mercoledì 30 giugno 2010

Simpatico dentro

Concordo in pieno con Gabville. Sembrano i miei utOnti quando sono in vena di simpatia...
L'originale e' qui, per chi fosse interessato.

lunedì 28 giugno 2010

La rivincita delle utOnte

Continua la (sarcasmo) divertente (/sarcasmo) installazione dell'aggiornamento del programma di contabilita' presso [cliente] come avevo gia' detto qua. Altro giorno, altri pc, altri utOnti. Si parte con utOnta.

Io: Dovrei installare l'aggiornamento del programma di contabilita'.
utOnta: Cosa fa?
Io: Serve per non dover tutte le volte lanciare un collegamento in desktop remoto al server e...

L'utOnta mi fissa come se stessi parlando in azteco. Antico.

Io: Cosi' va piu' veloce.
utOnta: Ah ok, fai pure.

Perche', se era per un altro motivo non me lo facevi installare?

utOnta: (indicando il pc di un collega) Senti ma lo installi la'?
Io: Si, devo passare tutte le postazioni.
utOnta: Puoi installarlo adesso?
Io: No, purtroppo non posso lanciare l'aggiornamento su piu' pc contemporaneamente. Quello la' dovra' aspettare qualche decina di minuti.
utOnta: Ah, ma non lo installi?
Io: (penso) Ma mi prendi per il [fondoschiena]? (dico) Ehm... fra venti minuti.
utOnta: Ah, ma allora lo installi!

Ohm... ohm... ohm... meditazione zen... ohm...

Io: Si, lo installo. Dopo.
utOnta: Ok.

Finita questa installazione passo in un altro ufficio e lo installo per un utOnto. Una volta conclusa l'operazione chiedo di provarlo tanto per fare un test.

utOnto: Ok, qua ci metto le mie credenziali e poi schiaccio sul pulsante "lancio".
Io: (penso) Veramente sarebbe "connect" ma lasciamo stare (dico) esatto.
utOnto: Mi sembra che vada tutto ben... ehi ehi ehi, cos'e' questa roba?

Io guardo il video e vedo una casellina modello mailbox con tanto di icona a forma di busta da lettere con su scritto "messaggi inviati" e "messaggi ricevuti" ma visto che non ho voglia di perdere tempo, che non e' il mio software e che sinceramente me ne frega abbastanza poco cerco di fargli capire che non me ne occupo io.

Io: Guarda questo software sinceramente non lo conosco. A me hanno solo chiesto di installarlo ma per le funzionalita' occorre che domandi a chi ve l'ha venduto.
utOnto: Ah ok. Senti ma secondo te...
Io: Si?
utOnto: Com'e' questo software? E' valido?
Io: Non ne ho la piu' pallida idea, non l'ho mai usato in vita mia.
utOnto: (un po' deluso) Ah, ok. Grazie.
Io: Prego, figurati.

Passato anche questo pc mi dirigo verso quello successivo quando mi raggiunge utOnto2 con la faccia di chi fatto qualcosa che non doveva.

utOnto2: (con aria cospiratoria) Senti, hai un secondo?
Io: Dipende.
utOnto2: Sarebbe molto urgente perche'... beh... ecco... avrei fatto un piccolo casino.
Io: Sentiamo.
utOnto2: Ho cancellato per sbaglio un file dal server e sarebbe abbastanza importante che venisse recuperato subito prima che il presidente si accorga che non c'e' piu' visto che era roba sua ed era parecchio importante.

Per la cronaca ho smesso di domandarmi "come si fa a cancellare per sbaglio un file" visto che di base viene chiesto qualcosa tipo "vuoi eliminare sul serio questo file, maledetto utOnto?".

Io: Va bene. Dov'era il file che lo cerco nel backup?
utOnto2: [percorso impossibile da ricordare a memoria lungo 5 directory con nomi alfanumerici di dieci caratteri l'una]
Io: Ma cos'e' sta roba? Una cartella warez?
utOnto2: Wa... cosa?
Io: Lascia stare. Apri un ticket con il percorso ESATTO e te lo recupero.
utOnto2: Ok (fa per andarsene poi si gira) ma lo fai subito vero?
Io: Si, tranquillo.

Ho come la sensazione che se non lo facessi subito utOnto2 rischierebbe il posto di lavoro. O un infarto. Chissa' perche'...
Dopo pochi minuti (e un file recuperato) la festa prosegue. Altro giro, altro premio, come dicono da qualche parte. Sono nell'ufficio di utOnta2 che sto per lanciare l'installazione quando...

utOnta2: Senti ma com'e' che il mio pc e' lento per ogni cosa? E' lento ad aprire la posta, e' lento ad aprire i file, e' lento sempre!
Io: Il tuo pc, come abbiamo gia' avuto modo di verificare, non ha problemi particolari. Semplicemente non e' molto, come dire, tecnologicamente all'avanguardia.

Che e' un altro modo per dire che ora i pc tipo il suo li usano come fermaporta nella maggior parte delle aziende italiane.

utOnta2: Eh si ma il mio ha sempre dei problemi... blah blah blah (qua avevo staccato il cervello, potrebbe aver detto qualsiasi cosa)
Io: Il massimo che posso fare e' formattare e reinstallare tutto.
utOnta2: E quanto ti ci vuole?
Io: Una mezza giornata piu' o meno ma detto fra noi secondo me non cambia molto in termini di prestazioni.
utOnta2: E poi qua ci sarebbe ancora quel problema del video, ricordi?

E come se mi ricordo. Una mezza giornata passata a fare test e dimostrazioni cercando di spiegare a utOnta2 che il problema non era nel pc ma nella scheda video.

Io: Si, me lo ricordo.
utOnta2: E non vogliamo fare nulla?
Io: Veramente, come gia' ti ho detto in altri due occasioni, ho gia' dato le specifiche tecniche a [Presidente] ma finche' non viene comprata un'altra scheda video io posso fare molto poco.

Chissa' perche' a sentir nominare il nome del suo Presidente (aka chi firma gli stipendi) utOnta2 si zittisce per un paio di minuti buoni. La calma, pero', e' di breve durata.

utOnta2: Senti io l'unica cosa che voglio e' la certezza di non perdere dati se la scheda video si brucia.
Io: Non vedo come le due cose possano essere legate. Se ti si brucia la scheda video alla piu' brutta vedi lo schermo nero.
utOnta2: Si ma ho la certezza di non perdere dati?
Io: Di sicuro non c'e' niente ma sono abbastanza certo che una scheda video bruciata non comporta perdita di dati anche perche', a voler essere pignoli, i dati sono sul server.
utOnta2: Ah ok, va bene.

E finisco anche questa installazione (grazie Odino).
Torno un attimo in sala macchine e, neanche farlo apposta, squilla l'interno.

Io: Si?
utOnta3: Sai l'installazione che hai lanciato prima?
Io: Si, certo. Ti avevo detto che sarei passato fra poco a verificare.
utOnta3: Penso che abbia finito. La barretta blu (detta volgarmente "barra di avanzamento dell'installazione" per chi non l'avesse capito) e' sparita e sotto c'e' un pulsante con su scritto "fine". Cosa devo fare?

Per un attimo sono tentato di dirgli "oddio, no, cos'hai combinato!!!" ma poi resisto. Ancora mi domando perche'.

Io: Arrivo.

Due secondi dopo schiaccio "fine" e il programma si chiude. utOnta3 mi ha guardato un po' male, dite che devo darle piu' fiducia al prossimo aggiornamento? :)
Un attimo dopo sono nell'ufficio di utOnta4, accendo il video e quasi mi viene un colpo.
Premessa: scheda video Ati (non proprio l'ultimissimo modello ma neanche una [roba marrone]), monitor a 19 pollici, icone grandi come due pollici messi uno accanto all'altro. Ok, utOnta4 non e' proprio giovanissima e porta gli occhiali ma queste icone le vede anche Mister Magoo. L'unica mia fortuna e' che utOnta4 oggi non c'e' quindi posso fare l'aggiornamento senza troppi problemi.
Ah, per chi se lo stesse domandando la risposta e' si, utOnta4 non c'e' e ha lasciato il pc acceso senza bloccare lo schermo. Non era nemmeno in standby.
Cosi' a occhio dovrei avere finito le utOnte per oggi anche se so gia' che domani ce ne saranno altre due e purtroppo so gia' che saranno le peggiori.

venerdì 25 giugno 2010

Soliti problemi, solite soluzioni

La giornata e' iniziata bene, si fa per dire, con la telefonata di una utOnta che lamentava problemi di connessione a internet.

utOnta: E quindi qua non funziona niente. Non va internet, non va l'email, non va nulla!
Io: Verifico se il tuo pc risulta online, un attimo.

Si, il suo pc risulta online e quindi posso collegarmi ed escludere gravi problemi di rete.

Io: Ok, mi sono collegato. Faccio due verifiche.

Apro google... google si apre... cerco "prova"... "prova" trovata.
Apro la mail... la mail si apre... scarico i messaggi... i messaggi vengono scaricati.


Io: Qua a me sembra vada tutto bene.
utOnta: Fino a due minuti fa andava lentissimo.

E gia' siamo passati da "non funziona nulla" ad "andava lentissimo".

Io: Guarda per sicurezza prova a riavviare e poi fammi sapere se le cose migliorano.

Cinque minuti dopo...

utOnta: Non e' cambiato nulla e ora non funziona niente.
Io: Ok aspetta che mi ricollego.

Questa volta', pero', i vari test mi mostrano un effettivo calo (per non dire drastico) delle prestazioni. Google non si vuole aprire e la mail rimane appesa a "download in corso...".

Io: Senti ma sei l'unica con questi problemi o anche i tuoi colleghi li hanno?
utOnta: Ce li hanno anche loro.

Ammetto di non averlo chiesto io ma magari poteva anche dirmelo prima, no? No, scemo io, sono utOnti...

Io: Voi siete collegati tramite router o modem?
utOnta: Si.

Attimo di smarrimento.

Io: No, aspetta, la risposta non puo' essere "si". Router o modem?
utOnta: Ah, non avevo capito. Router.

Non aveva capito? Era cosi' complessa come domanda? Ma soprattutto, se non avevi capito perche' hai risposto "si"?

Io: Ok, prova a riavviare il router. E' anche possibile che il problema non dipenda da voi e che sia il vostro provider ad avere degli intoppi nella rete. Se con il riavvio del router non cambia nulla ci risentiamo fra qualche ora che vediamo come va, ok?
utOnta: Ok!

Alle 10:30 (cioe' dieci minuti dopo la nostra telefonata) l'utOnta ha aperto un ticket in cui si lamentava che non funzionava niente. Deduco che i problemi siano rimasti...

giovedì 24 giugno 2010

Nuovi link

Post veloce per segnalarvi che ho inserito (il primo alcuni giorni fa, l'altro adesso) due nuovi link:
  1. Clerks - un Orologiaio Frustrato;
  2. Appunti di viaggio.
Io li ho trovati interessanti anche se non parlano strettamente di informatica (il primo) e di utOnti (il secondo).

mercoledì 23 giugno 2010

Cavo telefonico

Al solito, Gabville. :)
L'originale e' qui.

martedì 22 giugno 2010

Mi sono doppiato


Annuncio ufficialmente, e la faccia del pinguino qui accanto penso dica tutto, che mi sono doppiato. Ho appena messo online il post di venerdi' 24 giugno 2011.
Nonostante mi dispiacerebbe molto smettere di scrivere questo blog sto iniziando a pensare che avere un anno di storie gia' programmate sia un buon incentivo a cercarsi un altro lavoro.
Mi sbagliero'...

:-)

lunedì 21 giugno 2010

L'aggiornamento

Ed e' arrivato il malefico giorno dell'aggiornamento del programma di contabilita' presso [cliente]. Indovinate un po' a chi tocca il bellissimo incarico?
Sono in riunione con il Boss per capire come procedere e gia' ci sono alcune cose che non sono proprio simpatiche...

Io: Ok, la "scaletta" di installazione, le password e le varie procedure in caso di emergenza ce le ho gia'. Ho solo una domanda.
Boss: Dimmi.
Io: Visto che l'installazione e' via rete, si puo' lanciare contemporaneamente su piu' client cosi' faccio prima?
Boss: No, se lanci piu' di una installazione [programma] si pianta.
Io: Bella [roba marrone e puzzolente]. Spero almeno che non ci voglia una vita per ogni pc.
Boss: Ehm...
Io: Ehm, cosa?
Boss: Mentre si installa tu vedi di risolvere i ticket di [cliente]. L'ultima volta che ho fatto dei test, [programma] ci impiegava fra i 30 e i 40 minuti.
Io: (ingenuamente) totali?
Boss: Ah, ah, ah, simpatico. Intendevo per pc.
Io: Ah.

Cosi', armato di santissima pazienza, mi reco da [cliente] nel primo pomeriggio di una splendidamente fredda giornata di inizio dicembre e procedo con l'installazione seguendo la procedura "passo passo" stile utOnto che mi sono portato dietro.

Umh, allora, vado in [percorso di rete] e lancio [file.bat]

EEEEEEEEEEKKKKKKKKKKKKK! Errore. Non hai i permessi per farlo, il file e' danneggiato o non e' un file valido di installazione.

Pork... Magari vuole le credenziali di Admin di rete?

EEEEEEEEEEKKKKKKKKKKKKK! Errore. Non hai i permessi per farlo, il file e' danneggiato o non e' un file valido di installazione.

Ma pork... ok, e' ora di chiamare il supporto tecnico.

Compongo il numero di cellulare che mi hanno dato ma risulta spento. Chiamo, quindi, il fisso.

Centralinista: Buonasera, [nome ditta], come posso aiutarla?
Io: Salve, sono [io] di [nome ditta]. Con chi posso parlare per problemi all'installazione del vostro programma di contabilita'?
Cen: In genere se ne occupa [utOnta] (che e' quella del numero di cellulare di prima, per la cronaca) ma e' a casa in malattia quindi dovrebbe parlare con [tecnico].
Io: Me lo puo' passare?
Cen: Purtroppo e' da un cliente per un intervento. Se mi lascia il suo numero la faccio chiamare.
Io: [numero]
Cen: Ok, la faccio contattare al piu' presto.

Passano 5 minuti...
Passano altri 5 minuti...
Passano in totale 15 minuti...
Quando sto per richiamare gli storditi mi appare davanti, nei corridoi dell'azienda, un'altra utOnta della suddetta ditta di storditi.

Io: Ehi, cercavo qualcuno di voi.
utOnta: Dimmi.
Io: Ho dei problemi con l'installazione del vostro programma di contabilita', potresti venire a dare un'occhiata?
utOnta: Certo!

Arriviamo davanti a un pc, lancio l'installazione e compare ancora il maledetto errore. Nel frattempo utOnta si e' attaccata al telefono con l'altra utOnta, quella in malattia, per chiedere lumi.

utOnta: Qua dice [errore], sai cosa vuol dire?
utOnta al Telefono: Coff... coff... Secondo me non ha i permessi... coff... coff... per poterlo lanciare.
utOnta: L'utente con cui hai lanciato il programma ha diritti di amministrazione?
Io: Si, e' amministratore della sua macchina.
utOnta: (a quella al telefono) Si, ha i diritti (poi guarda me) Ne e' sicuro?
Io: Decisamente.
utOnta: (sempre a quella al telefono) Che facciamo?
uaT: Allora... coff... coff... bisogna che chiami... coff... coff... [tecnico] perche' io non ti so aiutare... coff... coff...

utOnta aggancia talmente veloce che per un attimo ho il dubbio che abbia paura di prendersi qualche virus attraverso la cornetta quindi chiama [tecnico] ma il numero e' occupato. Mentre attendiamo che si liberi, scambiamo due parole.

utOnta: Secondo me e' una questione di permessi.
Io: Cos'e' che non e' chiaro quando dico che l'utO... l'utente ha i permessi di amministratore della sua macchina?
utOnta: Beh...
Io: E comunque taglio subito il discorso perche' ho lanciato lo stesso file anche con i privilegi di amministratore di rete ma succede la stessa cosa.
utOnta: Eh no, l'amministratore di rete e' un'altra cosa. (giuro, parole testuali)
Io: Veramente l'amministratore di rete ha i permessi di vita/morte/miracoli su ogni pc, server o utente all'interno dell'azienda.
utOnta: (ricomponendo il numero di [tecnico]) Ora comunque la faccio parlare con [tecnico]... ah, ciao, ti passo il ragazzo che si occupa dell'installazione del nostro programma di contabilita' da [cliente].
Io: (prendendo il cellulare) Salve, quando installo, il programma mi restituisce [errore].
Tecnico: Si, ne siamo a conoscenza. Connetti quella cartella come unita' di rete e bypassi il problema.
Io: Grazie, molto gentile.
Tecnico: Figurati.

Restituisco il cellulare con un sorriso e torno in postazione procedendo alla prima installazione che, come da programma, ci impiega fra i 30 e i 40 minuti. Sto per andare a vedere se c'e' qualche ticket aperto quando si presenta utOnto lamentando problemi alla stampante.

Io: Hai provato a spegnere stampante e pc?
utOnto: Certo!
Io: E...?
utOnto: Uguale a prima.

Entro nell'ufficio di utOnto e lancio una pagina di prova per il motivo che fidarsi e' bene ma non fidarsi e' meglio (degli utOnti) ed effettivamente la stampante non va. Procedo quindi con la tecnica suprema numero due: reboot. Si, lo so che l'utOnto aveva detto di averlo fatto ma se capitasse a voi ci credereste sul serio?
Un reboot dopo faccio partire una stampa e funziona tutto alla perfezione.
Guardo l'utOnto.

utOnto: Ti giuro che prima l'avevo fatto.
Io: Sara' il tocco magico del tecnico.

E torno a vedere come procede l'aggiornamento.

20%, non male in 10 minuti...

utOnto2: (lanciandosi nell'ufficio e parlando a voce altissima) hai un attimo?
Io: (Cercando di staccare la mano che, con presa modello rigor mortis, si e' fissata al mouse e non vuole lasciarlo) Che c'e'?
utOnto2: Hai poi risolto il problema dell'antivirus?

Nota: utOnto2 e' quello che e' riuscito a infettarsi il pc con 10 virus diversi.

Io: No, ancora non ho avuto modo di guardarci. Contavo di farlo oggi ma dubito di riuscirci vista la velocita' di installazione del programma.
utOnto2: Allora ti aspetto di sopra nel mio ufficio?
Io: Si, domani forse, se finisco.
utOnto2: (ammiccando con un sorriso e una strizzata d'occhio. No, non e' gay per chi se lo chiedesse... almeno credo) Ma non hai due minutini per me?
Io: Forse domani, come ho gia' detto e spiegato.
utOnto2: Ok.

L'installazione dopo un po' (un bel po') finisce e procedo ad aggiornare la versione con quella installata sul server. Si, perche' non solo gli storditi che producono questo programma hanno fatto un'installazione talmente lunga che faccio prima a copiare i files in codice binario a mano ma non l'hanno neppure fatta uguale a quella del server.
Nota: Se c'e' qualcuno a cui e' venuto in mente "ma non potrebbe essere la rete aziendale che e' lenta?" la risposta e' no, per due motivi:
  1. La LAN e la DMZ sono in gigabit;
  2. Durante la prima installazione avevo aperto il pannello di controllo di uno degli switch (un HP ProCurve) e viaggiavo intorno al 5% di occupazione di banda.
Finito anche l'aggiornamento sono pronto per la prima prova.

Io: (rivolto a utOnto3) Puoi collegarti e vedere se funziona tutto correttamente?
utOnto3: Si, un attimo, a ricordarsi la password.
Io: Ma non lo usi tutti i giorni?
utOnto3: Si, e allora?
Io: Lascia stare.

utOnto3 inserisce una prima login e una password ma...

EEEEEEEEEEEEEEEKKKKKKKKKKKKKKKKKK! Username o password errati, riprovare.

utOnto3 mi sorride e riprova.

EEEEEEEEEEEEEEEKKKKKKKKKKKKKKKKKK! Username o password errati, riprovare.

utOnto3 sorride di meno e riprova un'altra volta.

EEEEEEEEEEEEEEEKKKKKKKKKKKKKKKKKK! Username o password errati, riprovare.

utOnto3: Dai! [bestemmia], sto cazzo del [bestemmia] e ste password della [bestemmia]. Sempre diverse, e una volta minuscole [bestemmia] e una volta maiuscole [bestemmia]. E che cazzo [bestemmione da competizione]!

Sto per suggerirgli l'uso di "pippo123" come password ma mi trattengo, non vorrei che mi lanciasse contro qualcosa di voluminoso, tipo il gruppo di continuita' che sta sotto la sua scrivania per esempio.

utOnto3: (indovinando la password) Ah, ok, era il mio nome in minuscolo e come password il mio nome in maiuscolo.

Quasi quasi preferivo "pippo123"...

utOnto3: Ok, sembra che vada tutto bene. Grazie!
Io: Figurati.

Visto che ho avuto la conferma che funziona tutto correttamente procedo andando al pc successivo.
Qualche installazione dopo, mentre sono nell'ufficio di utOnto4, mi capita di ascoltare un pezzo di telefonata. Credo si commenti da sola.
Nota: La telefonata era in vivavoce.

utOnto4: Senti... ci davamo del tu vero?
Tipa al Telefono: Si, dimmi.
utOnto4: Stavo cercando un sistema a fosfati di sodio.
TaT: Polvere di potassio vorrai dire.
utOnto4: Si, esattamente.

Ora, come avra' fatto TaT a trasformare "fosfati di sodio" in "polvere di potassio" non mi e' dato saperlo. Do per scontato che conoscesse bene utOnto4 e capisse profondamente la sua psiche.

utOnto4: Me ne serviva uno.
TaT: Ok, non c'e' problema.
utOnto4: E, gia' che ci siamo, sono interessato anche alla bombola, alla centralina e ai sensori che controllano la centralina.
TaT: Magari e' la centralina che controlla i sensori.
utOnto4: Si, esattamente.

Non so chi sia la TaT, ne' per quale azienda lavora ma mi sta gia' simpatica. Chissa' perche'...
Si fanno le 17:55 e sto per andare via rimandando le altre installazioni a domani quando l'occhio mi cade su un ticket di intervento appena arrivato da [altro cliente].
Lo riporto pari pari.

Quando è stata configurata la postazione con "Microsoft Outlook" non è stata trasferita la rubrica da outlook a microsoft outlook. Inoltre se usa la funzione "invia" da word si apre automaticamente "Outlook" anziche "Microsoft Outlook" e quindi gli invii non vengono memorizzati da microsoft outlook.

Immagino che per "Outlook" l'utOnto in questione intende "Outlook Express" ma come l'ha scritto era troppo bello per non riportarlo su questo blog. :)
Come se tutto questo non bastasse (Murphy oggi e' gentile con me, mi domando cosa mi succedera' domani) sulla soglia della porta arriva un'altra perla.

utOnto5: Cioe' ma ci credi?
utOnto6: Cosa?
utOnto5: Ma ti rendi conto che [altro utOnto esterno all'azienda] ha messo un ricarico in fattura, no dico in fattura, perche' il lavoro lui l'ha eseguito in inverno anziche' in autunno?
utOnto6: Mi prendi in giro?
utOnto5: Neanche un po'.

Che altro aggiungere? :)

venerdì 18 giugno 2010

Shit My Dad Says

Ho appena scoperto, grazie a questo post sul blog Roba da /dev/null, un sito che mi ha fatto piegare in due dal ridere. Il sito in questione, come da titolo, si chiama Shit My Dad Says. Prima di cliccare sul link dovete sapere che:
  1. E' in inglese;
  2. E' zeppo di parolacce.
Quindi, citando "Roba da /dev/null", "chi non conosce l’inglese o non tollera le parolacce farebbe bene a non cliccarci su".
Per chi non avesse voglia di andarselo a leggere, incollo qua sotto un paio di post (che tanto sono brevi). Vale la regola "se vi da fastidio, non leggete". Poi non venite a lamentarvi con me. :)


The baby will talk when he talks, relax. It ain't like he knows the cure for cancer and he just ain't spitting it out.

You seen my cell phone?...What’s it look like? Like two horses fucking. It’s a phone, son. It looks like a phone.

STOP apologizing. You're sorry, he gets it, Jesus. You spilled a glass of wine, not fucked his wife.

Can we talk later? The news is on... Well, if you have tuberculosis it's not gonna get any worse in the next 30 minutes, jesus."

La sveglia mattutina

Oggi ho appena fatto in tempo ad appoggiare il giubbotto sulla sedia che e' subito suonato il telefono.

Io: Buongiorno, sono [io] di [nome ditta].
Collega: Ciao, potresti farmi una cortesia?
Io: Certo, dimmi.
Collega: Dovresti andare, quando hai un attimo, da [cliente] e chiedere di [utOnto]. Ha un problema al suo pc. Non e' una cosa complessa, si risolve installando il SP3 di Windows XP.
Io: Ok, sara' fatto.

Cosi', armato di belle speranze (e della mia borsa da tecnico IT), vado da [cliente] e chiedo di [utOnto] quindi arrivo in postazione e inizio a fare le mie cose.
Nota bene: Non avevo ancora preso il caffe' quindi ero un po' addormentato.

Per prima cosa avviamo il pc in modalita' provvisoria...

BEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEP!!!!!!

Il "beep" che avete appena letto non e' stato provocato da un errore mio e nemmeno da un allarme di qualche tipo. E' stato il pc di [utOnto] che aveva il volume impostato sul livello "concerto dei Metallica".

Io: (cercando di ripristinare l'udito e scendendo dal soffitto a cui mi ero attaccato modello "gatto incazzato") Piace ascoltare la musica altina eh?
utOnto: Beh, sai com'e'...
Io: (penso) [parola davvero molto poco carina rivolta a lui e a tutti i suoi parenti stretti]

A parte la perdita dell'udito non ci sono stati particolari inconvenienti e trenta minuti dopo sono di ritorno in ufficio. Appena varco la soglia...

Boss: Hai poi risolto quel problema di [utOnto] di [altra ditta]? Quello relativo all'antivirus?
Io: Dici il tizio che e' riuscito a beccarsi dieci, dico dieci, virus diversi?
Boss: Esattamente.
Io: No, devo chiamare oggi il tecnico di [software antivirus] per avere qualche spiegazione.
Boss: Ok.

Quindi, spronato dal Boss, mi attacco al telefono con [tecnico]. Taglio i saluti.

Io: Dal pannello di controllo non riesco a installare l'antivirus dopo averlo rimosso. Le cose sono due: o ci sono altri virus o c'e' qualcosa che non va nel suddetto pannello.
Tecnico: Guarda, sappiamo che quel pannello di controllo ha "qualche" problema.
Io: Del tipo?
Tecnico: Mah, in alcune vecchie versioni, ma poi neanche tanto vecchie, quando lanciavi l'installazione dell'antivirus a un certo punto si fermava e crashava ma lui pensava di avere finito.
Io: Pensava?
Tecnico: (ignorandomi) poi quando andavi a rimuoverlo lui diceva che aveva fatto ma in realta' non toglieva proprio nulla.
Io: (penso) Bella [roba puzzolente] (dico) Ok, tutto bellissimo, si fa per dire, ma come risolvo?
Tecnico: Guarda, lancia l'installazione a mano prendendo l'eseguibile da [nome directory]. Se cosi' non va fammi sapere che ti do la procedura per la rimozione manuale delle voci di registro.

Quando ho chiuso la telefonata chissa' perche' mi e' venuto un brivido ripensando alla frase "rimozione manuale delle voci di registro".

mercoledì 16 giugno 2010

Prologo pt2 e Buon Natale

Buon Natale ora e' un pochino fuori luogo ma che volete che vi dica? Questa e' la vignetta di Gabville di oggi. :)

lunedì 14 giugno 2010

Lo strano fax-programma

Questa storia fortunatamente non e' capitata a me.
In ditta abbiamo a che fare con un'azienda particolarmente grande il cui responsabile IT e' un responsabile IT di nome e poco di fatto ragion per cui quando le cose si fanno piu' complesse di "avanti, avanti, avanti, fine" riceviamo la Telefonata (con la "T" maiuscola).
Oggi, purtroppo, [collega] ha dovuto contattare GTu (Gran Tecnico utOnto) per un problema a un'applicazione di gestione dei fax via rete o, se preferite, fax-programma.

Collega: Salve, vorrei parlare con GTu.

Qualche istante dopo...

GTu: Ciao, ho un problema con...
Collega: Si, ne sono al corrente, ti chiamavo per quello. Posso aprire una sessione in desktop remoto al server di gestione dei fax cosi' verifico?

Si, sono talmente grandi che dobbiamo chiedere il permesso anche per fare una puzzetta. Da remoto.

GTu: No, non si puo' perche' le politiche aziendali di sbidiguda antani come se fosse scappellamento bipolare a destra.
Collega: Ok, allora bisogna che vai su [nome sito] e clicchi su [nome link] cosi' posso accedere al pc.
GTu: Ok!

Nota: Se vi state chiedendo "ma non e' la stessa cosa?" la risposta e' "si". Almeno per le persone normali.

GTu: Mentre ti colleghi ricapitolo il problema.
Collega: (alzando gli occhi al cielo) Sentiamo.
GTu: Il vostro fax-programma ha dei grossi limiti e ho provveduto gia' a informare il vostro Boss a riguardo. La cosa che piu' ci infastidisce e' che ha un limite di 9999 fax. Noi siamo gia' a 9940!
Collega: Cio' mi sembra parecchio strano comunque ora mi sono collegato e verifico.

Qualche verifica dopo...

Collega: Veramente non e' proprio cosi'.
GTu: Si, invece.
Collega: Se ti colleghi a [nome pagina] vedrai che il limite di cui parli c'e' ma non si riferisce al numero di fax che puoi inviare bensi' alla cronologia dei fax ricevuti e inviati.
GTu: Si ma vedi (muovendo il mouse nella casella di inserimento del testo) se io scrivo diecimila non me lo prende!
Collega: Prima di tutto qua non dice che "oltre i 9999 non funziona" ma che fino a 9999 li registra poi manda un messaggio al server che, in automatico, inizia a cancellare quelli vecchi. Inoltre a voler essere proprio pignoli c'e' anche la funzione di archiviazione automatica se proprio non si puo' fare a meno della storia secolare dei fax inviati e ricevuti.
GTu: Ho capito ma non prende 10000!
Collega: Ok, ma il fax funziona comunque e funziona anche il sistema di log.
GTu: Va bene, ma allora cosa mi dici dei rapporti?
Collega: (sapendo gia' di cosa stava parlando) I rapporti vengono generati in un file csv quindi con Excel te li puoi comodamente...
GTu: Excel? Cosa c'entra Excel? Io ho Acrobat!

A questo punto [collega] e' rimasto zitto per quasi un minuto sperando che il silenzio favorisse gli ingranaggi nel cervello di GTu e, stranamente, cosi' e' successo.

GTu: Ah, ok, ho capito.
Collega: Bene. Serve altro?
GTu: No, a posto. Grazie.

E questo e' il capo IT di un'infrastruttura con qualcosa tipo dieci sedi remote (e non parlo di piccoli loculi da due persone) e una sede centrale in un edificio di tre piani con non so quanti uffici.

venerdì 11 giugno 2010

Se non ci arriva...

Questo post e' il continuo di quello di lunedi'. La giornata, ovviamente, non poteva finire li'.
Dopo la pausa pranzo e dopo aver fatto la ridicola modifica che ci avevano chiesto ho contattato Bu (Bella utOnta) di [nome ditta] per fare qualche verifica.
C'e' bisogno che vi dica il risultato?
Decido quindi di dare una svegliata al supporto tecnico e prendo la linea con la donna di questa mattina.

utOnto Tecnico Donna: uTD, buongiorno.
Io: Sono [io] di [nome ditta]. Ci siamo sentiti questa mattina per quel problema di stampe via desktop remoto.
uTD: Ah si, hai fatto quelle prove?
Io: Si, certo, vi chiamo per questo. L'utente aveva gia' i permessi per poter modificare le stampanti.
uTD: Un attimo.

Musica d'attesa...

uTD: Eccomi, quello che intendevamo questa mattina era verificare che avesse i permessi di modifica sui files di [programma].
Io: (penso) E perche' non lo avete detto subito? (dico) Due secondi che ti dico. Mi puoi dare il percorso?
uTD: Eh, bisogna vedere se il cliente ha fatto customizzazioni o se sono quelli originali perche' potrebbero essere ovunque.

Ma questa mi prende per il culo?

Io: Diciamo che sono standard e non sono state fatte customizzazioni. Dove stanno?
uTD: (sbuffando) Un attimo che te lo dico.
Io: Grazie.
uTD: Se sono originali sono in [percorso] mentre se ci sono customizzazioni sono in [altro percorso].

E allora perche' avevi detto che potevano essere ovunque? E' una domanda retorica, la risposta la so gia'.

Io: Verificato sia [percorso] che [altro percorso]. Tutto a posto con i permessi.
uTD: Un attimo.

Riparte la musichetta d'attesa...

uTD: Puoi verificare anche se la cartella principale del programma ha gli stessi permessi?
Io: Verificato, li ha.
uTD: Un attimo.

uTD appoggia la cornetta ma non fa partire la musichetta d'attesa.
Grave errore.
In sottofondo sento uTD e utOnto Tecnico Uomo parlare.

uTD: Dice che la cartella li ha gia' i permessi. Non puo' essere un problema di VPN?
uTU: No, non puo' essere. E' un problema del desktop remoto. L'utente non ha i permessi di stampare dal desktop remoto e quindi ci sono casini.

Ma brutto [parola poco carina], se ti ho detto che lanciando un notepad in desktop remoto dal server stampa senza problemi!

uTD: Quindi?
uTU: Quindi se lui (io) non ci arriva...

Nella mia testa si sente il CLA-CLACK! del fucile a pompa e l'attimo di silenzio successivo contribuisce ad aumentare la mia giusta incazzatura. Pochi secondi dopo, come se si fossero resi conto che non ero in attesa, parte la musichetta. Aspetto che finisca il ritornello pro-suicidio per riversare un po' di cattiveria sulle spalle del primo che rispondera'. Tocca a uTD.

uTD: Senti abbiamo pensato a quello che...
Io: (direi abbastanza arrabbiato) Abbiamo pensato un bel niente. Prima di tutto riferisci al tuo collega che io ci arrivo benissimo. Seconda cosa, come vi ho gia' dimostrato, non e' un problema di permessi visto che con notepad in desktop remoto stampo correttamente e per finire fatemi il piacere di mettermi in attesa se pensate di insultarmi ancora.
uTD: (palesemente imbarazzata) Ah... si... hai ragione... ora cercheremo di riprodurre l'errore visto che... beh... qua noi non ci riusciamo... ti facciamo sapere.
Io: Attendero' con ansia la prossima telefonata.

Poi, ci mancherebbe, possono avere anche ragione ma un minimo di rispetto verso chi comunque sta lavorando lo pretendo (si, lo so che sono il primo, con questo blog a rispettare poco gli utOnti ma qua si fa per ridere, sul lavoro non mi sono mai permesso di "sputare" veleno su un'altra persona).
Comunque la giornata non e' finita poi male.
Squilla il telefono.

Io: Buonasera, sono [io] di [nome ditta].
utOnto: Ciao, sono [utOnto].
Io: Dimmi.
utOnto: (sussurrando) Volevo installare un programma...

E gia' quando parlano piano stile "cosi' il capo non mi sente" mi scampanellano tutti gli allarmi.

Io: Si.
utOnto: Allora ho scaricato questo crack da internet, gli ho passato sopra l'antivirus ovviamente, ma quando l'ho lanciato e' scomparsa l'icona dell'antivirus e non mi ritrovo piu' l'eseguibile per lanciarlo a mano. Secondo te cosa puo' essere?

Puo' essere che sei un imbecille. Mai considerata l'ipotesi?

Io: Al 99% ti sei preso un virus.
utOnto: Ma gli ho passato l'antivirus prima!
Io: (sospirando) Non e' che se hai un antivirus sei immune a tutto soprattutto se ti sei preso un bel virus di quelli nuovi.
utOnto: Ah. Come facciamo?
Io: (sospirando ancora) Domani mattina vengo li'.
utOnto: Non riesci a passare adesso?
Io: (guardando l'orologio e constatando che e' ora di andare a casa) No, direi di no.

Alla fine almeno un sorriso l'ho fatto.

mercoledì 9 giugno 2010

Succedeva ad Agosto5: Prologo pt1

Gabville in difficolta'. ;)
L'originale lo trovate cliccando su questo link.

martedì 8 giugno 2010

Maglietta

Come "The IT crowd" insegna non e' mai troppo tardi per farsi una bella maglietta il cui significato si spera entri prima o poi nel cervello degli utOnti (ho scarsa fiducia in questo, lo ammetto). Appena rimedio cinque minuti, comunque, ho intenzione di farmi stampare su t-shirt bianca l'immagine che segue.



Spero solo di riuscire a trovarla con una risoluzione maggiore perche' questa qua fa un po' schifo a livello di qualita'...

lunedì 7 giugno 2010

Il regalo del Boss... e di Murphy

Simpatica giornata quella di oggi. Appena arrivo in ufficio trovo una mail del Boss che mi dice di aprire un ticket di [ditta che non conosco] per verificare un semplice (ricordate, semplice) problema con la porta della stampante che, anziche' essere via rete e' stata installata come locale.
Vado nell'ufficio del Boss e chiedo qualche informazione aggiuntiva.

Io: Ehila' Boss, avrei bisogno di sapere qualche cosa in piu' tipo il numero di telefono di questi tizi.
Boss: Pagine gialle che io non ce l'ho.
Io: Ok.
Boss: Ah, chiedi di [utOnta] quando chiami che e' lei che ha il problema.
Io: Ok.

A questo punto ho in mano tutti i dati e procedo a chiamare la suddetta utOnta di [nome ditta che ora conosco].

utOnta Receptionist: Buongiorno, [ditta], come posso aiutarla?
Io: Salve, sono [io] di [nome ditta]. Potrei parlare con [utOnta]?
uR: Umh [utOnta] al momento e' impegnata al telefono.
Io: Ok, richiamo fra cinque minuti.

Cinque minuti dopo...

uR: Buongiorno, [ditta], come posso aiutarla?
Io: Salve, sono sempre [io] di [nome ditta]. [utOnta] e' libera?
uR: No, sempre al telefono.
Io: Ok, richiamo fra dieci minuti.

Dieci minuti dopo...

uR: Buongiorno, [ditta], come posso aiutarla?
Io: Salve, di nuovo [io] di [nome ditta]. [utOnta]?
uR: Vedi sopra.
Io: Ok, richiamo fra cinque minuti.

Altri cinque minuti dopo...

utOnta: Buongiorno, [ditta], come posso aiutarla?
Io: Salve, sono [io] di [nome ditta]. Cercavo utOnta.
utOnta: Sono io!
Io: Bene, la chiamavo per il ticket di intervento alla stampante. Mi devo collegare al suo pc da remoto, e' possibile farlo ora?
utOnta: Certamente.

Faccio partire la connessione remota ma dopo tre secondi cade la linea.

Io: Mi e' caduta la linea, ora riprovo.

Dopo trenta secondi cade ancora.

Io: Ho problemi di connettivita' con la vostra sede, riprovo un'ultima volta.

Dopo un minuto cade la linea per l'ennesima volta.

Io: No, evidentemente non riesco a collegarmi. Le faro' sapere.
utOnta: Ok.

Cosi' mi reco nell'ufficio del Boss e gli spiego la situazione.

Boss: Hai vinto un viaggio premio da [nome ditta].
Io: Dove sono? Sai com'e', non essendo pratico del luogo...
Boss: Sai dov'e' [altra ditta]?
Io: Si.
Boss: Stessa via, in fondo alla strada.
Io: Perfetto.
Boss: E poi non dire che non ti voglio bene.
Io: Eh?
Boss: Vedrai.

Cosi', armato di belle speranze e della mia fida valigetta da tecnico, mi reco presso [nome ditta] e faccio la conoscenza di utOnta e capisco cosa intendeva il Boss. L'utOnta (d'ora in poi Bella utOnta), anche se non e' proprio giovanissima, si mantiene parecchio bene. Non rientra in cio' che definisco bellissimo ma comunque non e' male.
Sbrigate le formalita' mi metto al lavoro e verifico che la porta della stampante sia impostata correttamente e cosi' e' (ricordate il "semplice" problema, vero?) quindi mi metto a testa bassa nelle configurazioni per capire dove sia l'intoppo.
Spiegazione: [nome ditta] utilizza una VPN presso [altra ditta] e gli utOnti si collegano in desktop remoto a un programma che gira su un server. A quanto pare il server, pero', si rifiuta di stampare come dovrebbe.

Io: (penso) Sta a vedere che e' il solito problema della carta che anziche' essere A4 e' impostata come Letter.

Verifico i parametri della stampante locali e sono giusti quindi mi collego in RDP sul server e scopro che invece e' impostata a Letter. Correggo il problema, riavvio la sessione e verifico che sia impostata correttamente.

Io: (penso) Ok, tutto sembra essere a posto. Facciamo due prove.

Lancio notepad in locale... scrivo qualcosa... stampo... ok!
Lancio notepad in remoto sul server... scrivo qualcosa... stampo... ok!


Io: Dovrebbe essere a posto, potresti verificarmi da [programma] che funzioni correttamente?
Bu: Ok aspetta... umh no, non stampa.
Io: Come non stampa?
Bu: Eh no, guarda.

La Bu lancia il programma, carica un documento, lancia la stampa ma server e stampante non danno segni di vita.
Prendo i comandi e verifico i settaggi della stampante all'interno del programma e scopro che questa [parola poco carina] di applicazione non ha preso i parametri corretti (aka la carta e' ancora Letter). Decido quindi di chiamare il supporto tecnico.

supporto Tecnico utOnti: sTO, buongiorno.
Io: Salve, mi chiamo [io] e chiamo per conto di [nome ditta]. Abbiamo un problema con il vostro software.

E qua spiego alla gentile donna che mi ha risposto i problemi che ho riscontrato e le prove che ho fatto.

utOnto Tecnico Donna: Ho capito, allora fai questa quella e quell'altra prova.
Io: Fatto. Niente stampa.
uTD: Bene, fai un'altra prova e un'altra ancora.
Io: Fatto. Niente stampa neanche adesso.
uTD: Capisco. Prova a fare anche questa prova e anche quest'altra.
Io: Stesso risultato.
uTD: Attimo.

Parte la musichetta d'attesa e, quando torna la linea, sono al telefono con una voce maschile che non assomiglia per niente a quella femminile di prima.

utOnto Tecnico Uomo: Sono qua.
Io: (penso) Chi l'ha chiamata? (dico) bene.
uTU: Mi ripete il problema?

Io, alzando gli occhi al cielo e vedendo Murphy che se la ride di gusto, mi rimetto a spiegare tutto.

uTU: Ok, ho capito. Faccia questa prova.
Io: Fatto. Niente stampe.
uTU: Ok. Faccia quell'altra prova.
Io: Fatto. Niente stampe.
uTU: Faccia questa prova definitiva che sistema tutto.
Io: Indovini un po'?
uTU: Umh. A quanto pare e' un problema di permessi dell'utente sul server. Evidentemente quando si collega in remoto l'utente non e' abilitato a cambiare i valori di default della stampante e quindi non riesce a modificare il tipo di carta.

Il che potrebbe anche avere un senso se non che...

Io: Eh? Ma se da notepad lanciato sul server nella stessa sessione remota riesco a stampare...
uTU: Si fidi.
Io: A me sembra una cavolata ma se lo dice lei... Quindi come procediamo adesso?
uTU: Devo contattare il sig. [Boss] per risolvere il problema.
Io: [Boss] e' il mio Boss.
uTU: No.

No? Mi avranno licenziato nel tragitto in macchina e non lo so ancora...

Io: Come no? [Boss] e' il mio Boss. Ci lavoro, sono un suo dipendente, mi paga lo stipendio.

Attimo di smarrimento di uTU.

uTU: Ah, allora lei non e' un dipendente in [nome ditta]?
Io: No.
uTU: Ma allora lei... e' un tecnico!

Ma e' una cosa cosi' brutta?

Io: Eh si.
uTU: Allora bisogna che dica a [Boss] questo, quello e quell'altro e vedra' che si riuscira' a sistemare.
Io: Ok, mi da una sua mail cosi' quando non si sistemera' nulla e dovro' ricontattarla sapro' a che indirizzo inviare le lamentele?

Quando, non "se"...

uTU: [mail]
Io: Ok, a piu' tardi.

Secondo voi quanto ci mettera' Boss a capire che la soluzione proposta e' un'emerita [parola poco carina]?

venerdì 4 giugno 2010

utOnti anche al bar

Questa e' una piccola divagazione. Oggi, durante una pausa, ho fatto un salto al bar dietro l'angolo per prendere un caffe' come Odino comanda.

Io: Salve, potrei avere un caffe'?
Bu (Barista utOnta): Ok pero' cavolo sei sempre cosi' serio quando ordini il caffe'. Un sorriso ogni tanto potresti farlo.

Io guardo la barista senza capire. Ok, potro' non essere la persona piu' simpatica che passa da quelle parti ma non e' che ogni volta che un cliente entra li' dentro scoppia a ridere o racconta una barzelletta.

Io: Se vuoi la prossima volta entro con il naso rosso da clown e faccio qualche giocoleria cantando una canzoncina allegra.

Non mi ha risposto. Che se la sia presa?

mercoledì 2 giugno 2010

Succedeva ad Agosto 3: Amichevole tra colleghi

Gabville come al solito. L'originale e' qui.