venerdì 30 aprile 2010

Storie di ordinaria amministrazione

****************************************************
Questa e' una "storia ricordo" accaduta molti anni fa...
****************************************************

Suona il telefono.

utOnto: Ho un problema con la posta elettronica.
Io: Che problema?
utOnto: Non funziona.
Io: Fin li' c'ero arrivato. Qual'e' l'esatto problema?
utOnto: Mi e' apparsa una schermata d'errore.
Io: E saresti cosi' gentile da dirmi anche COSA dice la schermata in questione?
utOnto: Password sbagliata.
Io: E se ne deduce che...
utOnto: Cosa devo fare?
Io: Prova a rileggere.

Passano 10 secondi di silenzio...

utOnto: Quindi?
Io: Devi andare a buttare la pasta.
utOnto: Come?
Io: (calma, calma, calma) Se il programma ti dice che stai mettendo la password sbagliata, secondo te cosa significa?
utOnto: Ah... ok... grazie.

Ma perche' non riescono ad arrivarci da soli?

mercoledì 28 aprile 2010

Peppino e Pasquale

Di mercoledi' sempre e solo Gabville. Cliccate qui per andare al post originale.


martedì 27 aprile 2010

Il programma delle paghe colpisce ancora

Ultima storia di Morris che ringrazio nuovamente per avermene mandate cosi' tante. :)


Il gestionale che utilizziamo e' il prodotto di $enorme_software_house (un'azienda notissima nell'ambiente delle paghe) scritto ancora in COBOL con una bellissima (si fa per dire) interfaccia windows. Fin qua non ho nulla da lamentarmi, il programma funziona molto bene ed e' aggiornato costantemente (a carissimo prezzo). La stessa $e_s_h ci ha fornito di uno strumento in grado di esportare qualsiasi tabella del database di tale programma. Avendo fatto una copia di backup integrale del programma qualche anno fa e dovendola usare per ripescare dei dati che non c'erano piu' nella versione attuale del programma mi sono trovato di fronte alla richiesta di una password per la gestione utenti (all'epoca io non lavoravo su tale programma, quindi non avevo un utente mio, ergo o me lo creavo o ne usavo uno altrui, io ho il viziaccio di lavorare col mio nome). Ora, io so benissimo che avrei dovuto chiedere tale password a chi di dovere, ma la mia curiosita' morbosa e criminale mi ha spinto a chiedermi: "E se me la trovassi da solo?"
Aperto lo strumento di esportazione mi trovo tra le tabelle una di nome "TABPWD" con descrizione "Tabella Utenti Password" (si, si chiama proprio cosi') contenente... la password di gestione utenti IN CHIARO. Password di ben 4 caratteri. Non c'e' dire, viva la sicurezza.

lunedì 26 aprile 2010

Lo strano punto esclamativo rosso

****************************************************
Questa e' una "storia ricordo" accaduta molti anni fa...
****************************************************

Giornata particolarmente fredda oggi ma non troppo incasinata.
Ovviamente Mr Murphy non e' d'accordo e mi manda un'utOnta.

utOnta: Aiuto! Emergenza! Punto esclamativo rosso!
Io: Eh?
utOnta: Punto esclamativo rosso! Mail! Errore!
Io: Puoi partire dall'INIZIO?
utOnta: Stavo mandando questa mail importantissima quando all'improvviso mi e' apparso dal nulla un punto esclamativo rosso nella mail e non parte piu'.
Io: Hai cambiato la priorita' della mail per caso?
utOnta: No, assolutamente.
Io: Certo e che errore ti da quando la mandi?
utOnta: Non lo so.
Io: Come non lo sai?
utOnta: Non lo so.
Io: Vabbeh.

Decido che e' il caso di andare a vedere di persona e scopro due cose:
  1. La mail era impostata con "priorita' alta" (ma pensa te);
  2. Quel maledetto OutsmurfVeloce ogni volta che si manda una mail sputa fuori un "Errore sconosciuto" sul protocollo SMTP.
Almeno una cosa l'utOnta l'ha detta bene anche se penso sia piu' questione di culo che di attenzione a cio' che c'e' scritto sul monitor.
Comunque sia eseguo le operazioni di routine ovvero chiudo il maledetto programma, lo riapro, mando la mail, esce l'errore.
Decido quindi di passare alla seconda parte del piano.
Reboot.
Magicamente, dopo il riavvio, il programma non ha piu' dato problemi.

utOnta: Ci sei riuscito! Ma come hai fatto?
Io: Magie che solo i tecnici sono in grado di fare.

Ma perche' ogni prodotto Windooze che si incarta necessita per forza di un riavvio di tutto il sistema?

venerdì 23 aprile 2010

Quella strana mail

****************************************************
Questa e' una "storia ricordo" accaduta molti anni fa...
****************************************************

Giornata piovosa e gli utOnti non stressano piu' di tanto. Sto configurando il firewall che dovrebbe andare a sostituire il catorcio (pentium 75 con 16 mb di ram) che al momento gestisce la LAN di codesto luogo quando mi si presenta un utOnto.

utOnto: Dovrei scansionare questo foglio.
Io: E quindi?
utOnto: Dovrei scansionare questo foglio.
Io: Dai che se lo ripeti ancora vinci una bambolina.
utOnto: Come?
Io: Cosa c'entro io?
utOnto: Visto che io devo andare in riunione e blah blah blah... priorita'... yaddah yaddah yaddah... cose che non posso assolutamente perdermi... uddu blu blah blah blah...
Io: Vabbeh passa qua che ci penso io. Ti devo scansionare tutto il foglio?
utOnto: Si, tutto (e mi passa un foglio A3).

Passano 30 minuti e l'utOnto si ripresenta.

Io: Questo e' il foglio e questa (girando il monitor verso di lui) e' l'immagine.
utOnto: Ah ma a me basta questa cosa qua (e mi indica un quadrato di 2 centimetri per 2).
Io: Dirlo prima?

Provvedo al ritaglio dell'immagine e nel frattempo il sistema mi avvisa che ho posta.
Occhebbello.
Vado a controllare e trovo una cosa molto carina che riporto:

***************************************
From: super_utOnto@chicazzsei.net
To: io@miarete.it
CC: io@miarete.it
CC: io@miarete.it
CC: io@miarete.it
CC: io@miarete.it (si, quattro CC allo stesso indirizzo)

Salve,
volevo sapere per quelle lavorazioni che ho chiesto se era possibile averle al piu' presto.
Grazie.
***************************************

Sono rimasto cinque minuti a chiedermi per quale motivo una persona senziente dovrebbe mandare una mail mettendo 1 TO e 4 CC alla STESSA persona e dimenticarsi di scrivere il suo schifosissimo nome o l'azienda a cui appartiene o un qualunque altro riferimento che possa aiutarmi a capire chi e'. Credetemi, ci ho provato in tutti i modi ma una risposta non sono riuscito proprio a darmela. Sara' che e' lunedi'?

giovedì 22 aprile 2010

I buoni tecnici di una volta

Penultima storia di Morris. Colgo l'occasione per ricordare che se volete condividere le vostre sciagure utOntesche con chi visita questo blog, siete i benvenuti. :)


La mia azienda ha una sede distaccata presso Ravenna (noi siamo a Cesena) dove abbiamo alcuni computer che si devono collegare al server nella sede centrale.
Per fare cio' abbiamo una VPN tra noi e la sede di Ravenna gestita da $noto_gestore_telefonico.
Vengo chiamato perche' il collegamento non funziona (ero bloccato a casa dal gelo, quindi ho dato istruzioni via telefono):

CL: Non funziona niente qua!
Io: Eh? Cosa? Come? (cervello ancora in stand by)
CL: Non vanno internet e il collegamento con Cesena!
Io: Oibo'! Fai questi controlli:

Breve spiegazione di come collegarsi al firewall e "pingare" il router.

CL: Mi dice "Richiesta scaduta"!
Io: Mannaggia, allora prova a riavviare il router e controlla che la spia con scritto CD sia accesa.
CL: Va bene, lo faccio riavviare da chi lo fa di solito, poi ti faccio sapere.
Io: Ok, ci sentiamo piu' tardi.

Passa un'ora buona, suona il telefono.

CL: Niente, mi dicono che la spia non si accende e che DEVE essere un problema di $noto_gestore_telefonico.
Io: Molto probabile, va bene, chiamiamoli e segnaliamo il guasto.

Una segnalazione e diversi solleciti dopo, la mattina seguente vengo chiamato dal tecnico di $noto_gestore_telefonico.

Bob: Salve, sono Bob, chiamo riguardo il problema segnalato sulla vostra linea.
Io: Salve Bob, mi dica.
Bob: Da noi in centrale funziona tutto quanto e allora sono venuto a controllare il collegamento presso la vostra sede.
Io: E...?
Bob: Il vostro router e' spento.
Io: COSA?!?!?
Bob: Si si, e' spento. Ora controllo se si accende.
Io: D'accordo... (pensando peste e corna)
Bob: Uhm, non si accende, vediamo se e' attaccato correttamente.. ah! Il gruppo di continuita' a cui e' attaccato e' spento e non sembra funzionare, provo ad attaccare il router direttamente alla presa e... funziona! Si accende!
Io: (pensando morte e distruzione della persona che ha "riavviato il router") Benissimo! Ora infatti lo riesco a raggiungere (ma guarda un po' che stupore..)

Bisogna evidenziare che mi era stato detto che il nostro router era stato riavviato da un tecnico (tale "Pasquale".. dio solo sa di cosa fosse tecnico) e che egli aveva detto: "bof.. non va, e' sicuramente un problema di $noto_gestore_telefonico".

Che buon tecnico, uno che non si accorge neanche della differenza tra un router acceso e uno spento...

mercoledì 21 aprile 2010

La rete pincopallo

Gabville. Qui l'originale.

martedì 20 aprile 2010

Strane scansioni

Ancora una giornata in compagnia di Morris. :)


Un'azienda ci manda solitamente gli importi degli acconti dati al personale sotto forma di scansione del quaderno dove vengono segnati a penna in un file pdf. Fin qua nulla di strano, se non che l'ultima scansione che ci hanno mandato e' quella di una stampa di un foglio excel APPICCICATA al suddetto quaderno e poi scansionata e mandata come pdf.
Si vede che mandarci direttamente il file originale era troppo difficile...

lunedì 19 aprile 2010

Una giornata come tante altre

****************************************************
Questa e' una "storia ricordo" accaduta molti anni fa...
****************************************************

E' un normale, si fa per dire, venerdi' pomeriggio e gli utOnti non mi hanno stressato particolarmente.
Mai dirlo ad alta voce.

utOnto: Senti devo usare la macchina fotografica digitale ma quando la accendo mi dice "no picture".
Io: Normale. Gira la rotella vicino al pulsante di scatto su qualunque cosa CHE NON SIA il triangolino verde a seconda del tipo di fotografia che vuoi fare.
utOnto: Ok.

Non faccio neanche in tempo a spostare lo sguardo sul monitor che ne arriva un altro.

utOnto2: Hai presente la mail che mi hai passato prima di [fornitore]?
Io: Si...
utOnto2: Aveva un allegato.
Io: Si...
utOnto2: Ma non riesco ad aprirlo.
Io: A parte il fatto che ti avevo detto che l'estensione .cee mi sembrava un po' strana, hai provato a chiamare [fornitore] per capire con quale cavolo di software l'ha salvato?
utOnto2: E' un file pdf.
Io: Cio' e' decisamente impossibile
utOnto2: Perche'?
Io: Perche' non e' un file pdf e prima che tu me lo chieda non e' neppure un file worps, powerboing, expel, jpeg o qualunque altra cosa umanamente riconosciuta.
utOnto2: Ora chiedo.

Apro bocca per ringraziare e ricompare utOnto.

utOnto: Senti la macchina digitale continua a dirmi "no picture".
Io: Hai spostato la rotella su qualunque cosa CHE NON SIA il triangolino verde?
utOnto: ...
Io: (prendendo la macchina fotografica e spostando la rotella su uno dei dieci simboli NON verdi) Toh.
utOnto2: Grazie.

Neanche il tempo di respirare che torna alla carica utOnto2.

utOnto2: Chiamato.
Io: E?
utOnto2: E' un file pdf.
Io: Un ca$$o.
utOnto2: Ma me l'ha detto [fornitore]!
Io: E' lo stesso fornitore che si lamentava perche' non avevamo ricevuto un'immagine che poi si e' scoperto essere un file da 45mb?
utOnto2: Si, perche'?
Io: Niente. Ora capisco molte cose. Comunque digli di fare un pdf VERO perche' quello non si apre.

A questo punto mi chiama utOnto3 e chiede una mano per appendere un paio di (pesanti) quadri a una parete e mentre sono li' che tengo in bilico questa cosa pesante svariati chili cercando di captare i segnali di utOnto3 (un po' a destra, un po' in alto, un po'... di la'...) e di non morire schiacciato come una mosca arriva ancora una volta utOnto.

utOnto: Ho un problema.
Io: Pure io, non lo vedi?
utOnto: (come se non avesse sentito) Devo mandare una mail urgente ma mi dice che non posso farlo. Puoi venire a guardare subito?
Io: (inclinando il quadro in base alle nuove disposizioni di utOnto3) Scusa ma hai visto dove sono?
utOnto: (fissandomi a lungo) Si', perche'?

Ma oggi a utOnto si e' annebbiata la vista o e' normale di suo?

venerdì 16 aprile 2010

La grande avventura del Giorno Maledetto revolution

****************************************************
Questa e' una "storia ricordo" accaduta molti anni fa...
****************************************************

Secondo Giorno.


Entro in ufficio, scocca l'ora fatidica in cui i vari utOnti iniziano a lavorare e guarda a caso ne entra uno subito nel mio ufficio.

utOnto: Allora? Novita'? Niente ancora?
Io: Guarda, in teoria hanno detto che entro 48 ore sistemavano tutto. Il guasto e' stato segnalato ieri mattina alle 8 quindi mi sa che anche per oggi l'ADSL ce la possiamo scordare.
utOnto: Va bene (ed esce dall'ufficio).

Va bene??? Sono rimasto quasi venti minuti fermo con la bocca spalancata. Che utOnto sia diventato finalmente un utente normale?

Il giorno, poi, strano a dirsi, trascorre tranquillo (a parte le classiche lamentele degli utOnti ma quelle ci sono sempre).
Si passa al giorno seguente.
[noto gestore telefonico] aveva detto (senza che io chiedessi nulla) che entro 48 ore il guasto alla nostra ADSL sarebbe stato sistemato. Le 48 ore scadevano questa mattina alle 8.30 circa ragion per cui alle 9 mi attacco al telefono visto che la nostra cara ADSL continua a non funzionare.

Call Center: Buongiorno, come posso aiutarla?
Io: Guardi, e' da lunedi' che la nostra ADSL non funziona. Avevate detto che servivano 48 ore per sistemare il problema. Le 48 ore sono passate e il problema rimane. Che vogliamo fare?
CC: Mi puo' fornire il suo numero di telefono?
Io: [numero di telefono].
CC: Resti in attesa. Verifico la situazione.

Parte la musichetta di attesa.

Tre minuti dopo...

CC: Eccomi, scusi per l'attesa. Il suo problema richiedeva 48 ore per l'intervento e quindi verra' sistemato entro oggi.
Io: Mi scusi, non per essere pignolo, ma le 48 ore scadevano questa mattina alle 8.30.
CC: Eh ma mica deve considerare 48 ore alle otto di mattina.
Io: Ehm... e perche' allora le chiamate 48 ore?
CC: Bisogna considerare tutta la giornata compresa nelle 48 ore.
Io: Continuo a non capire perche', allora, non le chiamate 72 ore, che sarebbe piu' corretto, comunque mi AUGURO che entro oggi il nostro problema verra' risolto.
CC: Sicuramente.

E ci devo anche credere?
E infatti...
Si fanno le 15:30 ed essendo ancora senza ADSL decido di dare una svegliata a [noto gestore telefonico].

CC: Buongiorno, posso aiutarla?

Io ripeto tutta l'allegra storiella e resto in attesa.

CC: Guardi la sua pratica e' ancora aperta.
Io: Questo lo immaginavo considerando che ancora la mia ADSL non va.
CC: Guardi la sua pratica e' ancora aperta e devono passare 48 ore.
Io: Veramente le 48 ore sono passate da stamattina...
CC: Guardi la sua pratica e' ancora aperta.
Io: Si, questo me lo ha gia' detto. Vorrei sapere quando verra' chiusa.
CC: Al massimo entro domani.
Io: Stamattina mi avete detto entro oggi e ora mi dite entro domani? Ha voglia di scherzare?
CC: Il massimo che posso fare e' mandare un sollecito, non posso fare altro.
Io: Mandiamo questo sollecito.

E devo veramente credere che servira' a qualcosa?

Nota: per chi fosse curioso di saperlo il problema e' stato risolto a meta' del giorno seguente. Gli utOnti, in preda al panico per l'assenza dei loro siti porno preferiti, stavano meditando sulla possibilita' di un suicidio di massa. Sfortuna ha voluto che l'ADSL e' stata ripristinata e tutti hanno ripreso a vivere felici e contenti...
Piu' o meno.

giovedì 15 aprile 2010

Monitor, questi sconosciuti

Morris again. :)


Il capo mi chiede:

SL: Perche' non mi si accende lo schermo? (muove il mouse)
Io: Spetta che vengo a vedere.

Poco dopo...

Io: ... (premo il tasto di accensione del monitor)

Il monitor si accende.

Io: Perche' e' SPENTO.

E torno al mio posto.

mercoledì 14 aprile 2010

Il convinto

Gabville. L'originale lo trovate qui.

martedì 13 aprile 2010

Problemi di posta

Altra settimana in compagnia di Morris il martedi' e il giovedi'. :)


Piccola premessa: il mio ufficio ha un indirizzo di posta unico che viene usato per qualunque cosa (del tipo info@noifacciamolepaghe.it, la festa per gli spammer..) con una unica casella di posta assegnata. E' circa 2 anni che cerco di cambiare le cose, ho anche gia' un mail server su $BSD_gratuito pronto e funzionante e mi e' stato chiesto di impostare un nuovo client di posta $scimmia_marina a tutti con il nuovo account utente.

Nuovo client che non viene attualmente usato da nessuno, a parte me (tenete a mente questa cosa) da DUE anni a questa parte.
Al che ci ritroviamo con una casella di posta sul server (non nostro) che viene scaricata da tutti. E tutti hanno (dovrebbero) avere il client di posta configurato in maniera che LASCI i messaggi sul server, in modo che anche gli altri possano scaricarla (lo so, e' una vaccata, ma come ho detto NON POSSO farci niente).
Un bel giorno (l'altro ieri, prima tutto funzionava benissimo) arriva una CL mi che dice

CL: Non mi arriva la posta, me l'hanno mandata ma io non ce l'ho!
Io: Oibo'! Vediamo che accade...

Mi loggo sul web server e vedo che effettivamente qualcosa che non va c'e' e non ci sono (o quasi) messaggi nella casella.
Problema: sicuramente c'è un client impostato per non lasciare i messaggi sul server (e' gia' successo).
Soluzione: controllo di tutti i pc (circa 25) che hanno Lookout (il client di posta preferito dai CL e usato da tutti) e verifico che lascino tutti i messaggi sul server. Niente. Tutti i client sono
configurati bene.
Com'e' come non e' continuano a "sparire" le email.
Per caso vengo a sapere che CLG (CL molto grosso e molto L, di quelli che "sa" come funziona un PC) ha scaricato la posta con il nuovo client $scimmia_marina.

Io: Eh?? E chi ti ha configurato la VECCHIA casella di posta nel NUOVO client?
CLG: Non lo so (see, certo), l'ho aperto e c'era gia'.
Io: (Pensando) Ovvio, i client di posta si configurano da soli...

Salto alla postazione del CLG con la veemenza di un giaguaro e controllo le impostazioni del server... ovviamente NON impostate per lasciare i messaggi sul suddetto.
Figurarsi se ha ammesso di essersi impostato da solo l'account, adducendo la scusa che "non e' capace" (lui e' quello che aveva impostato inizialmente le macchine per lavorare con Lookout, e quindi qualcosa doveva sapere)
Ma io dico, se NON sai impostarti le cose, perche' lo devi fare senza chiedere?
Lo so e' una domanda retorica.

lunedì 12 aprile 2010

La grande avventura del Giorno Maledetto reloaded

****************************************************
Questa e' una "storia ricordo" accaduta molti anni fa...
****************************************************

Finalmente siamo arrivati a pranzo in questo maledetto lunedi' ma poteva finire li' la cosa?
Seeeee... magari.
Al mio rientro, ore 14, in ufficio mi ferma subito utOnto3.

utOnto3: Abbah Yaddah Bu Bu... Abbah Yaddah Bu Bu... Abbah Yaddah Bu Bu...

Mi tolgo il casco della moto dal cranio e guardo il tizio in questione.

Io: Come dicevi scusa?
utOnto3: Abbah Yaddah Bu Bu... Abbah Yaddah Bu Bu... Abbah Yaddah Bu Bu...

Mi ricordo di impostare il vocabolario in utOntese e chiedo di ripetere.

utOnto3: Internet... Mail... Home banking...
Io: SIAMO_SENZA_INTERNET!
utOnto3: Spiega un po' com'e' sta storia.

In effetti utOnto3 e' stato "assente" dall'ufficio per quasi tutta la mattinata ragion per cui mi armo di santa pazienza e ripeto la storia.

utOnto3: Homebanking!
Io: Niente rete, niente transazioni online.
utOnto3: Homebanking!
Io: Niente rete, niente transazioni online.
utOnto3: Homebanking!
Io: Niente rete, niente transazioni online.

Alla quarta volta decido di lasciar perdere (voi pero' potete anche ripetere il loop di cui sopra quante volte volete).
Sara' il fatto che ignoro l'utOnto in questione, sara' il karma, fatto sta che finalmente avviene il miracolo.

utOnto3: Beh vabbeh, se non risolviamo andro' in banca a fare le operazioni di persona.

Noooooo!!!! Ha visto la luce!!!!!

Ore 16 circa...

utOnta2: Aiuto! Aiuto! Al fuoco! Al fuoco!
Io: Che succede?
utOnta2: Ora non si riesce a chiamare nemmeno facendo l'otto! Tragedia!
Io: Spiegati meglio.
utOnta2: Chiamo e dopo qualche squillo cade la linea!
Io: Sicura che non sia il cliente che butta giu' perche' non vuole parlare con te?
utOnta2: Impossibile. E' SICURAMENTE un problema nei telefoni.
Io: Spetta.

Prendo la cornetta e compongo 8 + [numero del mio cellulare].
Dopo uno squillo parte un'allegra suoneria.
Guardo utOnta2.
utOnta2 guarda me.
Chiudo la comunicazione.
utOnta2 se ne va.

Dai... questa cavolo di giornata e' quasi finita.

venerdì 9 aprile 2010

Pixels

Scusate ma questo e' geniale... :D

La grande avventura del giorno maledetto - parte 2

****************************************************
Questa e' una "storia ricordo" accaduta molti anni fa...
****************************************************

Ore 08:15 circa.


Centralinista: (donna, urlando dalle scale) HO UNA TELEFONATA PER TE!!!
Io: (dopo essermi ripreso dallo shock e aver chiamato il suo interno) Che ti urli a fare?
Cen: Ma non hai detto che non funziona Internet?
Io: E cosa c'entra con il fatto che mi devi passare una telefonata?
Cen: Ma io pensavo...
Io: Passa vah.

Dopo qualche minuto...

utOnta: (donna, urlando dalle scale) EHI C'E' UNO QUA CHE TI CERCA!!!
Io: (tirando su il telefono e componendo un interno) Ma che ti urli a fare?
utOnta: Ma non avevi detto che non funziona Internet?
Io: E cosa c'entra con gli INTERNI dell'azienda?
utOnta: Ma io pensavo...
Io: Lascia stare che e' meglio.

Dopo qualche minuto...

utOnto2: (uomo, correndo nel mio ufficio) NON RIESCO A INVIARE LA POSTA!
Io: Il fatto che non funzioni Internet, come ti ho gia' detto, non ti dice nulla?
utOnto2: Ma avevi detto che gli interni funzionavano...

Sono sicuro che nella mia vita passata devo aver fatto qualcosa di veramente brutto perche' altrimenti certe cose non si spiegano proprio.

Ore 09:00 circa...

Avevo detto che sarebbero stati due giorni lunghi. E questo e' solo il primo.

Centralinista: (chiamando il mio interno) Non mi funziona il telefono!
Io: E con cosa mi stai chiamando?
Cen: No, non hai capito!
Io: (eh, certo, colpa mia) Spiegati allora.
Cen: Quando mi arriva una chiamata funziona solo il cordless e non il telefono normale quindi e' anche questo colpa di [famoso gestore telefonico]!
Io: Va bene, posso darci un'occhiata anche se mi sembra strano, ma non c'entra nulla [famoso gestore telefonico].
Cen: Come fai a dirlo?
Io: Forse perche' il centralino e' INTERNO alla nostra azienda, non e' marcato [famoso gestore telefonico] e nessuno di [famoso gestore telefonico] ci ha mai messo le mani sopra?
Cen: E allora?
Io: Lascia perdere che e' meglio. Spegni e riaccendi il telefono (voip, digitale, ogni tanto si incarta per chi se lo chiedesse). Se ti da ancora problemi fammi sapere che verifico sul centralino.

Passano 5 minuti...

utOnto2: Ascolta ma le mail si riescono a mandare?
Io: Ma che problema avete tutti?
utOnto2: Cioe'?
Io: Quale parte di NON FUNZIONA IL COLLEGAMENTO A INTERNET non e' chiara?
utOnto2: ...
Io: Beh?
utOnto2: Quindi non riesco a mandare le mail?

Finira' questo giorno, prima o poi finira'...

Ore 10:20 circa...

Continua l'epopea dell'assenza di ADSL.
Questa volta e' il turno di utOnto3 che si presenta nel mio ufficio e...

utOnto3: Senti avrei un problema.
Io: Sentiamo.
utOnto3: Devo fare delle telefonate...
Io: E?
utOnto3: Sto provando da 5 minuti...
Io: E?
utOnto3: Non va!
Io: Mi fai una cortesia?
utOnto3: Certo.
Io: Mi leggeresti quel cartello in formato A4 appiccicato accanto a TUTTI i telefoni dell'azienda?
utOnto3: "In caso di problemi con le telefonate in uscita, anziche' premere 0 seguito dal numero, premere 8 seguito dal numero" (per chi se lo chiedesse con lo "0" si passa tramite Voip, con "8" tramite normale linea telefonica).
Io: Hai provato a fare l'otto prima del numero?
utOnto3: Ehm...
Io: Fila via.

Passano 30 secondi scarsi...

Centralinista: Senti qua non va niente. Il centralino va del cavolo da stamattina. E' sicuramente colpa di [famoso gestore telefonico]!
Io: Ma ti ha fatto qualcosa in particolare o stai cercando semplicemente un capro espiatorio?
Cen: Ho provato adesso a passare una telefonata a utOnto e non ci sono riuscita!

In quel momento arriva proprio utOnto.

utOnto: Ehila' il cliente che mi hai appena passato ha detto che richiama. Quando telefona ancora puoi ripassarmelo? Grazie.

Mi volto verso la Centralinista senza dire niente e lei se ne va.
Temo che sara' ancora lunga.

Ore 10:40 circa...

Sono seduto alla mia postazione quando fuori dalla mia porta sento le voci di due utOnti che parlano fra loro.

utOnto: Dovresti avvertire il cliente X che le cose che ha chiesto sono pronte. Sarebbe meglio farlo tramite email pero' cosi' puo' controllare subito.
utOnto2: Non funziona internet. Non posso mandare le mail.
utOnto: Poi ci sarebbero da fare delle comunicazioni e inviarle al cliente Y, anche queste tramite email, perche' e' all'estero e ovviamente i fax non puo' vederli.
utOnto2: Non funziona internet. Non posso mandare le mail.
utOnto: E come ultima cosa bisogna senza meno mandare una mail al cliente Z che sta aspettando delle bozze per il suo progetto.
utOnto2: Non funziona internet. Non posso mandare le mail.

Le cose positive in questo dialogo sono state:
  1. utOnto non ha rotto le scatole a me;
  2. utOnto2 sembra averla capita (uno in meno che mi stressa);
  3. utOnto2 potrebbe rimpiazzare la nostra segreteria telefonica in caso si rompesse.
In fondo non e' poi cosi' male questa giornata...

giovedì 8 aprile 2010

utOnti ovunque

Sempre Morris... :)


Squilla il telefono.

CL: M! Ho salvato un file e non so dove l'ho salvato!

Allora non l'hai salvato, l'hai condannato!
Ma come si fa?

Io: ...arrivo...

mercoledì 7 aprile 2010

Il "tecnico"

Mercoledi' uguale Gabville. L'originale e' qua.

martedì 6 aprile 2010

Tutti i giorni

Ancora Morris che ci tiene compagnia con una delle sue storie.


Stamane mi e' capitato di vedere una CL nel momento in cui parcheggia e scende dalla macchina... curiosa e' la quantita' di gesti che compie per portare a termine l'operazione:
(NOTA: il parcheggio della mia azienda si trova in un seminterrato e c'e' un ascensore per salire; io solitamente sono abbastanza educato da attendere se vedo qualche collega parcheggiare, dunque, avendo dovuto attendere parecchio per questa collega ho osservato bene che caspita
stesse facendo)

- CL arriva e parcheggia (con diverse manovre mooooolto lente)
- CL scende dalla macchina e la chiude
- CL controlla che la portiera di sinistra sia chiusa correttamente
- CL si porta alla portiera destra e controlla la chiusura
- CL riapre (!!) la macchina da destra
- CL prende la borsetta e chiude la portiera
- CL chiude la macchina e ricontrolla che le portiere siano chiuse
- CL torna a sinistra e riapre (!!!!!) la macchina
- CL prende un $nonsochecazzo e richiude la macchina
- CL controlla ancora che le porte non si aprano

A volte ripete l'operazione piu' volte a piacere (con che criterio poi non l'ho ancora capito...)

lunedì 5 aprile 2010

La grande avventura del Giorno Maledetto - parte 1

****************************************************
Questa e' una "storia ricordo" accaduta molti anni fa...
****************************************************

Ore 07:30 circa
...

E' un tranquillo (si fa per dire) lunedi' mattina quando all'improvviso un utOnto irrompe nel mio ufficio con la grazia di un tornado F5.

utOnto: Allarme! Catastrofe! Tragedia!
Io: Che succede?
utOnto: Non funziona piu' Internet!
Io: Spe che verifico.

Ping www.google.it... 100% packet loss...

Ohibo, sta a vedere che per una volta utOnto c'ha preso.
Poco male, in genere quando succedono ste cose si e' incartato il router o lo switch quindi procedo a un bel telnet sull'infausto apparecchio.
L'ADSL e' viva e vegeta ma di ping non se ne parla.
Si procede con un bel reset dell'ADSL...
Niente da fare. La stronza e' UP ma non c'e' linea. A questo punto so gia' benissimo che e' colpa di [famoso gestore italiano] ma per sicurezza faccio un bel reboot generale di router, switch e firewall.
Tempo due minuti e il risultato e' il medesimo. L'ADSL e' UP ma non c'e' modo di uscire piu' oltre il router.
Non avendo (grave errore mio) il numero di telefono dei tecnici di [famoso gestore italiano] chiamo un ufficio per farmelo dare.

Io: Senti mi serve il numero di telefono dell'assistenza per l'ADSL cosi' me lo segno una volta per tutte.
utOnto2: Ti ci guardo subito.
Io: Mi serve per IERI, non so se ci siamo capiti.
utOnto2: Certo. Guardo subito.

Passano 5 minuti...
Passano altri 5 minuti...
Passano in totale 15 minuti...
Echeccazz 15 minuti per un numero di telefono? Va bene che abbiamo pc dell'era preincaica ma 15 minuti sono troppi anche per winblows98... o no?
Quindi mi dirigo a passo spedito nell'ufficio di utOnto2 e lo trovo intento a chiacchierare, caffe' in mano, con un collega.

Io: Mi serve quel numero di telefono SUBITO!
utOnto2: E che cavolo, ma che modi, stavo guardando, ho chiamato utOnto3 perche' non sapevo dov'era.
Io: E come mai hai il caffe' nelle mani? L'hai preso mentre eri in attesa? E perche' stai chiacchierando con utOnto mentre mezza ditta mi scassa gli attributi perche' non funziona Intenet?
utOnto2: Umpf ora guardo.

Prendo il numero di telefono dopo due secondi di query sulla tastiera (era cosi' difficile?) e procedo alla telefonata.

CA: Centro Assistenza [famoso gestore italiano], come posso aiutarla?
Io: 'Giorno, ho problemi con la nostra ADSL. Sul router viene segnata come attiva ma non riusciamo a fare nulla.
CA: Attimo che le passo un tecnico.

Quasi ci rimango male che non mi chiede di controllare su "Start -> Programmi".

AT: Assitenza Tecnica, buongiorno come posso aiutarla?
Io: 'Giorno, ho problemi con la nostra ADSL. Sul router viene segnata come attiva ma non riusciamo a fare nulla.
AT: Mi dia il numero su cui e' agganciata la linea.
Io: [numero].
AT: Qua non mi risulta attivo nessun numero. E' sicuro?

Guardo la fattura di [famoso gestore italiano] con tanto di logo, dati fiscali e indirizzo internet che ho sottomano.

Io: Si, direi di si.
AT: Guardi provi a chiamare [altro numero di assistenza] ma le ribadisco al 100% che con noi non ha niente a che fare.

Io riguardo la fattura tanto per essere sicuro di non avere avuto un miraggio, ringrazio e butto giu'.
Compongo [altro numero di assistenza].

Call Center: Buongiorno, in cosa posso esserle utile?

Ripeto il problema e CC si mette alla tastiera.

CC: Si, eccoci qua, vi ho trovati.

Perche'? C'eravamo persi?

Io: Okay. Quindi?
CC: E' davanti al router?
Io: Si.
CC: Lo spegna.
Io: Spento.
CC: Aspetti.
Io: Aspetto.

Passano 5 minuti di musichetta attesa. Nel frattempo un utOnto arriva nel mio ufficio.

utOnto: Guarda che non va...

Mi appiccico sulla fronte un post-it con su scritto "lo so" e continuo ad ascoltare la felice musichetta d'attesa.

CC: Eccomi qua.
Io: (pensando se gli e' piaciuto il caffe' che ha appena preso) Okay, che mi dice del mio problema?
CC: Accenda il router.
Io: Acceso.
CC: Com'e' ora la sua ADSL?
Io: Down.
CC: Si, e' normale. La sto bloccando io.
Io: ... (che me lo chiedi a fare se me la stai bloccando?)
CC: E' un problema di TCP/IP... WINS... Router, switch, ADSL... Come se fosse Antani ha lo scappellamento a destra.
Io: Certo, certo ma entro quando sistemate?
CC: Massimo due giorni.
Io: Cos'e', ha voglia di scherzare?
CC: Manco un po'.
Io: Okay, grazie.

Saranno i due giorni piu' lunghi della mia vita mi sa...

[Continua nella prossima puntata...]

venerdì 2 aprile 2010

Contatti utili

****************************************************
Questa e' una "storia ricordo" accaduta molti anni fa...
****************************************************

Siamo a meta' mattina. Gli utOnti non rompono le scatole piu' di tanto e io mi sto ingurgitando la prima dose di caffeina della giornata quando mi squilla il telefono.

Centralinista: Ti passo una tipa.
Io: E chi e'?
Cen: Boh, dice che vuole fare dei lavori. Parlaci tu.

TAL (Tipa Al Telefono): Buongiorno io rappresento una societa' che... blah blah blah... nostri clienti... yadda yadda yaddah... altissima produzione... trikketrakke... contatti.
Io: Okay ma esattamente cosa vuole da noi?
TAL: Ci sono alcuni clienti che rappresentiamo che vorrebbero eseguire delle lavorazioni. Il totale del lavoro sarebbe di circa 150.000 (centocinquantamila) euro. Potete sostenere un lavoro simile?
Io: In teoria si. In pratica sarebbe meglio sapere, magari, di che lavoro stiamo parlando e quanto tempo c'e', tanto per cominciare.
TAL: Ovviamente. A questo poi ci penseranno i clienti a comunicarvelo. Se siete interessati la nostra percentuale e' del 3% pagata in anticipo sul lavoro da eseguire.
Io: Alt! Momento. Forse mi e' sfuggito qualcosa.
TAL: Dica.
Io: Lei mi chiama, mi dice che ci sono dei clienti che VOI rappresentate che vogliono lavorare con noi e la percentuale ve la dobbiamo pagare noi? Non le sembra che ci sia qualcosa di sbagliato?
TAL: Ehm...
Io: Non sarebbe piu' giusto se la pagassero i VOSTRI clienti questa percentuale o se, magari, ve la paghiamo noi a lavoro FINITO?
TAL: Beh vede... ammortamento... antani... sbidiguda... prematurata la supercazzola...
Io: Guardi penso di aver capito. Se noi vi dobbiamo pagare per avere qualche contatto in piu' nell'agenda telefonica le dico subito che siamo gia' a posto. Se invece ci sono dei clienti che sono interessati a nostri lavori ben vengano.
TAL: Capisco, allora buona giornata.
Io: Buona giornata anche a lei.

Mah... e si che il lunedi' e' gia' passato...

giovedì 1 aprile 2010

Una piccola perla

Altra storia di Morris e questa volta e' una piccola perla di intelligenza utOntesca.

CL1: Scusa, visto che vai di sopra, guardi sulla mia scrivania se c'e' il mio telefonino che non ce l'ho qua? Se non lo trovi mi fai uno squillo?"
Io: ...

Certo, e come lo senti?