venerdì 16 aprile 2010

La grande avventura del Giorno Maledetto revolution

****************************************************
Questa e' una "storia ricordo" accaduta molti anni fa...
****************************************************

Secondo Giorno.


Entro in ufficio, scocca l'ora fatidica in cui i vari utOnti iniziano a lavorare e guarda a caso ne entra uno subito nel mio ufficio.

utOnto: Allora? Novita'? Niente ancora?
Io: Guarda, in teoria hanno detto che entro 48 ore sistemavano tutto. Il guasto e' stato segnalato ieri mattina alle 8 quindi mi sa che anche per oggi l'ADSL ce la possiamo scordare.
utOnto: Va bene (ed esce dall'ufficio).

Va bene??? Sono rimasto quasi venti minuti fermo con la bocca spalancata. Che utOnto sia diventato finalmente un utente normale?

Il giorno, poi, strano a dirsi, trascorre tranquillo (a parte le classiche lamentele degli utOnti ma quelle ci sono sempre).
Si passa al giorno seguente.
[noto gestore telefonico] aveva detto (senza che io chiedessi nulla) che entro 48 ore il guasto alla nostra ADSL sarebbe stato sistemato. Le 48 ore scadevano questa mattina alle 8.30 circa ragion per cui alle 9 mi attacco al telefono visto che la nostra cara ADSL continua a non funzionare.

Call Center: Buongiorno, come posso aiutarla?
Io: Guardi, e' da lunedi' che la nostra ADSL non funziona. Avevate detto che servivano 48 ore per sistemare il problema. Le 48 ore sono passate e il problema rimane. Che vogliamo fare?
CC: Mi puo' fornire il suo numero di telefono?
Io: [numero di telefono].
CC: Resti in attesa. Verifico la situazione.

Parte la musichetta di attesa.

Tre minuti dopo...

CC: Eccomi, scusi per l'attesa. Il suo problema richiedeva 48 ore per l'intervento e quindi verra' sistemato entro oggi.
Io: Mi scusi, non per essere pignolo, ma le 48 ore scadevano questa mattina alle 8.30.
CC: Eh ma mica deve considerare 48 ore alle otto di mattina.
Io: Ehm... e perche' allora le chiamate 48 ore?
CC: Bisogna considerare tutta la giornata compresa nelle 48 ore.
Io: Continuo a non capire perche', allora, non le chiamate 72 ore, che sarebbe piu' corretto, comunque mi AUGURO che entro oggi il nostro problema verra' risolto.
CC: Sicuramente.

E ci devo anche credere?
E infatti...
Si fanno le 15:30 ed essendo ancora senza ADSL decido di dare una svegliata a [noto gestore telefonico].

CC: Buongiorno, posso aiutarla?

Io ripeto tutta l'allegra storiella e resto in attesa.

CC: Guardi la sua pratica e' ancora aperta.
Io: Questo lo immaginavo considerando che ancora la mia ADSL non va.
CC: Guardi la sua pratica e' ancora aperta e devono passare 48 ore.
Io: Veramente le 48 ore sono passate da stamattina...
CC: Guardi la sua pratica e' ancora aperta.
Io: Si, questo me lo ha gia' detto. Vorrei sapere quando verra' chiusa.
CC: Al massimo entro domani.
Io: Stamattina mi avete detto entro oggi e ora mi dite entro domani? Ha voglia di scherzare?
CC: Il massimo che posso fare e' mandare un sollecito, non posso fare altro.
Io: Mandiamo questo sollecito.

E devo veramente credere che servira' a qualcosa?

Nota: per chi fosse curioso di saperlo il problema e' stato risolto a meta' del giorno seguente. Gli utOnti, in preda al panico per l'assenza dei loro siti porno preferiti, stavano meditando sulla possibilita' di un suicidio di massa. Sfortuna ha voluto che l'ADSL e' stata ripristinata e tutti hanno ripreso a vivere felici e contenti...
Piu' o meno.

Nessun commento:

Posta un commento