venerdì 28 dicembre 2012

Il giorno del disastro

Dopo aver dovuto resettare in un modo molto simpatico "il bagaglio" e dopo averlo installato insieme a due tecnici piu' di nome che di fatto, siamo arrivati al giorno dell'utilizzo del sistema wireless.
La situazione e' questa: indicativamente un centinaio di persone dotate di iPhone, iPad, Blackberry e ogni altro strumento portatile possibile e immaginabile dotato di connettivita' wireless devono accedere alla rete per vendere/comprare non so cosa e non mi interessa. Visto che abbiamo testato il sistema e sappiamo che funziona siamo abbastanza tranquilli ma per sicurezza abbiamo dato disponibilita' per risolvere qualunque problema possa presentarsi.
Neanche a dirlo, alle 9 spaccate, cioe' quando questa gente inizia a lavorare, squilla il telefono e la telefonata viene passata a me da una collega con le parole "sono quelli del wireless".

Io: Si?
Tecnico utOnto1: Ciao, qua non funziona nulla.
Io: In che senso "non funziona nulla"?
Tu1: Che non va.

E meno male che questo e' un tecnico.

Io: E' successo qualcosa?
Tu1: E' saltata la luce in tutto lo stabile.
Io: Ed e' tornata vero? (penso) tanto per stare dalla parte del sicuro.
Tu1: Si, certo.
Io: Gli apparati sono accesi?
Tu1: Umh... si.
Io: Tutti?
Tu1: Si, tutti.
Io: Avete staccato qualche cavo o modificato qualcosa nella configurazione?
Tu1: No, assolutamente.
Io: Ok, mi collego da remoto e verifico.

Sfortunatamente, nonostante la VPN creata per l'occasione risulti assolutamente funzionante, la mia connessione va continuamente in timeout.

Io: Non riesco a collegarmi a [bagaglio]. Potresti provare a spegnerlo e riaccenderlo?
Tu1: Un attimo.

Poco dopo...

Tu1: Fatto.
Io: No, ancora non risulta raggiungibile. Faccio qualche prova e ti richiamo.

Provo ogni cosa possibile dal FTP al web passando da SSH e telnet. Niente da fare. Poi, piu' per curiosita', verifico l'elenco degli IP rilasciati dal DHCP e scopro che il bagaglio ne ha preso uno. Sfortunatamente, pero', quel pattume metallico non e' raggiungibile nemmeno utilizzando quest'ultimo IP.
Chiamo il Boss.

Boss: Si?
Io: Problema con il sistema wireless.
Boss: (iniziando ad andare in panico) Cosa?
Io: [bagaglio] non e' piu' raggiungibile.
Boss: Hai provato a farlo riavviare?
Io: Ho provato di tutto.
Boss: Mai che una volta vada bene con quell'affare, vedo. Cosa possiamo fare?
Io: O vado da loro (ndB: un'ora di viaggio minimo solo andata) oppure bypassiamo del tutto il sistema di autenticazione e lasciamo la navigazione libera.
Boss: Navigazione libera. Non possiamo permetterci che stiano senza connessione per un'ora.

Faccio scollegare il bagaglio in modo che il Ruckus vada direttamente in rete e la connettivita' e' ristabilita.

Io: Scusa, per curiosita', potresti attaccare un monitor a [bagaglio], riavviare [bagaglio] e dirmi cosa vedi?
Tu1: Ti mando uno screenshot.
Io: Ok.

Dopo aver ricevuto l'immagine che segue, richiamo il tecnico.

Io: Ho capito qual e' l'errore e da qua non posso farci nulla.
Tu1: Pazienza, l'importante e' che funzioni la connettivita'.

Il giorno seguente, vado dai soggetti per recuperare il bagaglio. Mentre sto impacchettando tutto, Tu2 mi si avvicina.

Tu2: Comunque che sfortuna ieri la luce.
Io: Gia', purtroppo puo' capitare che salti una volta.
Tu2: Una? Magari...

Ucci ucci.

Io: Cioe'?
Tu2: Ma, sai, ieri come ti abbiamo detto e' saltata la luce solo che il gruppo di continuita' non ha retto e si e' spento tutto. Poi la luce e' tornata ed e' andata via dopo pochi secondi. E questo e' successo cinque volte di fila.
Io: Ah.

Domande:
  1. Se vedi che la luce inizia a saltare ogni due secondi, non ti viene il dubbio che magari, dico magari, e' meglio spegnere gli apparati tipo server e simili?
  2. Perche' il giorno prima non mi hai detto che la luce e' saltata SEI volte? Magari poteva essere un indizio utile visto l'errore dello screenshot che poi mi hai mandato, non ti pare?

6 commenti:

  1. Non sono un tennico come te, quindi potrei dire una boiata: disco rigido del bagaglio TFU?
    Or else, che gli era successo?

    PS
    Buone feste!

    RispondiElimina
  2. Continuo a sostenere la necessità delle batterie tampone su qualunque apparato inforNatico... Uno dei motivi per cui all'ultimo upgrade hardware ho preso un portatile invece di un desktop.

    RispondiElimina
  3. Ah, già, dimenticavo, c'è anche quello che ha sfondarto la vetrina col SUV ed ha posteggiato sul 'bagaglio'.

    E il portacaffè del 'bagaglio s'è ritratto e gli si è versato dentro un mochadecafdoppiocaramello.

    Ma non credo c'entri, vero?

    RispondiElimina
  4. @Locomotia: Naaaa, potrebbe anche darsi, ma sicuramente sarà stato il Fantasma Formaggino che abita lì vicino a mandare ai maiali il [bagaglio] XD

    RispondiElimina
  5. Si impara da tutto e da tutti... anche dagli utonti.
    Se dovrò installare un sistema di HotSpot che prevede *anche* un server Hotspot (AKA [bagaglio] in BitMoverese), meglio portarsi dietro un UPS proprio.
    Non
    Si
    Sa
    Mai.

    @BitMover:
    Domanda scema: pecchè Cisco? Mica fa schifo, solo che è "leggermente" ipercostoso rispetto alla media...

    RispondiElimina
  6. sei volte?
    la luce e' andata via sei volte e ti hanno detto che era andata via la luce punto ?
    ma li avete almeno castrati in modo tale che non si possano replicare?

    RispondiElimina