lunedì 24 maggio 2010

Aramaico?

E' meta' pomeriggio di un piovoso novembre e decido che e' il momento di gustarsi un bel caffe'.
Mi avvicino alla macchinetta che dista pochi passi dalla mia scrivania, prendo la bustina contenente la cialda, faccio per aprirla...
Suona il telefono.

No, niente caffe'.

Io: Buongiorno, sono [io] di [nome ditta].
utOnta: Non mi compare piu' l'icona del protocollo della posta e non mi succede nient'altro. L'ho spento e riacceso. E ora?

Resto un attimo allibito cercando di capire in quale linguaggio si stia esprimendo poi capisco che non è il caso di sprecare tempo inutilmente.

Io: Riavvia il pc e se non cambia nulla fammi sapere.
utOnta: Ok.

Ritorno alla macchinetta, strappo e prendo la cialda, inserisco la cialda, faccio partire la macchinetta...
Suona il telefono.

Fuck!

Io: Buongiorno, sono [io] di [nome ditta].
utOnta: Senti per il discorso di prima...
Io: Puoi aspettare un attimo in linea?

Torno alla macchinetta, spengo il caffe' che ormai e' diventato un cappuccino talmente e' alto, torno in postazione.

Io: Dimmi.
utOnta: Non riesco ad accedere al pc, mi dice che l'account e' bloccato.
Io: Ah si, e' un problema che stiamo investigando (aka Conficker che si diverte nella LAN). Aspetta che te lo sblocco.

Due o tre click dopo...

Io: Vai.
utOnta: Ok, ora funziona tutto. Anche il problema di prima e' stato risolto. Grazie!
Io: Prego.

Chiudo la telefonata chiedendomi qual'era il problema di prima (ovvero come poter decifrare le arcane parole che mi sono state dette). Guardo la tazza del caffe', guardo la macchinetta...
Nah, meglio questa tazza di caffeccino (caffe' + cappuccino) formato famiglia.

2 commenti:

  1. Avendo a che fare con utonti simili, credo di poter abbozzare una traduzione della spiegazione "Tennica" di utOnta:

    - Faccio Logon su Windows, ma il mio profilo non viene caricato correttamente, infatti il mio desktop non è più come al solito e non trovo la shortcut per ${Propinatore di Virus ed Anemità tramite E-Mail, marca Microsozz}. Ho provato a riavviare la macchina, ma il problema rimane.

    Comunque, è un odio quando stai per gustarti un caffé e qualche $parolaNONcarina ti chiama per un problema idiota, talmente idiota da farti perdere mezzora solo per capire che non ha semplicemente acceso il cervello stamattina. Così, quando hai chiuso e speri nel caffé scopri con disgusto che è oramai freddo come il ghiaccio.

    Sono cose che ti rovinano la giornata!!!

    RispondiElimina
  2. Parole sante. Credo che il caffe' freddo sia come bersi la birra calda ad agosto. :)

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.