lunedì 26 settembre 2011

Nuove unita' di misura

Sono alle prese con un intervento (sarcasmo) sensato, giusto e doveroso (/sarcasmo) ovvero sto installando da remoto i tools di gestione di quel [lunga sequenza di parole poco carine] di BlackBerry a un utOnto quando, vai a sapere perche', il tizio in questione decide di farmi una domanda.

utOnto: Senti...
Io: Dimmi.
utOnto: In un negozio vicino a casa mia vendono un hard disk esterno a un TETRAbyte. Cosa ne pensi?
Io: (penso) Che vorrei vedere la faccia del commesso quando glielo chiederai (dico) E che ne so io? Dipende dall'uso che ne devi fare e da quanto costa e dalla marca e dalle caratteristiche tecniche e da...
utOnto: Ok, ho capito.
Io: Bene.

E riprendo a lavorare ma la pausa e' breve.

utOnto: Senti...
Io: Dimmi.
utOnto: Ma che differenza c'e' fra gli hard disk collegati con la porta USB e quelli collegati con la presa elettrica?
Io: (penso) Ma tutti io? (dico) Nessuna.
utOnto: Eh, nessuna, e allora perche' sono diversi?
Io: (sempre lavorando) Se sei in autobus e hai la versione con la presa elettrica, dove pensi di collegarla?
utOnto: Ah, ma allora vedi che c'e' una differenza?
Io: (penso) Perche', se non ti dicevo io che un hard disk con due cavi USB e uno con un cavo USB e uno elettrico sono fisicamente diversi non ci arrivavi da solo? (dico) Io immaginavo che tu chiedessi differenze di prestazioni.
utOnto: Esatto.

Le cose ora sono due: butto giu' il telefono, raggiungo l'utOnto e lo strozzo con le mie mani oppure lascio perdere tutto. Visto che sono un uomo saggio (e ci tengo ad avere lo stipendio alla fine del mese) opto per l'opzione due.

Io: Comunque basta che chiedi al commesso del negozio. Sono certo che ti sapra' dare tutte le risposte possibili.
utOnto: Ok, grazie mille.
Io: Di nulla.

Non so dove andra', non so chi sara' il commesso in questione, non so neanche in che citta' si trova pero' chiedo scusa a questo commesso. Un utOnto simile non si augura nemmeno al piu' acerrimo dei nemici.

8 commenti:

  1. per la serie: qui non abbiamo la posta elettronica, solo la posta elettrica!!

    ps.. quella del tetrabyte spacca :D buenos dias señor! ;)

    RispondiElimina
  2. Perché non lo auguri, un utOnto così? Secondo me, è il tipo che se lo intorti bene con un po' di fumo verbale, si compra anche un floppy da 5"¼ a peso d'oro...

    RispondiElimina
  3. Eh, Oh, me lo volevano vendere da tre e mezzo, e io gli ho detto no, voglio quello grosso da cinque e un po', e che cippa...

    Però, il disco tetrabyte mi faceva comodo - un sacco di spazio, anche per portare a casa i dati ed il latte assieme.

    RispondiElimina
  4. Come al solito, si amminchiano sulle minchiate!

    RispondiElimina
  5. Ma no, visti i commessi che ci son in giro, saranno sulla stessa lunghedda d'onda del cl, percui si intendono e capiscono. ;-)




    ~

    RispondiElimina
  6. @il Ciano: Bella la posta elettrica. Quasi quasi per il prossimo 1° aprile mando una mail ai miei utOnti dicendo che "da ora si puo' scegliere se utilizzare la normale posta elettronica o quella elettrica". :P

    @lukasbrunner: Potrai anche vendergli le setole di cinghiale spacciandole per nuovi USB drive ma tre o quattro aspirine poi non te le leva nessuno. ;)

    @Locomotiva: Il disco da un tetrabyte fa gola a molti ma mica possono averlo tutti, no? Altrimenti che tetrabyte sarebbe?

    @Serena: Se ogni tanto, ma dico ogni tanto mica sempre, spegnessero pure il cervello (quel poco che resta, intendo)...

    @Anonimo: In effetti...

    RispondiElimina
  7. @otta: Praticamente tenebra (nel cervello degli utOnti, intendo). ;)

    RispondiElimina