venerdì 25 maggio 2012

L'inventario

Sono a riunione con il Boss che mi guarda con quel sorriso che mi piace molto, ma davvero molto poco.

Boss: Ci sarebbe da andare da [mega cliente].
Io: Motivo?
Boss: Bisogna... ehm...
Io: (penso) Eccolo la' che arriva il lavoro di [roba puzzolente marrone] (dico) Si?
Boss: Allora, il discorso e' questo...
Io: Sentiamo.
Boss: Bisogna passare tutti gli uffici e verificare che i telefoni VoIP funzionino con il PoE. Se funzionano, bisogna staccare l'alimentatore e metterlo nel CED. Visto che devi passare in tutti gli uffici, senti anche se hanno del materiale informatico rotto. Nel caso, ti tiri giu' modello e numero di serie e li riporti nel file Excel che ti ho appena mandato.
Io: Fine?
Boss: Non proprio. Fatto questo senti con [Capo utOnto] perche' ci sono altri apparati da inventariare allo stesso modo.
Io: Ok.
Boss: Ah, per aiutarti, tirati su la pistola.

Non pensate a una pistola vera e propria da puntare alla testa degli utOnti. Per "pistola" il Boss intende il lettore di codice a barre che abbiamo acquistato recentemente.
Pieno di buoni sentimenti, mi reco dal cliente e vado da [Capo utOnto].

Io: Dovrei inventariare tutto l'hardware rotto.
Cu: Ok ma forse e' meglio se torni domani.
Io: Motivo?
Cu: Vedi (indica un punto vicino al soffitto) quel sottotetto a cui ci si arriva passando da quella scala a chiocciola stretta che non usa nessuno da due anni ormai e dove saranno almeno cinquanta gradi?
Io: Ok, torno domani.
Cu: Nel frattempo faccio spostare tutto con il muletto in una zona piu' accessibile.
Io: Molto gentile.

Nota bene: non e' stata gentilezza, e' solo che andando lassu' (volendo evitare di parlare di "rischio di svenimento") ci avrei messo il doppio del tempo quindi sarei costato il doppio all'azienda.

Il giorno seguente, sempre pieno di buoni sentimenti, mi reco ancora dal cliente e mi tiro dietro anche il Nuovo st(R)agista, non perche' sia un lavoro complesso ma perche' conosco, come si dice, i miei polli.
Essendo un'azienda parecchio grande (due capannoni industriali uno di uffici e uno di officina MOLTO lunghi e altrettanto larghi), ci dividiamo l'azienda in parti piu' o meno uguali e partiamo. Il fatto che al Nuovo st(R)agista sia toccata la zona degli uffici dove c'e' la maggiore densita' di utOnti e materiale informatico e' stato assolutamente un caso.
Non ho convinto nessuno, vero?
C'ho provato. :)
Comunque sia, finito il giro ci ritroviamo nel luogo in cui Cu ha spostato il materiale informatico da inventariare.

Io: Dobbiamo prendere tutti gli oggetti in quei tre contenitori (e indico dei contenitori ognuno dei quali e' grande quanto una Panda), segnare sul foglio Excel marca modello e sparaflashare con la pistola il numero di serie. Tutto chiaro?
Nuovo st(R)agista: Si, vuoi che ti legga io il materiale mentre tu lo inserisci nel PC?
Io: (penso) Beata ingenuita' (dico) grazie, saresti molto gentile.

Il lavoro e' stato lungo (per me e il Nuovo st(R)agista) e particolarmente sporcante (per il Nuovo st(R)agista). Oltre a polvere di almeno dieci anni - e non sto scherzando - al Nuovo st(R)agista e' toccato anche beccarsi:
  1. L'inchiostro di una cartuccia per InkJet che gli ha imbrattato, fortunatamente, solo le mani;
  2. Un'abrasione da sfregamento contro il case di un vecchio server particolarmente ruvido e altrettanto particolarmente coperto di ruggine;
  3. Un taglio da vetro di monitor rotto.
Dopo due ore e mezzo abbiamo finito e le scarpe bianche del Nuovo st(R)agista avevano cambiato colore.

Io: Dai, non e' stato molto difficile.

Il Nuovo st(R)agista mi ha guardato ma non ha detto niente. Non ne aveva bisogno, sappiamo entrambi benissimo cosa stava pensando. :D

13 commenti:

  1. Uno stragista che lavora, si impegna e non si lamenta?
    Ma dove andremo a finire di questo passo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non pensare che fosse il perfetto st(R)agista, del resto mica l'ho chiamato "st(R)agista" per niente. Tieni in considerazione che questo soggetto bisbigliava quando parlava e bisognava chiedere almeno due o tre volte di ripetere perche' non si capiva nulla. Inserisci anche il fatto che, quando veniva insieme a noi da un cliente, non salutava e se lo faceva teneva lo sguardo piantato a terra. Magari non si lamentava, ma quanto a interazioni con gli altri... :)

      Elimina
  2. Povero cucciolo spaurito! S'è pure tagliato per te, diamogli qualche punto bonus suvvia! Io tifo per lui e mi sento che diventerà uno stagista =D
    Vorrei anche io uno st(R)agista a cui far fare la parte noiosa del mio lavoro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si qualche punto glielo diamo... Dove si è tagliato, non vorrei che si infettasse la ferita, potrebbe essere ancora utile ;)

      Elimina
  3. Forgiato nel fuoco dei lavori di materia organica anfibia ne uscirà un buon sistemista! :D

    RispondiElimina
  4. Quindi le parti "piu' o meno uguali" lo erano solo dal punto di vista della metratura? Povero st(R)agista...

    Ne approfitto per ringraziarti di queste perle di vita vera che ci offri, devo ammettere che pur seguendo le tue vicende da un po' (prima solo tramite le vignette, poi anche tramite il blog, mea culpa) non avevo mai postato un commento!

    RispondiElimina
  5. Poverino!! Questo st(R)agista sembra meglio di quel ... disgraziato che lo ha preceduto! vero, ha le skill su Sociale piantate sullo zero assoluto, ma almeno collabora e si da da fare :)

    poi, con un minimo di addestramento, migliorerà anche sull'altro aspetto sopra citato XD

    RispondiElimina
  6. @D: Oddio, non arriverei a definirlo "povero cucicolo spaurito" sinceramente. :P

    @Gama: Oppure diventera' il peggior utOnto della storia. C'e' sempre la possibilita' di cadere nel lato oscuro. ;)

    @stancodunquecinico: Si, l'azienda e' stata divisa in due in termini di metratura. Cosa vuoi, sono sfortune. :P Visto che e' il primo commento, benvenuto. ;)

    @Mattia: Questo e' assolutamente vero. L'attuale st(R)agista e' diversi gradini sopra l'altro. Questo, se non altro, si lava. :D

    RispondiElimina
  7. .... da come raccontavi del nuovo st(R)agista mi sono venuti in mente gli alunni del prof Perboni (http://profperboni.blogspot.it/)... XD

    Anch'io ti ringrazio per scrivere su un blog, sennò quando devo tirarmi su di morale (leggendo le tue notizie, so che per il momento in teoria me la passo un po' meglio) non saprei proprio cosa fare =P

    RispondiElimina
  8. E così St(r)agista si è offerto volontario per leggerti i codici mentre tu li caricavi? Guarda che il capo aveva detto "tirati su la pistola", non "tirati su il pistola".

    RispondiElimina
  9. azz, per il taglio del vetro o.O

    Comunque nulla di anormale nel fatto che non saluti, non arrivo agli stessi livelli ma di persona sono un perfetto imbranato con le persone che non conosco. :-)

    RispondiElimina
  10. @lukasbrunner: Avro' fatto confusione io. ;)

    @lufo88: Posso capire un po' di timidezza ma neanche guardare negli occhi una persona che ti saluta...

    RispondiElimina