioni (il pc della sala riunioni del cliente e' "pubblico" quindi tutti possono, purtroppo, utilizzarlo) e vedo cose simpatiche fra cui:
1. Tre siti porno gay;
2. Quattro siti porno non gay;
3. Due siti dai nomi poco rassicuranti tipo donne-legate-e-frustate;
4. Una decina di ricerche su vari motori con termini tipo "video porno" o "foto porno";
Scrivo il rapportino finale con un certo sorriso ricordandomi dell'utOnto di prima che mi aveva detto che loro, gli utOnti, non sono MAI responsabili dei casini che succedono e mi diverto ancora di più quando stilo la lista dei nove siti porno visitati e delle query ai motori di ricerca poi impacchetto tutto in una mail e mando al Boss. Non so quale sara' l'esito finale della cosa ma ho come la sensazione che fra poco la navigazione libera per tutti dal pc della sala riunioni di [cliente] verra' tolta...

Nessun commento:

Posta un commento