martedì 24 luglio 2012

Lo st(R)agista - Pulizia - parte 4


13 commenti:

  1. Ma cosa hai in mano?
    Shampoo o estintore? :)

    RispondiElimina
  2. @Mattia: :D

    @Sergio: Vuoi proprio saperlo? :P

    RispondiElimina
  3. È uno spray per lavaggio a secco vero? Lo suggerisce il fatto che l'hai chiamato "Cane dal Pelo Bagnato"...

    Conosci il detto "Se la Montagna non va da Maometto, Maometto va dalla Montagna"?

    D'ora in avanti sarà "Se lo Stagista non si fa la Doccia, Bitmover lo incatena al palo del parcheggio, lo pulisce con un idrante e poi gli infila il tubo su per il c##o e lo lascia li come memore per tutti gli imbecilli di questo mondo"!

    RispondiElimina
  4. Citando da una trasmissione televisiva, "Lavare con benzina e asciugare con un fiammifero".

    RispondiElimina
  5. cronache di un aggiornamento a w7

    backup dei dati dell'utente: nessun problema, erano nella directory canonica.

    lancia la partizione di recovery
    nessun problema, in pochi minuti il sistema operativo viene riportato all'impostazione di fabbrica.

    lancio del sistema operativo per ripristinare tutto: iniziano i dolori.

    Vengo accolto da una fastidiosa procedura di registrazione hp che vuole i dati dell'utente per finalità di assistenza. non c'è modo di saltare questa procedura. Fornisco il minimo dei dati necessari e procedo.

    dopo il login diverse finestre si attivano, offrendomi ogni genere di cazzata possibile (se 5 minuti fa ho detto che non voglio iscrivermi al sistema di gestione utenti hp, perchè me lo devi chiedere di nuovo?), attivazioni di versioni di prova di una marea di prodotti inutili (perchè chiaviche immonde e perchè trial). Sul desktop e sulla barra di sistema ci sono troppe icone di roba messa li da qualche commerciale evidentemente tesserato a vita del partito "più crapware = cliente più contento".

    dribblando il suddetto crapware inizio la procedura di creazione del disco di recovery, che non si sa mai.

    Venti minuti a cercare su internet come avviare tale procedura (no, non è stata tra i popup che mi hanno assillato, ho controllato bene) e mi chiedo, windows non è il SO adatto all'utente semplice? forse anni di GNU/Linux mi hanno rovinato...
    Lanciata la procedura questa vuole due dvd. Gli fornisco un dvd rw+ e si lamenta che il disco non è vuoto. Ok, non lo è, ma perchè non lo svuoti tu? chiederlo faceva brutto? schiaffa il dvd nel mio pc e cancella il disco.

    un Blank=fast dopo... non gli piace ancora, insiste a chiedere un disco vuoto, sebbene ora sia vuoto (almeno dal punto di vista logico). formattiamo il disco.

    anche dopo la formattazione persiste. evidentemente gli rw non gli piacciono, ma dirlo deve essere brutto. schiumiamoci due dvd -r

    i dvd -r non gli piacciono, li vede non vuoti (sebbene siano vergini).
    provo, mio malgrado, un dvd Dl +r (ne ho pochi). gli piace di più e decide che è vuoto. Prima che mi si dica "magari un dvd semplice era troppo piccolo":
    1) l'errore era "disco non vuoto", non "capacità insufficiente"
    2) la procedura permetteva di usare due dvd normali.

    regola numero uno per i programmatori in ascolto: scrivete messaggi d'errore che non abbiano nulla a vedere con il reale problema. All'utente piace scoprire le cose un po' alla volta per tentativi.

    dopo più di un ora tra masterizzazione e verifica l'ordigno se ne esce con "Rilevato un errore. è necessario usare un secondo disco".
    Decido io che il disco va bene così, perchè di farmi mangiare un altro dvd proprio non ne ho voglia.

    passiamo all'installazione di windows 7. La creazione del backup di vista era solo una precauzione.
    accendo il pc con dentro il disco di w7

    lamenta che devo metter il disco con i driver. Driver nel 2012? di un pc vecchio di 4 anni? ma cosa c'è nei 3Gb del disco di installazione di windows?
    Cerca i driver per windows 7 e non esistono
    tra l'altro il programma di installazione lamenta la mancanza del driver per il controller sata. Nel 2012.

    scaricati i driver dal sito della hp (driver per vista, l'unico e solo supportato), tutti rigorosamente exe, che l'installatore di w7 non riconosce.
    Per scrupolo cerco nel disco locale, di cui non ha i driver, ricordiamocelo, e in c:/windows/system32/driver (di vista precedentemente reinstallato) trova i driver che vuole. Driver che secondo logica gli servirebbero per poter usare il disco stesso, ma non facciamoci troppe domande.
    Tentando di proseguire però l'installatore decide che quei driver non gli piacciono
    recupero la chiavetta per scompatta gli exe scaricati prima, e sorpresa non ci sono più.

    riscarica il malloppo e riprova

    RispondiElimina
  6. non ne vuole sapere neanche così.
    riavvio vista (lento come la fame nonostante sia stato reinstallato la mattina stessa) e provo ad effettuare un upgrade.

    "errore, la dll tal dei tali non è pianificata per essere eseguita in windows." E gli antani?

    per scrupolo riprovo a fare il boot da cd e "magia" parte felice e contento. non c'è più nessun problema di driver.
    associo molteplici divinità ad altrettante specie animali, e l'effetto è che il processo di installazione va a buon fine (dopo numerosi riavvii automatici, sono rimasto scioccato)

    dopo aver installato i programmi di rito (antivirus, firefox, spybot eccc) inizia la caccia ai driver. Perchè ovviamente il gestore risorse non ti dice cos'è, da solo informazioni tipo "bus PCI 7, dispositivo 9, funzione 3", che è un qualcosa che si capisce da solo.

    in breve finisco le divinità nella mia memoria locale - non sono molto religioso -, per fortuna wikipedia è fonte di ispirazione
    http://it.wikipedia.org/wiki/Lista_di_divinit%C3%A0

    per gli animali mi arrangio (con qualche cappatina nel mondo dei protisti), mi sono sempre piaciuti

    termino la caccia al driver, installo qualche altro software (libreoffice, ultradefrag, cdburnerxp & co) e dopo molti avanti, avanti, accetto windows è pronto.

    riassunto
    tempo totale: una giornata
    tempo materiale speso: alcune ore
    dannazione: eterna

    poi preparo una partizioncina a parte
    metto dentro il cd di ubuntu
    dieci minuti dopo un pinguino mi saluta
    in altri dieci minuti installo il driver broadcom, gnome-shell, fallback e qualche altro programmino utile.
    tutto riconosciuto al volo, liscio come l'olio.

    eh si, linux è difficile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai appena citato il motivo del perche' ogni volta che un laptop/desktop varca la soglia di casa mia, trenta secondi netti dopo un cd di installazione di Gentoo Linux si infila al volo nel lettore dvd del pc in oggetto e *tutto* il disco fisso viene piallato senza pieta'.

      Elimina
  7. Mac OsX è anche più difficile, ARM :-)

    RispondiElimina
  8. Arm, sarò anche un bigotto e un ingnorante, ma tra le fonti di ispirazione preferisco di gran lunga questa:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Calendario_dei_santi

    :P

    RispondiElimina
  9. @Daniele C.: Super secco. ;)

    @lukasbrunner: Sara' che non guardo mai la televisione ma sarei curioso di sapere da dove salta fuori una frase simile.

    @ARM_: Tranquillo, sulla "dannazione eterna" sei in buona compagnia. Se non altro ci si ritrovera' tutti insieme. ;)

    @Anonimo: LOOOOOOOOOOOOOOL. Posso prendere in prestito la tua fonte di ispirazione? Potrebbe tornarmi utile a volte. :P

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.