lunedì 26 giugno 2017

Questione di VoIP (e non solo)

Ed e' arrivato il giorno in cui nel mio paese [famosa societa' telefonica italiana] si e' decisa a stendere la fibra ottica. Avendo una ADSL che va veloce quanto un bradipo che trasporta un menhir in salita con un cubo di marmo legato al piede, decido che e' il caso di informarsi sui costi e sulle postille scritte in piccolo sul contratto.
Dopo una telefonata al numero verde appiccicato sulle centraline della fibra, mi viene dato il numero di cellulare del responsabile di zona. Compongo il numero e parlo con il suddetto soggetto che, per comodita' e per altre ragioni che presto capirete, chiamero' utOnto Commerciale.

uC: Salve, sono [uC].
Io: Buongiorno. Mi chiamo [nome e cognome] e la chiamo per avere delle informazioni in merito alla fibra ottica a [mio paese].
uC: Ah, perfetto. Deve sapere che la fibra ottica e' l'ultimo ritrovato tecnologico blah blah blah miglior servizio italiano e supporto tecnico all'avanguardia yadda yadda yadda [inserire a piacimento qualche minuto di parole assolutamente inutili].
Io: Tutto bello. Io pero' volevo solo sapere quanto costa e i tempi di installazione.
uC: Il costo e' di [non molti euro al mese] per il primo anno che passeranno a [non molti euro al mese]+[manciata di euro] dal secondo anno in poi.
Io: Ci sono altri costi che dovrei sapere?
uC: No.

Ha detto "no". Non ha detto "si" o "ni". Ha detto "no".

Io: Perfetto. Tempi di installazione?
uC: Due, tre settimane dalla firma del contratto.

Che abbia beccato un commerciale che sa quello che dice? Certo. E magari faccio pure sei al Superenalotto senza giocare la schedina.

Io: OK, quindi riassumendo [perche' so che c'e' bisogno], io il primo anno pago [non molti euro al mese] per poi--
uC: Piu' il modem.
Io: Scusi?
uC: [non molti euro al mese] piu' l'affitto del modem.
Io: Quando le avevo chiesto "ci sono altri costi che dovrei sapere", questo le e' sfuggito di mente?
uC: Ehm...
Io: Vabbe'. Senta, se io NON volessi il vostro (penso) [organo genitale maschile, volgarmente detto] di (dico) modem?
uC: Eh, ma la configurazione come se fosse Antani richiede uno scappellamento a destra e un tecnico sbidiguda prematurato. Senza contare contare che se vuole il telefono fisso a casa--
Io: Non voglio il telefono fisso a casa.
uC: (con lo stesso tono del Papa che sente bestemmiare durante la messa di Natale) Non lo vuole?
Io: Non uso il telefono fisso, non voglio il telefono fisso, odio il telefono fisso.

Ho avuto per un istante la sensazione che uC stesse per svenire, a voler essere sinceri.

Io: Per quel che guarda il modem, prendiamo in considerazione l'assurda ipotesi che io sia un (penso, con un sorriso) ex (dico) tecnico informatico che piu' o meno sa dove mettere le mani. Possiamo evitare il costo di questo affare cosi', fra l'altro, posso gestirlo come mi pare?
uC: Purtroppo no. O meglio, puo' comprare il modem che preferisce ma il nostro lo deve comunque pagare.
Io: Bello. Vabbe' senta, l'ultima domanda poi la lascio andare. Per una serie di motivi, ho necessita' di aprire alcune porte sul modem/router/quello che mi installerete in modo che un server nella mia LAN sia raggiungibile dall'esterno. E' possibile farlo?
uC: Non c'e' nessun problema. Basta richiedere un indirizzo IP fisso in fase di firma di contratto ed e' a posto. Normalmente e' un servizio che offriamo alle aziende ma per lei faremo un eccezione.
Io: (penso, con un certo sarcasmo) Certo, solo per me (dico) Scusi ma non e' quello che le ho chiesto. Quello che vorrei sapere e' se e' possibile fare un port-forwarding di alcune porte TCP in modo che vengano redirette verso un server nella DMZ.

OK, ammetto di essere stato un "filino" bastardo. :)

uC: Capisco.

E ci dovrei anche credere?

uC: Lei quindi ha bisogno di un servizio VoIP.
Io: (dopo un attimo di smarrimento) Direi di no.
uC: (come se non avessi parlato) Per il servizio VoIP dovrebbe--
Io: Scusi se la interrompo ma il servizio VoIP non c'entra nulla con quello che le ho chiesto.

Silenzio.

Io: Hello?
uC: Magari le faccio sapere.

Visto che [famosa societa' telefonica italiana] non mi ispira tantissima fiducia e visto che [altra famosa societa' telefonica italiana] ha appena steso la fibra nel paese confinante, decido di fare una telefonata extra per capire se questi ultimi hanno in programma di allungare qualche cavetto anche qua.

udCC: (utOnto del Call Center) Salve, mi chiamo [io]. Come posso aiutarla?

Spiego per filo e per segno quello che mi serve sapere ovvero se hanno in programma, entro la fine dell'anno, di stendere cavi di fibra ottica nel mio paese.
Qualche colpo di tastiera di udCC dopo...

udCC: Purtroppo il suo paese e' raggiunto solo dall'ADSL a 20 mbit.
Io: Che e' la stessa informazione che ho trovato io facendo una ricerca sul vostro sito.

Silenzio.

Io: Hello?
udCC: Dica.
Io: (penso) Non dovresti essere tu a dirmi qualcosa? (dico) Non e' quello che ho chiesto. Vorrei sapere se e' in programma l'ampliamento della vostra fibra anche nel mio paese.
udCC: Ah. Purtroppo non le so fornire questa informazione.
Io: Pazienza. La ringrazio comunque.

Bon, si tratta di armarsi di pazienza e aspettare che uC chieda a qualcuno se e' possibile fare un port-forwarding o no dal loro [organo genitale maschile, volgarmente detto] di modem.

Fast-forward di alcune ore quando mi squilla il telefono. E' un numero di Roma.

Io: (penso) Uhm... (dico) Si?
udCC2: Salve, mi chiamo [nome] e la chiamo dal call center di [altra famosa societa' telefonica italiana]. So che ci ha contattato questa mattina. Volevo sapere se posso esserle d'aiuto.
Io: E' stata molto gentile a contattarmi ma la sua collega ha gia' risposto alle mie domande.
udCC2: Perfetto. Segnalo subito la cosa. Una buona serata.

Ci rimango quasi male. Un call center gentile? [altra famosa societa' telefonica italiana] ha immediatamente guadagnato diversi punti.
Poi, vuoi per sfortuna, vuoi perche' Murphy aveva del tempo libero, probabilmente ad [altra famosa societa' telefonica italiana] devono essersi incasinati tutti i server perche' ho ricevuto altre cinque telefonate in meno di 48 ore e tutte, dalla prima all'ultima, sono iniziate con la frase "Salve, mi chiamo [nome] e la chiamo dal call center di [altra famosa societa' telefonica italiana]. So che ci ha contattato questa mattina. Volevo sapere se posso esserle d'aiuto".
Riporto per praticita' solamente l'ultima.

udCC7: Salve, mi chiamo [nome] e la chiamo dal call center di [altra famosa societa' telefonica italiana]. So che ci ha contattato questa mattina. Volevo sapere se posso esserle d'aiuto.
Io: Senta, l'ho gia' detto al suo collega di questa mattina e ora lo ripeto a lei. Mi avete gia' chiamato SEI volte, sette con questa, in meno di due giorni ripetendomi la stessa cosa. Ora, o avete seri problemi di comunicazione interna oppure mi state prendendo per il [parte anatomica umana dedita all'eliminazione dei rifiuti corporei in forma solida, volgarmente detta].
udCC7: Se puo' gentilmente dirmi quale problema aveva, lo segnalero' in modo che non sia piu' richiamato.
Io: L'ho gia' detto ai suoi sei colleghi e non lo ripetero' la settima volta. Pero' le dico che se mi chiamate ancora faro' partire una denuncia per stalking.
udCC7: Mi scusi. Non sara' piu' ricontattato.

E speriamo sia vero. [altra famosa societa' telefonica italiana] ha perso tutti i punti accumulati e, prima che chieda a loro un servizio qualunque, fosse anche il ritiro dei panni sporchi...

Fast-forward a oggi pomeriggio quando mi richiama finalmente uC.

uC: Salve, sono [uC]. La chiamo per la fibra ottica.
Io: Mi dica.
uC: Ha preso una decisione?
Io: (penso) Ma mi prendi in giro? (dico) Veramente stavo aspettando di sapere se e' possibile fare quel port-forwarding che le accennavo.
uC: Mi sembrava che questa cosa del VoIP l'avessimo gia' risolta.
Io: (penso) OK, mi prende in giro (dico) Il VoIP non c'entra nulla. Come le avevo gia' detto.
uC: Ma le telefonate--
Io: VoIP e telefonate non c'entrano nulla. Come le avevo gia' detto.
uC: Pero' avevamo gia' parlato dell'indirizzo IP fisso e mi sembra che--
Io: VoIP, telefonate e indirizzo IP fisso non c'entrano (penso) un gran bel [organo genitale maschile, volgarmente detto] di (dico) nulla. Come le avevo gia' detto.
uC: Avevo capito che--
Io: Aveva capito male.
uC: Allora magari chiedo e le faccio sapere.
Io: Perfetto. Tenga presente che, nel caso fosse possibile, voglio questa cosa scritta nero su bianco e firmata da lei perche' cosi' quando (non "se") non funzionera', mi comportero' di conseguenza.
uC: Ah. Allora magari mandiamo una mail.

Immagino che fino a questo punto il pensiero di uC fosse "dai, aspetto qualche giorno e la questione si risolvera' da sola". E poi perche' "mandiamo" una mail?

Io: Magari manda una mail.
uC: E' quello che intendevo.

Come no. Mandiamo, facciamo, paghi...

uC: Le faro' sapere il prima possibile.

Ma secondo voi, saltera' di nuovo fuori che "questo problema del VoIP/telefonate/IP fisso" e' stato risolto o si inventera' qualche nuova ed esaltante scusa per non rispondere alla mia domanda? :)

2 commenti:

  1. Pazzesco!
    Voglio poi sapere se, quando ti collegheranno alla linea, ti addebiteranno anche l'una tantum di attivazione!!!! Hahahahhahahahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti faro' sapere ma chissa' come mai ho una brutta, bruttissima sensazione. ;)

      Elimina