lunedì 29 ottobre 2012

Non e' un problema mio

Purtroppo, il titolo di questo post non fa riferimento a una frase che ho detto ma a un simpaticissimo utOnto con cui ho avuto a che fare recentemente.
Uno dei nostri clienti consente a questo utOnto di collegarsi tramite una VPN a uno dei server per fare non-so-cosa-e-non-mi-interessa. Fino a ieri, questa persona era stata catalogata come utEnte perche' aveva chiamato solo una volta in un anno intero, comportandosi in maniera molto gentile, salutando e ringraziando alla fine dell'intervento.
Sfortunatamente, cadere nel baratro dell'utOntaggine e' un attimo.
Sono le 17:50 (per chi non se lo ricorda, alle 18:00 noi chiudiamo) quando arriva una telefonata. Essendo da solo in ufficio, purtroppo devo rispondere.

Io: Buonasera, sono [io] di [nome ditta].
utEnte: Ciao, sono [utEnte]. Ti chiamavo per un problema alla VPN con [cliente].
Io: Dimmi.
utEnte: Non va.
Io: Riesci a darmi qualche altro dettaglio?
utEnte: Riesco a collegarmi con il programma che utilizziamo in azienda ma poi non riesco a raggiungere il server ne' tramite ping ne' via RDP.
Io: Mi collego al firewall, un attimo.

Qualche click dopo...

Io: Ti vedo correttamente autenticato. Non e' che hai cambiato qualcosa a livello di software di connessione?
utEnte: (con tono arrogante) No, ma noi abbiamo bisogno che la VPN funzioni.
Io: (penso) Occhio che di questo passo cadi nella fossa degli utOnti (dico) E' cambiato qualcosa nella connessione o avete aggiunto qualche sistema di controllo che potrebbe bloccare i dati della VPN?
utEnte: No, assolutamente.
Io: Per quello che posso vedere la VPN funziona. Inoltre tu stesso hai confermato che riesci a collegarti correttamente.
utEnte: (sempre in tono arrogante) Noi abbiamo bisogno delle VPN. Quando sara' risolto fammelo sapere cosi' torniamo a collegarci.
Io: (penso) Ti concedo un'ultima possibilita' perche' per un anno intero non hai mai rotto le scatole (dico) Faccio qualche verifica e domani mattina ti richiamo per fare qualche prova assieme. Ok?
utEnte: (sempre e comunque arrogante) Ok pero' vediamo di risolvere il problema.

Ok, evidentemente questo tizio vuole essere catalogato d'ora in poi come "utOnto". Cosi' sia.
Sto per andarmene quando vedo che e' appena arrivata una mail a me con in copia il mio Boss e il Boss di [cliente].

**************************
From: ex-utEnte ora utOnto
To: Io
CC: MioBoss, AltroBoss
Subject: VPN
Body: In accordo con [io], riprovero' il collegamento quando [io] avra' sistemato la connessione VPN. Distinti saluti.
**************************

Scrivo una prima mail di risposta ma la cancello perche' avrei rischiato il posto di lavoro. Ne scrivo una seconda ma cancello anche questa perche' avrei rischiato una lavata di capo e un calo dello stipendio. La terza mail va bene e la invio prima di uscire dall'azienda.

**************************
From: Io
To: ex-utEnte ora utOnto
CC: MioBoss, AltroBoss
Subject: Re: VPN
Body: Ciao, come ti avevo accennato poco fa al telefono, faro' qualche verifica sulle impostazioni di firewall e server quindi ti contattero' domani in mattinata per fare le prove del caso. Buona serata.
**************************

La mattina seguente faccio qualche verifica sul firewall ma sembra tutto in ordine. Verifico anche i permessi di accesso via RDP al server ma anche in questo caso e' tutto perfetto. Tanto per togliermi il dubbio, lancio la VPN con il suo utente e la sua password che fortunatamente conosco e mi collego al server. Tutto va perfettamente.
Richiamo l'utOnto che ogni minuto che passa (sarcasmo) mi sta sempre piu' simpatico (/sarcasmo).

utOnto: Si?
Io: Ciao, sono [io] di [nome ditta].
utOnto: Ciao.
Io: Ho verificato le impostazioni e ho testato la VPN. Qua funziona benissimo.
utOnto: Si, in effetti ora funziona anche qua. Ieri sera ero collegato dal cellulare e avevo poche tacche, forse era per quello che non ci riuscivo.

Eccolo la', un utOnto in piu' di cui preoccuparsi in futuro.

9 commenti:

  1. Voglio tanto bene ai vostri clienti :)

    RispondiElimina
  2. Non solo il suo cellulare ha poche tacche, mi sa... U___u

    RispondiElimina
  3. Ti ha davvero illuso di poter rivendicare l'appartenenza alla categoria utEnti. Ma una parte di te lo sapeva fin dal principio che era un utOnto fatto e rifinito: ammettilo, che la vocina maligna adesso è lì che canterella "Te l'avevo detto io"...

    RispondiElimina
  4. No vabbè, che qualcuno si prenda la briga di liberargli dietro i cani.
    Ecco, dovresti valutare attentamente l'utilità delle stampanti 3D, mentre gli parli al telefono lo senti preoccupato che si sta attivando la stampante, e che improvvisamente gli consegna, bello centrato in un occhio, uno sputo grosso così!

    RispondiElimina
  5. Ma ora che ti sei licenziato non puoi dire a questi utonti una buona volta cosa pensi di loro?

    RispondiElimina
  6. Posso consigliarti di cambiare il titolo del post in " La fossa degli utonti "?
    E comunque ti rubo la frase :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che nessuno c'ha l'esclusiva: ogni posto di lavoro con utOnti è simile ad una fossa delle scimmie, con la differenza che puzza di meno, ha un scopo preciso e i membri del gruppo sanno qual'è il loro mestiere.

      Parlavo della fossa delle scimmie, ovviamente!

      Elimina
  7. "La prossima volta le tacche fattele sul ${ortaggio_con_baccelli}, così magari eviti anche di riprodurti!" Eh, quanto autocontrollo ci vuole per evitare di dare certe risposte...

    RispondiElimina
  8. > utOnto: Si, in effetti ora funziona anche qua. Ieri sera ero collegato dal cellulare e avevo poche tacche, forse era per quello che non ci riuscivo.

    TU: "Non preoccuparti, a volte capita: l'importante e' risolvere il problema!
    Adesso, come da nostra procedura, mandero' la mail conclusiva a tutti coloro che sono stati coinvolti, con indicate dettagliatamente la causa del problema e la soluzione adottata! Ciao"
    XD

    RispondiElimina