lunedì 15 ottobre 2012

Fraintendimenti

Ore 10:30, dopo la seconda pausa caffe' della giornata (si, e' una LUNGA giornata), decido che e' il caso di staccare qualche minuto gli occhi dal monitor.

Io: Vado in edicola, torno subito.
Collega: Ok.

Fuori la temperatura e' di -5 gradi quindi quando entro nell'edicola (fortunatamente e' al chiuso) e vengo investito dai +50 gradi derivanti da un climatizzatore e una stufetta quasi svengo. Dopo essermi ripreso, mi guardo intorno alla ricerca dei miei fumetti preferiti.

Io: (penso) Umh... ehi, e' uscito RatMan!

Prendo il fumetto e lo porto all'edicolante. Nel frattempo e' arrivata una signora sui 55-60 anni.

Signora: (rivolta all'edicolante) Mi dia tre giornali di destra, tre di centro e tre di sinistra.
Edicolante: Subito.

La signora si volta verso di me, che ero in attesa di pagare, e mi guarda con curiosita'. Io mi volto verso la signora senza dire nulla.

Signora: Sa, i giornali sono per mio figlio che deve fare una ricerca a scuola.
Io: Guardi, per me poteva anche comprare Le Ore, Playboy e Penthouse. Non era un gran problema.

La signora mi ha guardato in maniera strana, ha pagato e se ne e' andata senza dire nulla.
Che mi abbia frainteso? :)

10 commenti:

  1. Ma quali saranno stati i giornali di cui si vergognava, quelli di centro, destra o sinistra? ;P

    Forse dovevi anche tu proporre giornaletti di "destra", "sinistra" e "centro"... che so Playboy, Trans magazine e Famiglia Cristiana ;P

    RispondiElimina
  2. Hai infranto la prima regola nel relazionarti con una donna che ha figli (anche se, visto l'età, era più corretto dire nipoti): mai volgere gli occhi, fare un cenno, o anche solo ricambiare lo sguardo ad una donna con figli.

    Una qualcunque azione verso di loro, viene recepita come "Ho una voglia matta di sentir parlare di vostro/a figlio/figlia/nipote/$altraParentela e di sentire tutti i suoi aneddoti interessantissimi".

    Dopo essere caduti in una simile trappola, ci si può considerare già morti ascigati fino a che non resti solo polvere...

    Si, sono in un ufficio di 4 persone e tutti hanno bambini sotto i 4 anni!

    RispondiElimina
  3. Il secondo caffè già alle 10.30? Mmm... Spero che il tuo medico non segua il blog, o prevedo una ramanzina :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono al terzo, uno a casa, uno ad uscita metropolitana ed uno or ora...

      E sono le 10:35

      Elimina
  4. Risposte plausibili:
    " Tanto lo bocceranno "
    " E non si vergogna? "
    " Copierà da internet "

    RispondiElimina
  5. Giornali di destra, centro, sinistra... Ricerche sui giornali... Qualcuno dica a quel professore che gli anni '70 sono finiti da un pezzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LoL! Guarda che per gli insegnanti siamo ancora ne 68, il muro i Berlino è ancora su e inFernet è un'invenzione dei media 'mericani. E il 27 è il giorno di paga.

      Elimina
    2. >E il 27 è il giorno di paga.
      Visto come sta andando in questo periodo, diciamo che "È il giorno di paga, per ora" è più corretto...

      Che poi in Italia il problema dei troppi insegnanti è un dato di fatto straconosciuto... Un po' come i rifiuti tossici: ci sono e non è semplice levarseli dai cog###ni. Ceto puoi mandarli al sud, ma sono ancora in Italia...

      Luttazzi, tuttavia, sosteneva che i due probleme non sono scollegati, anzi, che hanno una soluzione comune: avvicini gli insegnanti ai rifiuti tossici ed entrambi scompariranno!

      Elimina
  6. Quando all'inizio degli anni 90 - poco prima o poco dopo tangentopoli, non ricordo - comprai l'avanti mi vergognai molto di più di quando comprai playboy. Capisco la signora.
    ciao
    nicola.

    RispondiElimina
  7. @Davide: Cavolo non ci avevo pensato! :D

    @Daniele C.: Ok, me lo sono segnato. Non capitera' piu'. ;)

    @Edhel: Ora ho ridotto notevolmente la quantita' di caffe' bevuti (sono a due al giorno) ma in quel periodo erano indispensabili. E si, spero anch'io che il mio medico non segua questo blog. ;)

    @Valeren: Io scelgo l'ultima. :P

    @lukasbrunner: Magari dovevano fare una ricerca sulla qualita' della carta con cui vengono stampati i vari giornali. No, eh?

    @nicola: LOL. :D

    RispondiElimina