lunedì 14 novembre 2011

Simpatici e antipatici

Sono qua che mi sto divertendo come un matto (e sono sincero) a configurare un Nagios per monitorare ogni server, switch, router, firewall e telefono VoIP che abbiamo sparsi per mezza Italia quando mi arriva il ticket di un cliente.

************************************
From: utOnta
To: Supporto tecnico
Il programma [software che non gestiamo noi] mi restituisce l'errore [errore]. Avrei bisogno di sbloccarlo perche' e' di fondamentale importanza per il mio lavoro.
************************************

Non ricordo neppure io quante volte ho detto a questa utOnta che quel software non lo gestiamo noi, non sappiamo come si apre, come funziona e, soprattutto, cosa significano i messaggi di errore che restituisce. Penso, comunque, che sia un numero con almeno due zeri. In ogni caso, visto che il Nagios puo' aspettare, provvedo a contattare per l'ennesima volta l'utOnta in questione.

utOnta: Si?
Io: Ciao, ti chiamavo per il ticket che hai aperto. Volevo dirti che...
utOnta: (interrompendomi) Il problema deve essere risolto velocemente perche' devo utilizzare con urgenza il programma.
Io: Mi fa piacere ma vorrei ricordarti, per l'ennesima volta, che quel programma non l'abbiamo fatto noi e nemmeno lo gestiamo quindi e' perfettamente inutile che ci apri delle segnalazioni di errore.
utOnta: Ma tu, personalmente, non l'hai mai usato?
Io: (penso) Problemi di udito questa mattina? (dico) No, mai usato in vita mia.
utOnta: E non puoi sistemarlo?
Io: (penso) GROSSI problemi di udito questa mattina? (dico) E come potrei non conoscendolo?
utOnta: Dai, fai una magia.

Le cose sono due: o l'utOnta deve prendere al piu' presto un appuntamento con il centro Amplifon piu' vicino oppure mi sta prendendo in giro (si, ok, so gia' che e' la terza opzione ovvero "aveva il cervello spento").

Io: Una magia?
utOnta: Si, dai, anche se non l'hai mai usato pensavo...
Io: Apri un ticket con il supporto tecnico del programma. Altro non posso fare.
utOnta: Ok, ho capito.
Io: (penso) Seeeeeeeeee

Butto giu' la telefonata domandandomi quanto tempo passera' prima di risentire l'utOnta ma non faccio in tempo neppure a guardare il monitor che quel maledetto telefono suona ancora.

Io: Buongiorno, sono [io] di [nome ditta].
utOnta2: Ciao, ho un problema al PC.
Io: Del tipo?
utOnta2: Non riesco a navigare su Internet.
Io: Ok, avrei bisogno di collegarmi al computer. Posso farlo ora?
utOnta2: Ah, avevo spento il PC che stavo andando in pausa. Vuoi che te lo riaccenda?
Io: Se vuoi posso guardarci al tuo rientro, non e' un problema.
utOnta2: No, meglio ora che dopo mi serve subito.
Io: Ok, aspetto in linea.

Sento che utOnta2 fa un po' di casino con il telefono (appoggia la cornetta sulla scrivania, la riprende in mano, le scivola, la prende in mano un'altra volta, eccetera) quindi passa la cornetta all'utOnta accanto a lei.

utOnta2: (rivolta a utOnta3) Intrattienilo mentre accendo il PC.
utOnta3: (rivolta a utOnta2) Eh?
utOnta2: (rivolta a utOnta3) Ho in linea il tecnico del PC. Intrattienilo che devo accendere il PC.
utOnta3: (rivolta a me) Ehm... ciao.
Io: Ciao, comunque se anche mi mettete in attesa non e' che mi offendo.
utOnta3: Ah, ok. Ciao.

E parte la musichetta. Mi fa piacere, pero', tutta questa premura nei miei confronti, sono quasi commosso anzi. Comunque l'attesa e' breve e dopo poco il problema al PC e' risolto. Qualche decina di minuti dopo, mentre ho ripreso a lavorare sul Nagios, mi arriva un ticket di un utOnto.

*******************************
From: utOnto
To: Supporto tecnico
Ho un problema alla posta elettronica. Ora sono fuori azienda, potete contattarmi al cellulare? Grazie.
*******************************

Recupero il numero di telefono del soggetto e lo chiamo.

utOnto: Sono [utOnto]. Chi parla?
Io: Ciao, sono [io] di [nome ditta]. Ti chiamavo per quel problema che hai segnalato.

Silenzio.

Io: Hello?
utOnto: Sono [utOnto]!
Io: (penso) Ma dai? Giura...

Considerando che l'ho chiamato al cellulare dopo che me l'ha chiesto lui nel ticket e che ha risposto presentandosi non ho ben capito se gli si e' resettato il cervello a meta' della conversazione o era semplicemente impallato di suo. Voi che dite? :)

5 commenti:

  1. Scusa, ma ti è risuccesso quello di http://ioegliutonti.blogspot.com/2011/09/pronto-sono-io.html ?

    È lo stesso utOnto o uno diverso? Perché se è lo stesso, allora finalmente sappiamo che è un ritardato, ma se è un altro, mi sa che c'è qualcosa che non va in te... Magari causi hard reboot negli utOnti con versioni particolarmente vecchie di cervello...

    RispondiElimina
  2. Visto che l'utOnta doveva "intrattenerti" potevi chiedergli "Come sei vestita? Che stai facendo? ecc." Sei sarei stato curioso della reazione... ;D :D

    RispondiElimina
  3. @Daniele C.: Sfortunatamente e' un altro. :|

    @DaZa: Mi dovesse capitare ancora ci provero' senz'altro. :D

    RispondiElimina
  4. @DaZa: dato che è un utontA poteva passare direttamente a "Che colore sono le tue mutandine?"

    Vedrai con che velocità butta giù il telefono e chiama un avvocato...

    RispondiElimina
  5. Non è detto... la vita d'ufficio è così noiosa... ^__^ ;) ;D

    RispondiElimina