mercoledì 21 settembre 2011

Domenica mattina



16 commenti:

  1. Pensavo di essere l'unico a usare la sparachiodi per queste cose...

    RispondiElimina
  2. Qual'è la marca migliore di sparachiodi in rapporto qualità/prezzo e quanto costa?

    ImpiegataSclerata

    RispondiElimina
  3. Se usa la sparachiodi come usa le stampanti (o il cervello), rischia ancora di riuscire a far male a qualcun altro anche se è solo in ufficio.

    RispondiElimina
  4. @Massimiliano Cozzi: No, figurati, se la perdita di intelligenza degli utOnti continua con questo ritmo, presto ne faranno una disciplina olimpica. :P

    @ImpiegataSclerata: La marca non e' importante, basta che funzioni bene. ;)

    @lukasbrunner: In effetti a quello non avevo pensato...

    RispondiElimina
  5. "ho problemi con la stampante di rete. Può essere perchè è spenta?"

    Mi hai fatto ventire in mente una volta, un mio collega al telefono con un'utonta, aveva 4/5 stampanti installate, tutte sullo stesso server di stampa, ma solo 2 erano "offline".

    E l'utonta se ne esce con "ma... c'è qui un tecnico che sta sostituendo 2 stampanti, secondo te può centrare qualcosa???"

    RispondiElimina
  6. @Nick: Il tuo collega spero le abbia risposto qualcosa del tipo "no, no, tranquilla. E' solo una stranissima coincidenza". :P

    RispondiElimina
  7. Ah, questo mi ricorda quello che è successo ieri:

    IO: (Al telefono) Puoi controllare sul NAS se c'è il file! (tralascio la spiegazione che ho dovuto darle su cosa è il NAS)
    UtOntA (immaginatela con voce lamentosa/piagnucolosa): Ma non mi si collega, mi dice che è irraggiungibile.
    IO: Non è che è spento, perché è andata via la corrente? (con i nubifragi delle ultime settimane è successo di tutto...)
    UT: Come faccio a saperlo?
    IO: Vai a controllare? (No, dico, saranno si e no 5 metri di cammino dalla sua postazione)
    UT: Vabbé... cosa devo guardare?
    IO: Se è acceso...
    UT: E come faccio a capirlo?
    IO: Se ci sono delle lucette accese...
    UT: Non ci sono! Che faccio?
    IO: Premi il pulsante di accensione...
    UT: Fatto! Ora però lampeggia in modo strano, blablabla (spiegazione sui led con descrizione, che lampeggiano in modo che a lei non piace)
    IO: Guarda, appena i led centrali diventano verdi, dovresti poter accedere...
    UT: Ma come faccio?
    IO: (ma che mi prende in giro?!?) Come accedi di solito...
    UT: Ma mi chiede la password!
    IO: (Ma certo, dovrebbe farti accedere senza autenticazione, no?) Dovresti mettere la password che usi di solito...
    UT: Ma non funziona!!!
    IO: Ma la scrivi correttamente?

    Mi fermo qui con un hint sulla risposta all'ultima domanda: inizia con N.

    1 ora e 20, no dico, UN'ORA E VENTI tutta così!

    RispondiElimina
  8. Leggo la strip, e sorrido amaramente.
    Leggo i commenti, e sorrido amaramente.

    Passano forse 5 minuti e squilla il telefono.
    E' mio padre.
    P: " Non riesco ad aprire un file di Autocad "
    V: " Tu non hai Autocad sul PC "
    P: " Non si installa da solo quando provo ad aprire il file? "
    Sorrido amaramente.

    RispondiElimina
  9. @Valaren: almeno tu sorridi amaramente... Io sorrido solo dopo il 3° amaro... Okok, come battuta è un po' fiacca.

    Fammi citare Leo Ortolani: era un uomo che sorrideva solo quando si lavava i denti.

    RispondiElimina
  10. Successo pochi minuti fa.
    Ero con Collega e stavamo discutendo di cosa mettere in tavola per pranzo alle rispettive magioni, quando squilla il telefono.
    Collega: E' Cl... Sentiamo che vuole (e mette in vivavoce). Pronto?
    CL: Ciao, ho un problema con il pc
    Collega:Che problema?
    CL: ho un problema
    Collega: Che problema?
    CL: ho un problema
    Visto che il suo (e il mio) stomaco era in subbuglio, Collega non aveva particolarmente voglia di continuare il loop
    Collega: Preferisci la sparachiodi o la spranga?
    CL:Ho un... Cosa?
    Collega: Dimmi cosa tenti di fare
    CL: Non mi ricordo il nome utente
    Collega ed io ci guardiamo un attimo, anche visto che lo user name è nome più cognome, poi decidiamo che no, non ha senso incazzarsi prima di pranzo.
    Collega:E' una cosa lunga, ora vado a pranzo poi guardo.
    E butta giù

    RispondiElimina
  11. @Daniele C.: Un'ora e venti??? O_o

    @Valeren: Dai, l'importante e' sorridere anche se amaramente (e questa e' la mia nuova vena ottimista che parla). :)

    @Daniele C.: Ah, ma allora anche tu ami flettere i muscoli ed essere nel vuoto. :D

    @wizard1993: Non ti stupire. Io ho una media di tre utOnti alla settimana che, alla domanda "dimmi il tuo nome utente", fanno scena muta. :D

    RispondiElimina
  12. Certa gente nel cervello ha due criceti che si rincorrono vicendevolmente. Ci ho pensato, non può essere che così. O forse i criceti sono 3, al limite.

    RispondiElimina
  13. @Trantor: I miei di utonti ne hanno solo uno, zoppo, lobotomizzato ed in overdose di morfina...

    RispondiElimina
  14. @Trantor: Non esagerare. Tre criceti sono un lusso che gli utOnti non vogliono (vogliono, badate bene) permettersi. :)

    @Daniele C.: Probabilmente i tuoi utOnti si riforniscono dallo stesso spacciatore di criceti che li impianta ai miei. :P

    RispondiElimina
  15. O forse ce n'è davvero solo uno, morto!

    :)

    RispondiElimina