lunedì 24 settembre 2012

L'arroganza degli utOnti

Una categoria di utOnti che proprio non sopporto, come ho gia' avuto modo di dire in altre occasioni, sono gli arroganti, quelli che pensano che tu sia il povero tecnico imbecille che possono trattare come vogliono perche' il loro lavoro e' sicuramente piu' importante del tuo.
Oggi, se non si era capito, ne ho incontrato un altro.
Sono le 8:30 e ho appena iniziato a lavorare quando mi capita di leggere un ticket di intervento.

***************************
From: utOnto Capo
To: Supporto tecnico
Subject: antivirus!
Body: Ogni volta che accendo il PC mi si aziona XP Internet Security 2012 e mi chiede di acquistare la versione professional. Questa cosa va risolta il prima possibile. Lascio il PC acceso, guardateci appena possibile.
***************************

Sembrerebbe un ticket normale, un po' sull'arrogante, se non fosse per il fatto che uC l'ha inviato alle 20:15 di sera. Non so lui, ma io a quell'ora stavo cenando e l'ultima cosa che avevo in mente era di controllare la posta aziendale.
Alle 8:40 chiamo il soggetto.

uC: Si?
Io: Buongiorno, sono [io] di [nome ditta]. La chiamavo per...
uC: (arrabbiato) Io qua devo lavorare! Non e' possibile che il VOSTRO antivirus debba tutte le volte chiedermi di acquistarlo. Che io sappia l'abbiamo GIA' acquistato!
Io: (cercando di mantenere la calma) Quello non e' il vostro antivirus, che per la cronaca si chiama "Avira" e non "XP Internet Security 2012". Quello e' il virus.
uC: Ah... e' lo stesso. Bisogna che questo problema venga risolto e subito perche' IO ho cose importanti da fare.
Io: Guardi, inizio a lavorare subito a questo problema.
uC: (sempre arrabbiato) No! Io dicevo che bisogna fare qualcosa per i virus. Non e' possibile avere un antivirus che non trova i virus! Ti pare possibile?!?
Io: (aumentando la barra "odio" di diverse tacche) Non esistono antivirus sicuri al 100% e se qualcuno le dice il contrario, si fidi, le sta mentendo.
uC: (arrabbiato E in maniera arrogante) Si, si, si pero' ora risolviamo il problema che devo lavorare.

E butta giu'.
La tentazione di lanciare un "format C: /U" da remoto e' stata MOLTO forte ma sono cose che non posso fare (ci tengo al mio lavoro) quindi mi sono messo a lavorare.
Dopo circa un'ora e mezza passata fra bestemmie, registro di Windows e antivirus sono riuscito a ripulire il maledetto computer. Ora, mentre scorreva l'ultima scansione di tutto il sistema, ho notato alcuni file dai nomi interessanti all'interno della cartella dei file temporanei di Internet che mi hanno fatto capire che forse uC i virus se li va a cercare. Cose del tipo "gayescort" o "gayencounter" (roba del genere, vado a memoria) e un piu' classico "youporn". E questi sono solo quelli che ho colto mentre la scansione scorreva velocemente.
Intendiamoci, per me questo tizio puo' visitare qualunque sito pornografico (parlo di pornografia legale, ovviamente) e non ho niente da dire se gli piacciono gli uomini anziche' le donne (e, a quanto mi e' dato sapere, uC e' sposato con figli) ma mi fa sorridere che poi si viene a lamentare con noi perche' si becca l'ultimo virus uscito dalla mente malata di un programmatore.
E' un vero peccato che non siamo autorizzati a esaminare la cronologia della navigazione, avrei avuto OTTIMI argomenti di discussione alla prossima lamentela. :)

Ah, dimenticavo la nota positiva. Il Boss mi ha detto "metti i filtri sul firewall a TUTTI gli utenti, direttori-ereditari inclusi sui siti per adulti in generale".
E via, un problema in meno. :)

19 commenti:

  1. Premessa tecnica.
    format C: /q /U
    Perché quando si chiederà " Ma che cazz sta succedendo " lìoperazione dovrà essere già conclusa.
    Poi " Eh, era il virus che non apprezzava di essere rimosso "

    Dovremmo aprire un tavolo di discussione sull'utilizzo del PC e della rete aziendale per visitare siti porno.
    Tema: " Ma quanto siete idioti? "
    Io posso anche capire che a casa [ mogli, figli, fidanzate, madri, UFO ] non riescano a vederseli.
    Ma in ufficio?
    Tra colleghi e telefoni?
    Dovendo anche rispondere di quello che fai???
    Io rimango perplesso: hanno tutti così tanti soldi da parte da potersi permettere di essere licenziati?
    Chiedo perché anche qui fenomeni [ e fenomenE ] del genere ne abbiamo avuti, io posso nominarne una dozzina quindi saranno dieci volte tanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... Anfatti mica x niente l'ora della richiesta di intervento era 20:15! Un lavoro in orario di straordinario, fatto con una mano sola....

      Elimina
    2. Signorina non si azzardi: è evidente che il soggetto abbia aperto il ticket a quell'ora in quanto fortemente impegnato in attività fondamentali per il core business dell'azienda.

      [ Tradurre con " cercava i porno migliori per il capo " ]

      Elimina
    3. Visto il soggetto, potevo iniziare a cancellare i file a mano che non se ne sarebbe accorto. ;)

      Elimina
  2. Beato te che il tuo boss ha gli $attributi per imporre una cosa del genere. Altrove il boss mica si "espone" così tanto: se fai una cosa del genere e va bene è merito suo, se va male è colpa di altri ( mia )

    RispondiElimina
  3. > La tentazione di lanciare un "format C: /U" da remoto e' stata MOLTO forte ma sono cose che non posso fare (ci tengo al mio lavoro) quindi mi sono messo a lavorare.

    Ti prego, dimmi che quando al lavoro non ci terrai più, o, incrociando le dita, il lavoro non l'avrai più, prima di andartene, metterai un cron con il comando di cancellazione per tutti i PC di tutti gli utenti.

    RispondiElimina
  4. Io sarei intervenuto direttamente così:

    reboot
    DVD Ubuntu
    Installa

    Problema risolto
    Così poi lavora e hai abbassato drasticamente il problema virus!
    L'intervento era perfetto e corrispondeva alle richieste al 100%

    Buona giornata (si fa per dire)

    RispondiElimina
  5. Ho il sospetto che la persona avesse il fiato sul collo e temesse di stare per essere sgamata riguardo l'uso delle risorse aziendali.
    Ciò spiegerebbe la fretta per eliminare certe tracce...

    RispondiElimina
  6. forse temeva che il giorno dopo gli succedesse quello che e' successo a noi venerdi, quando abbiamo usato per la presentazione il portatile del nostro PM per presentare il lavoro alle imprese, davanti alla tipa degli acquisti, a una decina di imprese, ad almeno 6 elementi della committenza e alla rappresentanza delle altre due direzioni lavori (per fortuna, era appena andato via il rappresentante del governo locale...) e durante il tempo perso tra domande e risposte in serbinglese, e' partito il salvaschermo con proiezione sul megaschermo delle immagini random... comprese quelle provenienti da alcuni siti frequentati da costui... per la gioia della tipa degli acquisti che guardava ammirata certe prestazioni di inarrivabile arte oratoria... :P ;)

    RispondiElimina
  7. La frequentazione di siti porni con il PC aziendale è uno di quei campi in cui le macchine virtuali tornano a fagiolo (non che io ne abbia esperienza diretta, intendiamoci...)

    RispondiElimina
  8. Ho conosciuto realtà aziendali con dischi da svariati GB, se non TB, dedicati ad attività non lavorative. Il porno va per la maggiore. Il primo a dare l'esempio era il capo, con tanto di visioni pubbliche fra colleghi.

    Detto questo avevo letto un articolo dove diceva che i siti porno di solito sono i più puliti in fatto di virus, perché altrimenti vengono evitati. E' più facile che uC abbia cliccato su un link di phishing o abbia eseguito l'allegato che prometteva viste meravigliose: in quel caso il virus è assicurato.

    nicola.

    RispondiElimina
  9. Premessa: io sono solo un CL di bassissima categoria, ma 4 cosine base base le so fare...

    Tanto tempo fa, il vicecapo (VC), si lamenta dei popup "culturali" che appaiono sul pc della sua segretaria (CL1).

    Stranamente, lei non é una dei fruitori aziendali di winmx (era il 2004...) che solitamente hanno in download chicche come "Selen f***ed in cinema.avi" anche perché é una delle poche persone che NON ha la password di admin sul suo pc, password di cui per motivi misteriosi VC é invece a conoscenza. (teniamolo a mente.)

    Sfortunatamente il conslutante informatico che difende a spada tratta i suddetti soggetti non é disponibile quindi a malincuore VC mi chiede se "potevo far qualcosa".

    Siccome nessuno aveva pagato la licenza di $antivirus l'ultimo update risaliva a 6 mesi prima, quindi nel mio piccolo mi limito a fare una scansione con $antivirus online che mi trova un virus in mezzo a tante foto di donnine discinte che si trovavano in C:\Documents and Settings\Administrator\Impostazioni locali\Temporary Internet Files.

    Una volta piú o meno ripulito il quanto, VC sorride facendo una battutina sui gusti sessuali di CL1, sorrisino che subito si spegne alla mia affermazione "beh, non era nei file temporanei di Internet di CL1, ma di qualcuno che si é loggato come admin..."

    RispondiElimina
  10. >>uC e' sposato con figli
    Insomma uC è un incestuoso pedofilo gay? :-D

    >>Il Boss mi ha detto "metti i filtri sul firewall a TUTTI gli utenti, direttori-ereditari inclusi sui siti per adulti in generale".
    Hai dato un'occhiata nei giorni seguenti alle statistiche globali di traffico?
    Se era in progetto di upgradare lo switch di backbone, ci potrebbero essere belle sorprese ;-)

    RispondiElimina
  11. Mi ricorda un po il nostro fu-AD che sosteneva di avere scaricato "biancaneve sotto i nani.EXE" dal sito del ministero delle finanze.
    E io davanti al fu proprietario dissi "Si, vedi, le stanno facendo pagare l'IVA".
    Da allora mi odiò ma tanto tutta la baracca andò a rotoli lo stesso e io almeno mi sono tolto una soddisfazione.
    Mai sputtanare un borioso testa di coniglione domani quando lo poresti fare oggi.

    RispondiElimina
  12. Uhmmm... Mi ricorda un mio cliente che, dopo il QUARTO FORMAT IN UN MESE, (aveva il vizio di chiamare quando ormai era troppo tardi) mi sono preso la briga di verificare mediante live cd Linux, cosa provocasse tutti questi crash al SO (non che avessi dubbi, eh!), beh, una sfilza di siti pornografici per amanti della sponda opposta, quando feci notare la cosa al CL che utilizzava il suddetto PC, ovviamente mi rispose con un "No no! Impossibile! Non sono io! Io non faccio certe cose!", inutile dire che era l'unico che utilizzava il PC, vero? Quindi, eseguito il quinto format mensile, ho provveduto a "blindare" la macchina limitando la navigazione. Ovviamente dopo DUE ORE la riconsegna del PC, mi sono ritrovato con un bel ticket aperto da CL dove veniva richiesto un controllo perché il PC "non naviga in internet, si apre google ma poi non riesco ad aprire i risultati della ricerca", informato il Boss di CL della cosa (e non è stato felice, ve lo posso garantire), il problema non si è più ripresentato.
    Ah! Quasi dimenticavo di dirlo, CL è stato gentilmente invitato a cercare altra azienda dove "lavorare" nel tempo di 15 giorni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ricorda un noto pornomane mio ex collega che (ai gloriosi tempi dell'ISDN) stava caricando un bel video porno sul PC in mezzo all'open space.
      Arrivò il prete a benedire in pompa magna, tizio lasciò il PC non presidiato perchè "tanto non stava caricando" e nel silenzio generale 5 minuti dopo partì una delle migliori ammucchiate mai viste sul web, con conseguente quasi attacco coronarico del prelato e relativa minaccia di scomunica...

      Elimina
  13. Ah, bhè! Io avevo un collega in una stanza a quattro, sistemato giusto di fronte a me, che chattava in siti porno e si toccava sotto la scrivania, poi all'improvviso si alzava e correva in bagno. Indovinate un po' a far e cosa? E indovinate dopo aver segnalato la cosa al nostro capo, CHI ha dovuto parlare con il pornografo? Ecco bravi! E vi assicuro che per una donna è seccante dire ad un collega uomo di smetterla di masturbarsi in pubblico!
    Laperfezionestanca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo capo é un bel vigliacco...

      Elimina
  14. @Anonimo: Si, il mio ora-ex-boss sapeva come trattare certa gente. Tanto di cappello a lui per questo.

    @Daniele C.: Nah, tempo sprecato con questi soggetti.

    @Torre: Ci sarebbe poi il problema dei mille ticket di intervento successivi perche' "Windows non funziona come dovrebbe". ;)

    @Mike: Sfortunamente, questo e' uno dei dirigenti. A meno che il padrone (e ne dubito) non stesse controllando la navigazione di tutta l'azienda dubito che questo tizio avesse qualcosa da cancellare con urgenza.

    @mk66: LOOOOOOOOOL. Bellissime slides immagino. :P

    @lukasbrunner: Preferisco eliminare il problema alla radice e filtrare dal firewall. :)

    @nicola: Le visioni pubbliche fra colleghi di filmati porno non mi e' mai successa ma sono sicurissimo che se mi capitasse, il giorno dopo "stranamente" verrebbero cancellati video e immagini. Colpa di un virus, ovviamente. :)

    @Andreas.B.Grogan: Bello quando si smontano le bellissime ipotesi degli utOnti. Vederli balbettare nel tentativo di cercare un'altra scusa e' da non perdere. ;)

    @Maxxfi: No, non ho dato un'occhiata alle statistiche globali perche' non e' una cosa che seguiamo noi e se non fosse stato per quel virus non ci saremmo nemmeno resi conto dei siti visitati. :)

    @Spadino: "Si, vedi, le stanno facendo pagare l'IVA" ma LOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL! :D

    @Alessandro: "No no! Impossibile! Non sono io!" e' la scusa piu' usata. Anche per problemi di altra natura senza ovviamente rendersi conto che stanno parlando con un tecnico e che, in teoria, ne sa piu' di loro su PC, cronologia e simili. :)

    @Laperfezionestanca: Concordo con Evk. Senza considerare che se mi dovesse capitare uno cosi' davanti alla scrivania, in trenta secondi smette senza dover andare dal capo. :)

    RispondiElimina