lunedì 7 febbraio 2011

So quello che dico, fidati

Oggi doveva essere una giornata tranquilla finche' non mi sono imbattuto in un utOnto particolarmente... come dire... stronzo. Purtroppo non ho in mente altre parole per definirlo cosi' uso l'unica che si adatta correttemente all'individuo. Scusate la brutalita'.
Tutto ha avuto inizio quando [collega] mi ha chiesto di passare presso un cliente per verificare alcuni parametri di un fotocopiatore che funziona anche da fax con inoltro in mail. In genere non ci occupiamo di queste cose ma e' una cosa semplice (andare in azienda, verificare che i parametri siano giusti, uscire) quindi...
Pieno di buone speranze mi reco presso il cliente in questione, mi presento alla reception e vengo condotto al fotocopiatore. Dopo una breve verifica scopro che tutti i parametri (che credevamo sbagliati) sono inseriti correttamente ma che, per qualche motivo, il fax quando inoltra le mail crea casini e le mail non arrivano.
Visto che questo discorso l'ha seguito [collega] penso sia meglio chiamarlo.

Collega: Si?
Io: Senti, sono qua da [cliente]. I parametri sul fotocopiatore vanno bene.
Collega: Ah.
Io: Che faccio?
Collega: Non vorrei che avessero gia' sistemato quelli delle stampanti senza dirci nulla. Io ora provo a mandarti un fax, tu dopo vai da [utOnto] che e' nell'ufficio accanto al fotocopiatore e chiedigli se ha ricevuto un fax.
Io: Ok.

Aspetto qualche minuto, sento il fotocopiatore che si attiva in modalita' "ricezione" e, quando si spegne, mi reco nell'ufficio accanto dove trovo utOnto e utOnto2 che stanno parlando fra loro.
Nota bene, anzi, molto bene: utOnto e' di spalle al monitor e le casse del pc sono spente.

Io: Salve.
utOnto: (voltandosi verso di me) Salve.
Io: Potrebbe controllare se le e' arrivata una mail?
utOnto: (senza guardare il monitor) Non mi e' arrivata.
Io: No, forse mi sono spiegato male io. La mail e' partita in questo momento quindi se potrebbe...
utOnto: (interrompendomi sempre senza guardare il monitor) Non e' arrivata ti dico.
Io: Senta potrebbe controllare comunque?
utOnto: (sempre di spalle al monitor) So quello che dico, fidati.

Ok, calma, respira lentamente. Ripeti "non puoi mandare affanculo questo tizio perche' non sai se e' il presidente o un [parte dell'organo genitale maschile] qualunque". Respira, ooommmhhhhh.

Io: Mi fa la cortesia di verificare?
utOnto: (voltandosi verso il monitor e premendo su "invia e ricevi") Ecco, vedi, non e' arriv...
Io: (uscendo dalla stanza) Grazie.

Ora, potra' anche avere avuto ragione lui sul fatto che la mail non era arrivata ma un po' di gentilezza di tanto in tanto, no eh?

16 commenti:

  1. Gentilezza? Nei confronti di uno che gli ha chiesto di fare un lavoro (anche se minimo)? Non sia mai! Che se uno comincia a lavorare, poi prende il vizio e non ne esce più, peggio dell'eroina! Alla larga gli induttori di tentazione!

    RispondiElimina
  2. Sai secondo me tu ogni tanto dimentichi il lavoro che facciamo :) Da quando in qua i sistemisti hanno ragione? O da quando gli utonti sanno quello che dicono? Ahhh la tauromachia.....

    Buon Lunedì
    Gabriele

    RispondiElimina
  3. @Gabriele: Sai che ho il dubbio anch'io che, con l'avanzare dell'eta', mi stia rincoglionendo? :P

    Buon lunedi' anche a te. :)

    RispondiElimina
  4. @lukasbrunner: No, no, non sia mai che un utOnto per colpa mia possa iniziare davvero a fare quello per cui e' pagato. Non vorrei farlo entrare in un tunnel da cui poi non puo' uscire se non dopo anni di terapia a base di reinstallazioni di windows ME. ;)

    RispondiElimina
  5. No, RaGaSSi... fermi tutti. Un par de ciufoli, i sistemisti (se bravi e preparati ) HANNO SEMPRE RAGIONE!!!! ECC. Se cominciate ad abituare mele gli utonti non se ne esce più.



    ~

    RispondiElimina
  6. @Anonimo
    Sappi che gli utonti non si abituano, si addrestrano, possibilmente con l'uso di oggetti acuminati... :)

    RispondiElimina
  7. @Anonimo: Il problema non e' che i sistemisti hanno sempre ragione ma il fatto che lo dovrebbero capire gli utOnti cosa che, purtroppo, non accade. Come ho gia' detto in altri commenti, non capisco perche' i sistemisti sono trattati diversamente dai meccanici o dagli elettricisti.
    Come dice un mio collega "se vai da un meccanico non gli dici 'la mia macchina ha un problema' senza dirgli QUAL'E' il problema e, soprattutto, non gli rompi le palle ogni trenta secondi se ti dice che ci vogliono due giorni per ripararla".

    @Gabriele: :)

    RispondiElimina
  8. @Bitmover
    Il perchè del trattamento diversificato non l'ho mai capito neanche io, sta di fatto che forse la tecnologia ( o meglio l'informatica in generale ) spaventa l'utente medio. Forse dipende dal fatto che "l'alfabetizzazione" in campo IT in italia è ancora pari a 0 e gli addetti ai lavori sono visti come stregoni...da qui la leggenda che noi sappiamo leggere nel pensiero e risolviamo i problemi con la sola imposizione delle mani :) [ aggiungere qui la musica di SuperQuark e leggere il commento come farebbe Piero Angela )

    Gabriele

    RispondiElimina
  9. @Gabriele: Io preferirei aggiungere la musica di Star Wars, quando entra in scena Darth Vader. Visto che noi dell'IT siamo visti, come dici tu, come stregoni, tanto vale mettere su qualcosa che incute timore (se mai gli utOnti capissero cosa significa quella parola). ;)

    RispondiElimina
  10. @Everyone
    Allora, questa discussione mi ricorda una celebre frase di Scott Adams, la fa dire a Dogbert:
    "There are two essential rules to management. One, the customer is always right; and two, they must be punished for their arrogance."

    Ecco, Bitmover, tu sai che al cliente non puoi far brutalmente notare i suoi sbagli, con la tipica enfasi del BOFH, se vuoi avere ancora un lavoro dopo; quello in cui, nella mia modesta opinione, devi allenarti e nel far sentire il cliente un ignorante completo in... beh... praticamente tutto; a quel punto farà tutto quello che gli chiedi, mosso da un insensata forma di paura (vedi che serve la paura!).

    RispondiElimina
  11. > Come dice un mio collega "se vai da un meccanico non gli dici 'la mia macchina ha un problema' senza dirgli QUAL'E' il problema e, soprattutto, non gli rompi le palle ogni trenta secondi se ti dice che ci vogliono due giorni per ripararla".

    Vero, ma solo perchè se non glielo dici chiaramente, il meccanico ti smonta completamente l'auto e te la ricostruisce daccapo (avanzando pure abbastanza pezzi per costruirne un'altra uguale) e te la fa pagare più cara di una Fiat (e non intendo l'auto in sè, ma proprio l'azienda completa) :D
    Un sistemista, anche se apre il computer, lo smonta e lo rimonta daccapo (cosa che non è nemmeno detto debba realmente fare, visto che normalmente risolve il problema con un "paio di comandi" ;-) ) difficilmente te lo fa ripagare quanto costerebbe nuovo, e comunque (cosa fondamentale!!!) il conto lo presenta alla ditta, mica all'utonto personalmente (e non mi risulta di aver mai visto ditte che ricaricano le spese sul personale, almeno a questi livelli)

    RispondiElimina
  12. sisteminsti==quei cosi che devono fare quello che dico IO

    io ho litigato con mia zia non meno di una settimana fa.

    zia. non funziona il computer formattalo
    io: mhh guarda che la formattazione non è la cura ad ogni male
    zia: non funziona il computer formattalo
    io: mhhhhhh almeno dimmi perchè non va
    zia: non funziona il computer formattalo
    io: dimmi cosa fa
    zia: vedi se avvio questo (photonegozio cs3) ci mette 10 minuti ad aprirsi
    io: pentium4 1,5ghz 256mb di ram che avvia fotonegozio cs3 in 10 minuti è un miracolo merita rispetto ma poi scusa io non ti ho comprato la licenza del cs3
    zia: eeeee l'ho scaricato ma adesso voglio toglierlo ho scaricato il cs4
    io: no aspetta non puo mettere quel programma io non te lo metto
    zia: MA IO SONO QUELLA CHE USA IL PC QUINDI SO COSA È GIUSTO
    io: e allora tu te lo formatti da tu

    RispondiElimina
  13. @Daniele C.: Ah, dici che dovrei applicare la tattica della paura anche con l'utOnto con cui ho parlato poco fa? Ti riporto uno stralcio di conversazione per farti capire.
    Io (al telefono): Salve, la chiamavo per il problema alla posta elettronica che ha segnalato.
    utOnto: Bene, gia' che c'e' le volevo dire che non funzionano neanche i telefoni.
    NB: Avevo chiamato io direttamente al suo interno. Se non funzionano i telefoni stiamo comunicando via telepatica e non me ne sono accorto? ;)

    @mk66: Si, puo' essere che tu abbia ragione. Io continuo a pensare che sia una qualche forma di mancanza di rispetto. Penso che il tecnico IT venga visto come "il ragazzino che aggiusta i computer" e non come, invece "il tecnico che, se non aggiusta le cavolate che hai fatto, tu non puoi piu' lavorare".

    @sabrina: Guarda, quando un mio parente ha la malaugurata idea di venire da me per farsi aggiustare un PC, io metto in chiaro subito alcune cose:
    1. Io ti sistemo il PC ma lo faccio quando ho tempo, il che significa che potrebbero passare dei mesi prima che ti torni indietro;
    2. Decido io come sistemarlo e tu non hai voce in capitolo;
    3. Se non ti stanno bene i primi due punti, vai in un negozio e paga qualcuno per farlo.
    E' strano ma i miei parenti raramente mi portano PC da sistemare. :)

    RispondiElimina
  14. @Daniele
    Quello che dici avrebbe un senso se per caso l'utente medio riuscisse a collegare problemi e avvenimenti con una logica, peccato che di solito non sia così. Voglio dire se io passo da $cliente a sistemare una stampante su un pc, collegandola via usb, puoi chiamare indietro lamentandoti che "Da quando è passato il tecnico il citofono non funziona più". E io che c'entro?Porto sfiga al tuo citofono?Quindi puoi impaurirli quanto vuoi ma se non riescono a collegare in un senso logico i problemi, le azioni e le conseguenze, rimarremo sempre visti come stregoni...

    @Bitmover
    Usa lo sforzo Luuukee... :)

    RispondiElimina
  15. @Sabrina
    C'è un motivo per cui, sebbene l'università "informatica" ed il mio lavoro, nessuno del mio parentame mi chieda MAI nulla su PC ed ammenicoli varii: ho passato gli ultimi 10 anni della mia vita convincendo tutti quelli che mi conoscono che io NON SO NIENTE DI COMPUTER (ovviamente, fuori dalla vita lavorativa che sennò mica l'avrei un lavoro). Ti dirò, io vivo felice come una pasqua senza nessuno della famiglia che mi rompe gli zebedei.

    @Bitmover:
    > NB: Avevo chiamato io direttamente al suo interno. Se non funzionano i telefoni stiamo comunicando via telepatica e non me ne sono accorto? ;)
    Eccolo la! Tu dovevi fagli capire la cosa per gradi: farti spiegare che i telefoni non funzionano, che non si riesce ne a telefonare né a ricevere, che la vita è così ingiusta con lui; poi, quando meno se la aspetta, gli fai delle frecciate del tipo "Assistenza telefonica", "siamo al telefono", e gli chiedi di spiegarti meglio il problema. So che sembra strano, ma spesso si rendono conto della str####ta che stanno facendo e tu te ne rendi conto da un silenzio imbarazzato. A questo punto, loro hanno paura e tu puoi piegargli al tuo volere.

    @Gabriele
    >rimarremo sempre visti come stregoni...
    E secondo te è male fargli credere che volendo potremmo fottergli ogni singono file sul suo computer infilandoci foto porno con di lui con animali come screensaver e disabilitare il pulsante di spegnimento del monitor? Che basterebbe un gesto magico sulla tastiera e la sua auto non partirebbe più?
    Connettiti al suo PC con Teamviewer una volta che lui è davanti e vedrai che la paura lo metterà ai tuoi piedi!

    RispondiElimina
  16. @Daniele C.: Cavolo, piu' passa il tempo piu' questa tua teoria della paura mi mette curiosita'. Quasi quasi inizio a prendere qualche "volontario" per farmi da betatester... :D

    RispondiElimina