lunedì 27 giugno 2011

L'insostenibile pesantezza degli utOnti

E' una giornata tranquilla in ufficio finche' non suona il telefono...

Io: Buongiorno, sono [io] di [nome ditta].
utOnto: Ciao, ho un problema al server FTP.

Nota: Questo utOnto si collega da remoto al server FTP dell'azienda tramite chiavetta USB passando attraverso una VPN.

Io: Del tipo?
utOnto: Mi dice che la password e' sbagliata ma io ho sempre usato questa.
Io: Sicuro che la stai digitando bene?
utOnto: Certo. Potresti resettarmela per sicurezza?
Io: Va bene, mi dici che password ti devo impostare?
utOnto: [password]
Io: Ok, cinque minuti ed e' a posto.
utOnto: Grazie!

Penso di essermi liberato di questo utOnto abbastanza alla svelta tutto sommato finche', dieci minuti dopo, non squilla ancora il telefono.

Io: Buongiorno, sono [io] di [nome ditta].
utOnto: Il server FTP continua a non funzionare.
Io: (penso) Dire chi sei, anche se lo so benissimo, no eh? (dico) Che errore ti da?
utOnto: Che la password non e' corretta.
Io: Te l'ho resettata, sei sicurissimo di scriverla bene?
utOnto: Si.
Io: Allora aspetta che mi collego e verifico di persona.

Qualche click dopo mi si apre il desktop del suo computer e, al centro dello schermo, c'e' la finestrella del programma per la connessione VPN in attesa di utente e password. Non ci si puo' sbagliare, anche perche' il collegamento sul desktop e' chiamato "VPN" a differenza di quello del server FTP che, stranamente, e' chiamato "FTP".

Io: Quello NON e' il collegamento al server FTP, e' quello per la connessione VPN.
utOnto: Ah, ma non e' la stessa cosa?
Io: Secondo te perche' ci sono due icone sul tuo desktop con due nomi, colori e forme completamente diverse fra loro?
utOnto: Ah, non ci avevo pensato.
Io: (penso) [parola molto poco carina] (dico) Ok, fa nulla. Qui devi usare [username] e [password].

Digito i due parametri e faccio partire la connessione.

Io: Appena la lucetta del semaforo qua in basso (indico la traybar) diventa verde, puoi lanciare il programma per il server FTP (indico l'icona) e ti puoi collegare con la password che ti ho resettato prima.
utOnto: Ok, grazie.

Ora sono praticamente certo di essermi tolto dagli attributi questo utOnto ma Murphy evidentemente aveva del tempo libero perche' dieci minuti dopo squilla ancora il telefono e, dall'ID, capisco che e' ancora lui.

Io: Buongiorno, sono [io] di [nome ditta].
utOnto: Il collegamento al server FTP non va. Dice che non riesce a connettersi.
Io: Hai fatto la procedura che ti ho detto prima?
utOnto: Certo!
Io: Ok, aspetta che mi ricollego.

Qualche click e alcune verifiche dopo...

Io: Ehm...
utOnto: Si?
Io: Quando ti dissi, alcune settimane fa, di importare il nuovo profilo VPN perche' quello vecchio non comprendeva l'accesso al server FTP, l'hai fatto vero?
utOnto: Profilo VPN? Umh... no, non mi sembra.
Io: (penso) [lunga sequenza di parole davvero poco carine rivolte a lui, ai suoi parenti e a tutti gli amici piu' stretti] (dico) ma pensa.

Dopo l'importazione del nuovo profilo tutto sembra andare come si deve.

utOnto: Ora provo il collegamento al server FTP... ok funziona.
Io: Prego, buona giorn...

Tu-tu-tu-tu-tu.

Io: (buttando giu' il telefono e pensando) [lunghissima sequenza di parole davvero poco carine rivolte a lui, ai suoi parenti e a tutti gli amici, stretti e non] (dico) l'educazione l'hai dimenticata a casa sul comodino, eh?

Oltre al cervello, si intende.

11 commenti:

  1. Eh sì, pazienza l'utOntaggine del cliente che può non capire un piffero, però quelli maleducati ci mettono il carico da 11 >:(

    RispondiElimina
  2. @DaZa: Il problema e' che le persone si stanno dimenticando completamente che dall'altre parte della mail o del telefono c'e' un essere umano e non un PC. La maleducazione e' veramente una di quelle cose che proprio non sopporto.

    RispondiElimina
  3. Non è nemmeno educazione.
    E' che proprio pensano che gli altr siano al loro pieno ed esclusivo servizio.

    Per te era un dovere, nella sua testolina arredata ad aria, quindi hai eseguito e fine.

    RispondiElimina
  4. @Valeren: La cosa assurda e' che se la stessa persona chiama l'idraulico o l'elettricista per un problema a casa sua, non si comporta allo stesso modo ma ringrazia e saluta garbatamente. Che sia perche' io non pretendo di avere i soldi in contanti e subito? :)

    RispondiElimina
  5. @Bitmover: Vuoi mettere te ed un idraulico?
    Te non esisti ed operi da remoto e vieni assimilato alla freccia del mouse, senza l'idraulico non c'è più acqua (o ce n'è troppa :D)

    RispondiElimina
  6. La differenza è che l'idraulico si bomba tua moglie se non lo tratti bene. XD

    RispondiElimina
  7. @Carlo: oddio, quando vado di persona da un cliente e gli utOnti vedono la mia non-troppo-bella figura non possono non associarmi a un'icona di un mouse. :P

    RispondiElimina
  8. @Nick: Quindi e' tutta una questione di soldi e sesso... lo sapevo che avevo sbagliato mestiere. :P

    RispondiElimina
  9. Uhm... e suppongo che tu non possa restituirgli pan per focaccia, della serie:
    U: ho un problema al...
    Tu: adesso non ho tempo, mandami una mail per segnalarmi il problema e quando posso ci guardo!
    U: ma...
    Tu: ciao!
    E attacchi!
    Non si può fare, vero?

    RispondiElimina
  10. Sarebbe da fare.

    CL: " Ho un problema urgentissimo! "
    V: " Avrò tempo tra 8 giorni, per le 11 salvo impedimenti "
    CL: " Ma prima non si può? Il mondo dipende da $boiata "
    V: " Eh no. Per questa chiamata saranno 50€ e per l'uscita d'emergenza altri 80 "

    Firmerei col sangue adesso!

    RispondiElimina
  11. @mk66: Seeeeeee, magari. :D

    @Valeren: Mi sa che sarebbero molti i tecnici IT disposti a firmare col sangue una cosa simile. :D

    RispondiElimina