lunedì 7 maggio 2012

utOnta scoppiata

Per "scoppiata" intendo mentalmente perche' se un essere umano arriva ai livelli di questa utOnta credo debba iniziare a porsi qualche domanda. Io penso che a noi tecnici vada dato per diritto la possibilita', in casi estremi come questo, di dire quello che pensiamo in faccia all'utOnta o all'utOnto di turno ma purtroppo al momento le cose sono ben divese.
Andiamo con ordine.
Sono al telefono con un'altra utOnta particolarmente rintronata e sto cercando di collegarmi al suo PC. A suo favore c'e' da dire che questa persona non e' giovane quindi posso anche capire qualche difficolta' nel comprendere termini del tipo "www" o "sito".

Io: Dovrebbe aprire Internet Explorer o il programma che usa per visitare dei siti e...
utOnta: Intende "esplora risorse"?
Io: No, il programma che utilizza per aprire siti su Internet.
utOnta: Ok, l'ho aperto.
Io: Bene. Ora le dettero' un sito lettera per lettera (nota: qua ho avuto paura che se le dicevo "spelling" mi andava in blocco) e...
utOnta: (interrompendomi) Devo scriverlo sopra?

Immagino che per "sopra" intenda nella barra in alto dove effettivamente andrebbe inserito il sito.

Io: Si. Il sito e' www punto [spelling del sito] punto com poi prema invio.
utOnta: Mi dice "pagina non trovata".
Io: Mi puo' rileggere come ha scritto il sito che le ho dettato?
utOnta: www[spellingdelsito]com (senza i punti, per chi non avesse colto).
Io: No, dopo www ci va un punto e anche prima di com.
utOnta: Ah, non avevo capito.

Comunque sia, dopo dieci (10) minuti d'orologio riesco a farle inserire il sito correttamente e inizio a lavorare. Mentre sono impegnato a scoprire perche' cavolo questo PC non vuole ricollegare un'unita' di rete a cui e' sempre stato collegato, [collega] mi invia un messaggio sulla chat che usiamo a lavoro.

Collega: Ciao, ho in linea una di [cliente]. Dice che e' urgente.
Io: Ora sono impegnato in un lavoro con [altro cliente]. Dille che la richiamo appena ho fatto.
Collega: Ok.

Dopo neanche cinque secondi...

Collega: Dice che aspetta in linea.
Io: Guarda che non so quanto ci vuole.
Collega: E pensi che non l'abbia detto? Secondo me questa e' un po' scoppiata.
Io: Problemi suoi.

Dopo venti secondi...

Collega: Ha buttato giu'.
Io: Figurarsi. Comunque la richiamo appena ho fatto.

Dopo una decina di minuti capisco dov'e' il problema e lo sistemo quindi contatto l'utOnta scoppiata.
Se c'e' una cosa che odio, ma veramente odio con tutto il cuore, sono quelle persone che ti "parlano sopra" interrompendo di continuo. Mi sto ancora domandando come ho fatto a non mandare veramente nel casino questa utOnta.
Vi riporto la conversazione tale e quale. Giudicate voi.

utOnta Scoppiata: Salve, [nome ditta].
Io: Buongiorno, sono [io] di [nome ditta]. So che ci ha contattato, potrei sapere che problema c'e'?
uS: Si perche' qua sul computer abbiamo il programma dei cartellini e poi e tutto il resto che (pausa di riflessione di un paio di secondi) e poi e' lento, non va, non funziona. E' stato spostato, un ingegnere l'ha spostato e ora va tutto lento. So che lei sara' qui lunedi' quindi vorrei che aggiustasse anche questo.
Io: Si, saro' da voi lunedi' ma mi scusi, non ho ben capito a cosa...
uS: (interrompendomi) Si pero' il computer che e' lento apre i programmi che sono lenti anche loro.
Io: Quindi ha...
uS: (parlandomi sopra) Si questo l'ho capito.
Io: Mi scusi ma stavo cercando di...
uS: (sempre parlandomi sopra) Si pero' lei sara' qui lunedi' e volevo sapere se potra' sistemare il computer.
Io: Come stavo cercando di dirle...
uS: (sempre parlandomi sopra) Ok, ho capito pero' i programmi sono lenti.
Io: (iniziando ad alterarmi) Mi fa finire una frase, per cortesia?
uS: Dica.
Io: Come le stavo dicendo, lunedi' saro' da voi ma non so se riusciro' a...
uS: (parlandomi ancora sopra) Si, ho capito che lei sara' qua lunedi' pero'...
Io: (interrompendo abbastanza alterato) Senta, posso finire una frase?

Silenzio.

Io: Lunedi' saro' da voi ma se il problema, che mi sembra di avere capito sia un rallentamento del PC, dipende dall'hardware non proprio nuovo, io non posso farci nulla perche' va ordinato.
uS: Secondo me lei sta parlando con la persona sbagliata perche' io sono al centralino e mi hanno chiesto di aprire questa chiamata. Sinceramente non capisco perche' lei sia cosi' alterato, non vorrei sembrarle maleducata ma a me hanno chiesto di aprire la chiamata a voi e cosi' ho fatto.

Nota: Sapevo gia' che il computer con il problema era quello di questa utOnta e non di un altro nell'azienda.

Io: Ok, pero' ha capito che se e' un problema di PC io...
uS: (interrompendomi nuovamente) Si, ho capito che se e' un problema di PC vecchio lei non puo' farci niente ma magari puo' guardarci lo stesso e vedere. Io ho aperto la segnalazione e basta.
Io: Si, per quello non c'e' problema. Lunedi' verifichero' il PC e vedremo cosa...
uS: (interrompendomi, tanto per cambiare) Si, io sono al centralino e mi hanno detto di farle questa chiamata ed e' quello che faro' inviando una mail a support (letto "support") chiocciola [nome ditta] punto com.

A questo punto, sinceramente, ne avevo le palle piene di lei, della sua mancanza di cervello e dei suoi problemi.

Io: Mi puo' passare [utOnta2]?

Nota: [utOnta2] e' quella con cui in genere ho a che fare quando chiamo in azienda ed e' a un passo dall'essere passata a utEnte quindi preferisco di gran lunga parlare con lei.

uS: Si, gliela passo, pero' non capisco questo tono nei miei confronti. Non vorrei sembrarle maledutaca pero' ora le apro una segnalazione. Non vorrei che pensasse male pero', insomma, mi sembra un po' teso. Comunque ora le passo [utOnta2].
Io: Graz...
uS: (interrompendomi anche sul "grazie") Pero' so che ci sono stati problemi in passato. Tutto qua. Le volevo dire solo questo.

E mi passa [utOnta2] con la quale ho capito in cinque secondi qual era il problema.
Cara utOnta Scoppiata, so che non leggerai mai queste righe, so che se le leggerai per sfiga non riuscirai a capire che sto parlando proprio di te e magari penserai "ma guarda com'e' cretina quell'utOnta".
Pero' te lo dico dal cuore. Ma vedi di andartene un po' a [posto lontano e poco piacevole]!

7 commenti:

  1. Odio anch'io questa categoria... -____-

    RispondiElimina
  2. > Comunque sia, dopo dieci (10) minuti d'orologio riesco a farle inserire il sito correttamente e inizio a lavorare.

    Consolati, venerdì mattina ho fatto assistenza ad un cliente per 45 min circa.. 27 (no, dico VENTISETTE) minuti per riuscire a fargli aprire un sito!

    RispondiElimina
  3. Io categorizzo questa gentaglia come "Persone che parlano finché non hanno qualcosa da dire"

    RispondiElimina
  4. Danno aria alla bocca e basta. Odiosi specie quando si credono dei tecnici esperti!
    Saluti, bitmover

    RispondiElimina
  5. Odino ci penserà presto a fulminarla, non ti preoccupare :D

    RispondiElimina
  6. Quelli che "perché usi questo tono?" e simili, gli darei fuoco subito. Magari è perché viviamo in due mondi comunicativi differenti (io → risolvi problema, loro → gestire interazione personale), ma gli darei fuoco lo stesso.

    RispondiElimina
  7. @Davide: Se c'e' una cosa che veramente non sopporto sono quelle persone che ti interrompono sempre. Due, tre volte puo' anche capitare (lo faccio anch'io inavvertitamente) ma non riuscire neppure a terminare un "grazie"... :)

    @Daniele C.: Ventisette? Non c'e' male. :D

    @Gama: Mi piace la frase, la prendero' in prestito qualche volta. :D

    @Azia: Anche se non si credono tecnici esperti, danno aria alla bocca e basta, come hai giustamente detto. Saluti! :)

    @Mattia: Mi accontenterei anche di un crampo alla lingua quando mi interrompe, sai? ;)

    @lukasbrunner: Lasciamo stare. Di questa utOnta mi "ha fatto ridere" il fatto che dopo avermi interrotto non so quante volte se ne e' uscita con un "mi sembra un po' teso". Eh, grazie al [organo genitale maschile, volgarmente detto]. ;)

    RispondiElimina