venerdì 18 maggio 2012

L'utOnta piu' sensata dell'anno

Certi utOnti proprio non riescono a capire quando devono stare fermi. Neanche quando sono loro a chiedere a me se posso fare un'operazione "di vitale importanza" sul loro PC. Niente da fare, non c'e' verso di farli star fermi.
Spiego meglio.
Questa mattina mi ha contattato un'utOnta richiedendo una verifica ad alcuni file PST di archivio non piu' leggibili da Outlook. Dopo essermi collegato al suo PC, ho dato un'occhiata alle dimensioni di questi file.

Io: Umh... i file occupano circa 10.5GB di spazio quindi servira' abbastanza tempo per sistemarli. Quando posso lavorare?
utOnta: In pausa pranzo che prima io devo fare delle cose importanti.
Io: (penso) Ovvio, scemo io. Del resto "solitario" - primo nell'elenco dei programmi piu' utilizzati - e "feisbuk" - unico sito nella barra dei favoriti di Internet Explorer - sono indispensabili all'azienda (dico) Ok, mi collego in pausa pranzo e vedo di sistemarli. Visto che torni alle 14 e io alle 14:30, ti chiedo la cortesia, se vedi un programma aperto, di non chiuderlo. D'accordo?
utOnta: Perfetto.

Si fanno le 13 e, prima di andare in pausa, mi collego al PC dell'utOnta e lancio uno scanpst.
Tanto per stare sul sicuro (da leggere come "visto che conosco i miei polli") rientro prima dalla pausa pranzo e verifico che il programma stia ancora girando e in effetti e' cosi': la scansione e' terminata e ora il software sta correggendo gli errori trovati.

Io: Bon, un caffettino e poi si torna davanti al PC.

Non faccio in tempo a compiere questa facile operazione (la macchinetta del caffe' sara' a tre metri dalla mia scrivania) che con la coda dell'occhio vedo la freccia del mouse iniziare a muoversi. Sbagliando, non ho dato troppo peso a questa cosa e ho continuato a bere il caffe'.
Credo che la sequenza esatta degli avvenimenti sia questa:
  1. Sul PC viene aperto il task manager;
  2. Il mio neurone impegnato a chiacchierare davanti alla sua macchina del caffe' se ne accorge e si mette in moto ma inciampa e sviene;
  3. La freccia del mouse si sposta sull'applicazione all'interno del task manager;
  4. Il neurone sostituto (l'unico altro presente) prende il posto del primo e corre a consegnare l'informazione all'apparato motorio;
  5. La freccia del mouse seleziona l'applicazione;
  6. Il mio (sarcasmo) corpicino (/sarcasmo) si inizia a muovere cercando di arrivare in postazione;
  7. La freccia del mouse clicca il pulsante "Termina processo";
  8. Il mio corpicino arriva in postazione ma scivola sulla sedia e finisce a terra;
  9. L'applicazione viene chiusa;
  10. Il neurone svenuto si riprende e ordina alla bocca una sventagliata di bestemmie.
Una domanda: perche' quando si tratta di fare qualcosa di utile, gli utOnti non sanno distinguere il mouse da una ruspa mentre quando si tratta di fare qualche danno riescono ad aprire cose tipo il task manager senza nessuna difficolta'?
Chiamo l'utOnta.

utOnta: Si?
Io: Ciao, sono [io]. Ho visto che hai chiuso l'applicazione che avevo lanciato in pausa pranzo.
utOnta: No.
Io: (penso) Negare prima di tutto, negare anche l'evidenza (dico) Si, l'hai chiusa. Stavo guardando il monitor in quel momento. Posso chiederti perche' l'hai fatto?
utOnta: (dopo un secondo passato probabilmente a decidere se raccontare un'altra cavolata o se dire la verita') Era bloccata.
Io: (penso) Ok, ha scelto la via di mezzo (dico) difficile a credersi visto che, come ti ho detto, stavo guardando il monitor in quel momento.
utOnta: (stizzita) C'era l'icona a forma di clessidra.
Io: Quello significa che sta lavorando, non che e' bloccata. In ogni caso, visto che avevi richiesto tu l'intervento, per quale motivo l'hai interrotto senza chiamarmi?
utOnta: Ma vedi... sbidiguda, antani come se fosse icona del mouse, ha lo scappellamento a sinistra.
Io: Certo ma considera che dovro' rifare l'intervento DA CAPO (penso) ovvero ti addebitero' il doppio del tempo.
utOnta: Non c'e' problema. Puoi farlo domani in pausa pranzo?
Io: (mentendo spudoratamente) Sfortunatamente ho tutte le pause pranzo impegnate da domani a venerdi' quindi o aspetti la prossima settimana oppure facciamo nel corso della giornata.
utOnta: Ah ok... allora magari domani mattina alle 9.
Io: Perfetto, a domani.

Va bene rinunciare a una pausa pranzo ma saltarla ogni volta perche' questa qua deve vedersi feisbuk e giocare al solitario, no.

8 commenti:

  1. Ma neanche una pausa caffé va saltata per questa gente!
    Hai da fare?
    Wow, anche io.
    Hai creato un file pst più grande della dimensione totale di un HD di pochi anni fa?
    That's me not caring.
    Ti porti le carte e fai il solitario sul tavolo, almeno riprendi manualità.

    Per completezza, quando da me chiedono analisi / verifiche / controlli urgenti per il CdA che vanno fatte durante la [ al posto della ] pausa pranzo si prendono tre minuti di risate sguaiate e basta.

    RispondiElimina
  2. Io ormai ce li mando direttamente...
    Tanto dicono sempre che ci metto 5 minuti, e più insistono più la loro richiesta finisce in fondo alla roba da fare.

    RispondiElimina
  3. Interventi da eseguire in pausa pranzo, aumento del 100% della tariffa. (come da normativa su contratto di lavoro collettivo) ;-)




    ~

    RispondiElimina
  4. > Io: Umh... i file occupano circa 10.5GB di spazio
    Con questo vuoi dire che non ne aveva solo uno?

    Sei fortunato: ho spostato la posta da un PC, con UN (UNO, sono SERIO) file PST da 20 o 30 Gb, non backuppato, che conteneva la posta della PEC, ordini, vendite, fatture, chi più ne ha più ne metta.

    Ovviamente, il client che lo conteneva usava Outlook Express, con Windows XP SP1 e alle spalle 7 anni di torture. E, all'apertura di OutLook (bellissima questa feature) il client chiedeva di Archiviare le mail più vecchie per liberare spazio.

    La utOntAAAAA che usava tale obrobrio mi ha confessato che ha già provato alcune di volte a fare l'archiviazione, ma si bloccava sempre e lei doveva riavviare. Quando le ho chiesto perché la facesse, lei mi ha risposto (col tono "È la cosa più normale del mondo"): "Perché anziché 'No', premo 'Si'".

    Inutile dire che c'erano mail storiche che non si aprivano, altre che avevano perso gli allegati (IO: Ma li hai salvati da qualche parte? LEI: Si, ma non mi ricordo dove), cartelle che non esistevano ed altre che esistevano, ma non si aprivano (o era il contrario, ora non mi ricordo bene).

    E, OVVIAMENTE, era tutta colpa mia!

    Si, colpa del tecnico che arriva la prima volta da quando hanno messo giù l'intera rete! Che manco sa che c'è un server che fa da repository, gestionale e antivirus centralizzato, il quale è, ovviamente, un semplicissimo PC sotto la stessa scrivania dove sono gli altri PC delle segretarie. PC che devo sostituire. Potete immaginare il resto...

    RispondiElimina
  5. Da utOnta ti mando solidarietà a carrettate e nel piccolo dello studio notarile dove lavoro mi impegno perchè l'assistenza tecnica non venga ostacolata.
    Settimana scorsa dopo l'ultimo aggiornamento del programma che usiamo per scrivere gli atti, alla collega di fronte a me non funzionava più EVA (programma di Estrazione Variabili Atto) e mi dice "Sistemamelo." Sì, perchè io sono quella che viene chiamata in ogni stanza quando succedono cose gravissime del tipo "Non riesco a togliere il grassetto/sottolineato/elenco puntato da un documento di word" (giurin giurello, è la verità) o "Lì non è scritto come qua." (tradotto: in un documento di word sono presenti due fonts differenti) o "Ecco, sono venuti i tecnici e non mi funziona più la posta!" (detto da una collega che sulla barra delle applicazioni continuava a cliccare compulsivamente sull'icona "Mostra desktop" anzichè "Outlook express").
    Però questa volta effettivamente EVA rimandava un errore, perciò le ho detto "Chiama l'assistenza."
    Il tecnico si connette da remoto per sistemarle il problema e le chiede, cortesemente, di non utilizzare il pc finchè ci lavora lui e alla fine la chiamerà per dirle quando può lavorarci di nuovo. Dopo cinque minuti scarsi la mia collega chiama a casa per sentire come sta la mamma/zia/nipote/trisnonna paterna e vedo che inizia a smanacciare con il mouse. Ovviamente il povero diavolo dell'assistenza tecnica chiama, ci parlo io perchè Collega è ancora al telefono "Sì, ok, le dico di non toccare il mouse." (penso che in realtà avrebbe voluto dire "Dille che se non toglie le mani da quel membro di mouse, vengo lì e gliele taglio")
    Io "Collega, scusa, puoi aspettare a lavorare finchè il tecnico non ha finito?"
    Collega "E perchè? Io uso il mio mouse e lui, da là, usa il suo."
    Alla fine, tra millemila difficoltà - tutte sue, l'ho convinta a spostarsi su un altro pc, tanto sono tutti in rete e SuiteNotaro ci gira su server.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue colleghe sono sullo stesso livello delle mie!!!!

      Elimina
  6. nei pc che diamo ai clienti, per il controllo remoto uso il logmein, che ha un favoloso tastino che disattiva il mouse e la tastiera dell'utOnto, col vnc sai quante volte mi è capitato che i simpatici utOnti mi mandassero affancuore il lavoro... unico inconveniente che dopo 3 secondi ti telefonano dicendo "non fa più nulla... si è bloccato" oppure lo spengono direttamente perchè credono che sia bloccaato.
    ma non si può aver tutto dalla vita.

    ad.

    RispondiElimina
  7. @Valeren: Se potessi farmi tre minuti di risate me le farei piu' che volentieri, credimi. :)

    @Massimiliano: Quelli che ti dicono "ma dai, tanto e' una cosa da cinque minuti" non li sopporto proprio. Come se sapessero che cavolo c'e' da fare per risolvere i casini che hanno combinato...

    @Anonimo: Sarebbe davvero bello poterlo fare ma non sono io a decidere queste cose, quindi... :)

    @Daniele C.: Sul fatto che era tutta colpa tua non ne dubitavo, e' praticamente raro (tipo vedere il mostro di Loch Ness) che gli utOnti si prendano una qualunque responsabilita', figuriamoci una colpa. Ps: "Perché anziché 'No', premo 'Si'" e' bellissima. Triste, ma bellissima. :D

    @Anonimo: Non ho parole. Per la serie, non c'e' fine al peggio o "quando tocchi il fondo c'e' sempre qualcuno da sotto che bussa". :D

    @ad: Sfortunatamente non utilizziamo il logmein ma la disattivazione di tastiera e mouse sarebbe cosa buona e giusta se non scatenasse poi l'effetto collaterale che hai gia' spiegato. :D

    RispondiElimina