lunedì 25 aprile 2011

Meno male che c'e' l'assicurazione

Un mio conoscente fra qualche tempo dovra' andare all'estero per lavoro. Dopo aver scelto quale assicurazione fare e' andato a vedere cosa NON veniva coperto. E' venuta fuori una simpatica scaletta che riporto pari pari:

  1. guerra;

  2. scioperi;

  3. sommosse;

  4. tumulti popolari
E fin qua nulla da dire. Tutte cose normali. Proseguiamo:

  1. terremoti;

  2. fenomeni atmosferici aventi caratteristiche di calamità naturali
E anche qua, essendo un'assicurazione, direi che non c'e' nulla di strano. Se piove per quaranta giorni e quaranta notti e un'arca di legno carica di animali ti passa sopra la macchina distruggendola mica potrai essere rimborsato no? Che pretese... Le cose belle, pero', devono ancora arrivare:

  1. fenomeni di trasmutazione del nucleo dell’atomo;

  2. radiazioni provocate dall’accelerazione artificiale di particelle atomiche.
Cioe', per capire, se divento uno dei Fantastici 4 o se mi crescono gli artigli di Wolverine non vengo rimborsato? Umh... :)

10 commenti:

  1. Beh dai se diventi La Torcia Umana puoi incenerire gli utonti, se diventi Wolverine li puoi fare a fettine... e vorresti pure essere rimborsato??? XD

    RispondiElimina
  2. Quindi in questi tempi il Giappone rimane scoperto...

    RispondiElimina
  3. > Le cose belle, pero', devono ancora arrivare:
    > fenomeni di trasmutazione del nucleo dell’atomo;
    > radiazioni provocate dall’accelerazione artificiale di particelle atomiche.

    Ovviamente dovrà andare a lavorare al CERN, vero? :-D

    RispondiElimina
  4. tu ridi, nelle clausole della mia assicurazione, cito testualmente:

    [...], non sono coperti [...] i danni provocati da impatto con vascelli orbitanti o parti di essi.

    D'accordo mettere le mani avanti, ma non mi risulta che ne abbiamo poi molti di "vascelli orbitanti", e anche fosse, se mi stesse piombando sulla testa una base stellare, la mia autovettura sarebbe l'ultimo dei miei problemi.

    RispondiElimina
  5. @Nick: No, no, non mi lamenterei affatto, ci mancherebbe. :D

    @lukasbrunner: Gia'...

    @mk66: No, se te lo stavi chiedendo non l'hanno messo come "addetto interno al Large Hadron Collider quando e' acceso". :D

    @Anonimo: LOOOOOOOOOL "impatto con vascelli orbitanti o parti di essi" mi fa morire. :D

    RispondiElimina
  6. so che sara fuori tema ma vorrei raccontarvi quello che mi è tornato in mente stamattina sul treno.
    effetto dissolvenza 15 anni fa
    ai tempi sapevo poco nulla di pc in particolare di HW il mio pc (p1 da combattimento chiamato anche stufetta) andava per un po di tempo e poi si spegneva inspiegabilmente chiamo un mio amico eXperto

    ST: a ma è chiaro è la ventolina del postbruciatore riverberato a destra che non fa piu il ciclo ci loop con trasposizione bilaterale a sinistra
    per chi se lo chiedesse si era bloccata la ventola del processore

    Io. ehhhh????
    ST: ci penso io accende il pc e lo fa girare dopo mezz'oretta si arresta per l'eccessiva temperatura ecco vedi ora basta che tolgo questo prende il processore....a mani nude e caccia un urlo da 110 db

    io: caldo?

    ^_^ credo che ancora adesso giri con il logo intel sul palmo della mano

    RispondiElimina
  7. @Sabrina: Bella idea pero'. C'e' chi si fa marchiare a fuoco al posto di farsi un tatuaggio, potremmo lanciarla come moda del momento: un bel marchio Intel o AMD da veri geek con un processore bollente. Magari ci facciamo due soldi. ;)

    RispondiElimina
  8. In effetti (stavo pensando rileggendo "AMD" nel mio commento qua sopra) potremmo estendere la cosa anche alle schede video. Chi non vorrebbe un bel marchio nVidia sul palmo della mano? :P

    RispondiElimina
  9. tze principiante io con la mia radeon x1600 ci posso cuocere la pasta

    RispondiElimina
  10. @Sabrina: Un giorno o l'altro provero' ad accendere un cerino sul processore come fece Tim Roth con il pianoforte nella sfida del film "La leggenda del pianista sull'oceano". ;)

    RispondiElimina